Regole della Corte Suprema per le cheerleader nel caso di libertà di parola: N.P.R.

La Corte Suprema degli Stati Uniti si è unita agli studenti in un caso che coinvolge una cheerleader che ha lanciato bombe F su Snapshot mentre si lamentava della sua scuola.

Mark Denley / Abby


Nascondi il titolo

Cambia il titolo

Mark Denley / Abby

La Corte Suprema degli Stati Uniti si è unita agli studenti in un caso che coinvolge una cheerleader che ha lanciato bombe F su Snapshot mentre si lamentava della sua scuola.

Mark Denley / Abby

La Corte Suprema degli Stati Uniti mercoledì si è pronunciata a favore delle bombe online di un ex cheerleader sul discorso protetto della sua scuola ai sensi del Primo Emendamento.

Con un margine di 8-1 voti, la corte ha stabilito che gli amministratori scolastici hanno il potere di punire i discorsi degli studenti che si svolgono online o fuori dal campus se lo studio in classe è veramente proibito. Ma i giudici hanno concluso che in questo caso alcune delle parole di verità pubblicate online, come in questo caso, non hanno raggiunto il livello di disordine.

“Mentre le scuole pubbliche possono avere un interesse speciale nel regolare alcuni discorsi degli studenti fuori dal campus, gli interessi speciali forniti dalla scuola non sono sufficienti per contrastare l’interesse di PL per la libera espressione in questo caso”, ha scritto il giudice Stephen Fryer alla maggioranza del tribunale .

Il caso ha coinvolto una serie di bombe F fornite da Brandi Levy su Snapshot nel 2017, dopo di che la cheerleader quattordicenne delle superiori non è riuscita a ottenere una promozione dalla scuola universitaria junior alla sua scuola della Pennsylvania per un periodo di cheerleader universitaria. .

READ  Autunno: Autunno 2021

In un’intervista con la NPR ad aprile, ha detto: “Ero molto turbato e frustrato per tutto”. Quindi, ha pubblicato una foto di se stesso e un amico che lanciava l’uccello nella fotocamera e un messaggio che diceva “F *** Scuola … F *** Eccitazione, F *** Tutto”.

Brandy e i suoi genitori sono andati in tribunale dopo essere stati sospesi dalla squadra per condotta disordinata. Come questa questione, hanno sostenuto che la scuola non aveva il diritto di punirla per aver parlato nel campus, anche se è stata pubblicata online mentre era lontana da scuola, o ha parlato ad alta voce su uno Starbucks dall’altra parte della strada rispetto alla scuola.

Una corte d’appello federale ha concordato con lei, dichiarando che le autorità scolastiche non hanno l’autorità di punire gli studenti per discorsi che si verificano al di fuori del campus.

Questa decisione è stata la prima volta che la Corte d’Appello ha pubblicato una spiegazione così dettagliata mezzo secolo prima della conclusione del fondamentale discorso studentesco della Corte Suprema. Successivamente, in un caso riguardante studenti sospesi per aver indossato armature nere a scuola in segno di protesta contro la guerra del Vietnam, il tribunale ha stabilito che gli studenti avevano il diritto alla libertà di parola secondo la Costituzione, a meno che il discorso non interferisse con la scuola.

Sebbene Brandi Levy sia ora al college, il consiglio scolastico di Mahanoy, in Pennsylvania, ha fatto appello alla Corte Suprema, sostenendo che l’esterno del campus potrebbe causare disagi, ma potrebbe avere conseguenze ancora più gravi nel campus. Ha indicato le leggi in 47 stati che richiedono alle scuole di attuare politiche antibullismo e antibullismo.

READ  Devi visitare almeno una volta le 15 più grandi panetterie italiane a Toronto

L’Alta Corte, tuttavia, si è concentrata sui fatti nel caso di Levy e ha concluso che, sebbene le sue posizioni fossero tutt’altro che lodevoli, non hanno dovuto affrontare un test distruttivo.

Emanuele Schiavone

"Appassionato ninja della birra. Risolutore di problemi estremi. Pensatore. Appassionato di web professionista. Avido comunicatore. Piantagrane hardcore. "

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Tasso di crescita più veloce in 15 anni
Next Post Variabile delta che causa il caos in Francia e Germania; La Norvegia è in standby | notizie dal mondo