Rapporto: l’esercito cinese ha contribuito a creare topi “umanizzati” per i test sui virus

I ricercatori militari cinesi hanno fatto parte di un progetto per creare topi con polmoni “omogenei”, apparentemente per testare le infezioni con virus diversi, secondo un massiccio rapporto giovedì.

Il roditore bioingegnerizzato è stato sviluppato utilizzando una tecnologia di modifica genetica nota come CRISPR ed è stato menzionato in uno studio dell’aprile 2020 in cui i virologi del governo degli Stati Uniti hanno riferito ai funzionari del Consiglio di sicurezza nazionale che indagavano sulle origini del coronavirus, vanity ver ha detto.

Tra i 23 coautori, 11 che lavorano presso l’Istituto di ricerca medica dell’esercito cinese e l’Accademia delle scienze mediche militari, il loro progetto prevedeva la determinazione della suscettibilità dei topi all’infezione con il virus che causa il COVID-19.

Ma quando gli investigatori del Consiglio di sicurezza nazionale hanno lavorato a ritroso per cronometrare lo studio, si sono resi conto che le creature sono state create durante l’estate del 2019, prima che scoppiasse la pandemia di coronavirus, secondo Vanity Fair.

Il Vrologo Shi Zhengli è visto all'interno del laboratorio P4 a Wuhan.
Il Vrologo Shi Zhengli è visto all’interno del laboratorio P4 a Wuhan.
AFP tramite Getty Images

Secondo quanto riferito, la scoperta ha portato i funzionari del Consiglio di sicurezza nazionale a sospettare che l’esercito cinese stesse usando i topi per testare se diversi virus potessero infettare gli esseri umani e che hanno scoperto prove a sostegno della teoria che l’epidemia fosse il risultato di una fuga di laboratorio.

Ma quando hanno contattato le altre agenzie con le informazioni, “Siamo stati licenziati”, ha detto a Vanity Fair Anthony Ruggiero, direttore senior del Consiglio di sicurezza nazionale per l’antiproliferazione e la biodifesa.

“La risposta è stata molto negativa”, ha aggiunto.

Xi Jinping viene informato sui progressi della ricerca sui vaccini e sugli anticorpi durante la sua visita all'Accademia delle scienze mediche militari a Pechino.
Xi Jinping viene informato sui progressi della ricerca sui vaccini e sugli anticorpi durante la sua visita all’Accademia delle scienze mediche militari a Pechino.
Agenzia di stampa Xinhua/Getty Images

Nel frattempo, il ricercatore capo del coronavirus presso l’Istituto di virologia di Wuhan, Shi Chengli, noto anche come “Bat Woman” per il suo lavoro con i mammiferi volanti, sembra aver testato due nuovi coronavirus non rilevati su topi umanizzati per misurarne l’efficacia, Vanity Fair. disse.

READ  Central District Health sta aumentando le linee guida per le maschere per il viso per quattro contee

La rivista ha citato come prove i commenti di Xi a una rivista scientifica, nonché le informazioni nel database del governo cinese.

Shi ha negato con veemenza che il coronavirus fosse trapelato dal laboratorio WIV o che la struttura stesse conducendo ricerche militari.

Il rapporto ha indicato che Shi Chengli ha testato i coronavirus su topi umanizzati.
Il rapporto ha indicato che Shi Chengli ha testato i coronavirus su topi umanizzati.
AFP tramite Getty Images

Ma a gennaio una scheda informativa Rilasciato dal Dipartimento di Stato degli Stati Uniti Ha rivelato che i ricercatori del WIV hanno collaborato a progetti classificati, “compresi esperimenti su animali da laboratorio”, almeno dal 2017.

Come ha detto a Vanity Fair un ex funzionario della sicurezza nazionale che ha esaminato le informazioni riservate degli Stati Uniti, all’interno del WIV, i ricercatori militari e civili “stanno conducendo ricerche sugli animali nello stesso spazio rumoroso”.

La Cina ha Denunciare il Fact Sheet del Ministero degli Esteri Come “pieno di errori” e “l’ultima follia” dell’ex segretario di Stato Mike Pompeo, che lo ha chiamato “Mr.” sta mentendo”.

Il documento è stato emesso cinque giorni prima dell’insediamento del presidente Biden e la sua amministrazione non lo ha ripudiato.

La scorsa settimana anche Biden Ho ordinato un’indagine di 90 giorni dalla comunità dell’intelligence statunitense sull’origine del coronavirus, con una portavoce che ha affermato che “nulla è stato escluso” – compresa la possibilità che venga deliberatamente rilasciato.

Il 26 marzo 2021, foto d'archivio L'ex segretario di Stato Mike Pompeo parla al West Side Conservative Club di Urbandale, Iowa.
La Cina ha criticato Mike Pompeo e la scheda informativa di gennaio del Dipartimento di Stato.
Charlie Nebergal/AFP

Vanity Fair ha affermato che né Shi né il direttore di WIV hanno risposto alle ripetute richieste di commento, incluso un elenco di domande dettagliate.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Antonio Conte al Tottenham ‘FATTO’, ‘OK’ il nuovo contratto di Messi con il Barcellona, ​​Zaha ‘presenta richiesta di trasferimento’
Next Post Zachary Levi torna con un costume da supereroe scolpito mentre spara a Shazam! L’ira degli dei sequel