“Qui il calcio mi aiuta più dell’italiano”.

Alex
Berenguer Ha giocato per tre stagioni con il Torino in serie A “È stata una bellissima esperienza. Sono cresciuto come giocatore e come persona. Sono andato da solo da ragazzo in Italia. All’inizio è stato un po’ difficile perché tu da solo fai non capisco la lingua e il calcio è completamente diverso. Ma quei tre anni in Italia sono stati molto buoni per me, mi hanno completato come giocatore. Penso che il calcio nella Liga mi avvantaggia più del calcio italiano. I risultati si vedono”, dice Navaron che si sono formati nella cava di Osasuna.

L’estremista amplia la sua interpretazione. “In Italia il calcio è molto vicino, ci sono pochi spazi. Lui è disoccupato, molto tattico. Quello che mi serve è un po’ di spazio perché sono veloce. Devo poter fare uno contro uno. In Italia è molto difficile riuscire a fare questo tipo di giocate, hanno sempre l’aiuto di un difensore o di un giocatore centrale, è difficile fare gol o compiere azioni pericolose perché le difese sono molto serrate”, aggiunge.

Questo apprendimento è stato positivo per lui per tornare alla Liga. “Lì ho giocato tanto da portiere e da seconda punta. In quell’ultima posizione c’è stata una stagione in cui ho segnato sei gol. È un altro calcio, si gioca tanto a contatto con un tocco. È molto diverso da qui E ripeto che quelli in campionato mi avvantaggiano di più”.

READ  Spero che uno sia ricordato come un concorrente eccezionale: Valentino Rossi
Ravenna Bianchi

"Esperto di tv estremo. Fanatico della birra. Amichevole fan del bacon. Comunicatore. Aspirante esperto di viaggi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Il raggiungimento degli obiettivi di cambiamento climatico di Google “conferma” il CEO Sundar Pichai
Next Post La NASA cattura un’immagine spaventosa dell’ombra della luna sulla Terra durante l’eclissi