Questo enorme pianeta alieno appena individuato confonde gli astronomi

Gli astronomi hanno scoperto un enorme esopianeta in orbita attorno al sistema stellare binario b Centauri. Le due stelle sono così calde e massicce che i ricercatori in precedenza pensavano che non potesse esistere un pianeta intorno a loro.

B Centauri si trova nella costellazione del Centauro, 325 anni luce al di fuori del nostro sistema solare. La sua stella principale è tre volte più calda del nostro sole, e insieme le sue due stelle pesano approssimativamente da 6 a 10 soli. Finora, nessun pianeta è stato trovato in orbita attorno a stelle più di tre volte la massa del nostro Sole. Anche il nuovo pianeta extrasolare, b Centauri b, è un pianeta enorme, forse con una composizione di gas simile a Giove, ma almeno 10 volte più grande. È uno dei più grandi pianeti extrasolari mai scoperti. Con una distanza di 52 miliardi di miglia che separa Centauri B e le sue stelle, ha una delle orbite più ampie mai scoperte. Gli astronomi hanno catturato immagini del pianeta utilizzando il Very Large Telescope dell’Osservatorio europeo meridionale in Cile e i risultati sono stati pubblicati in temperamento natura Mercoledì.

L’autore principale dello studio Markus Jansson, astronomo dell’Università di Stoccolma, in Svezia, ha dichiarato in una dichiarazione affermazione.

b Le stelle Centauri sono relativamente giovani: hanno solo 15 milioni di anni, rispetto ai 4,6 miliardi di anni del nostro Sole. Il coautore Gayathri Viswanath, uno studente di dottorato presso l’Università di Stoccolma, ha detto in affermazione. “È un ambiente aspro, dominato da radiazioni intense, dove tutto è su scala gigantesca: le stelle sono più grandi, il pianeta è più grande, le distanze sono maggiori”.

READ  Xbox Series X è disponibile su Best Buy ora (aggiornamento: esaurito)

[Related: On this blisteringly hot metal planet, a year lasts only 8 hours]

B Centauri ha ora gli scienziati planetari che ripensano i parametri intorno alla formazione dei pianeti: la dimensione e la temperatura combinate delle stelle binarie e l’enorme quantità di radiazioni che devono emettere, dovrebbero creare un ambiente inospitale per i pianeti. “Si tratta di una sfida significativa per i nostri modelli”, ha affermato in un altro rapporto Michael Mayer, astronomo dell’Università del Michigan e uno degli autori del nuovo studio. affermazione. “Ma questo è ciò che lo rende eccitante: quando ti viene smentito, impari qualcosa”.

Gli astronomi non hanno ancora capito come b Centauri b sia nato, ha detto Jansson, e ora lavoreranno per risolvere la storia delle origini di questo improbabile sistema, un “mistero per ora” che sarebbe un “compito interessante per cercare di capirlo”. .” nella situazione attuale.

Dal 1992, gli scienziati hanno confermato l’esistenza di migliaia di esopianeti, rivelando una diversità spesso sorprendente di condizioni in cui possono formarsi i pianeti. “Sembra che non importa dove guardiamo – intorno a stelle piccole o grandi, stelle singole o stelle binarie, stelle viventi o resti di stelle morte – troviamo sempre pianeti in qualche forma”, ha detto Janson. Gizmodo, “Anche in luoghi in cui non pensavamo fosse possibile.”

Agapeto Vecoli

"Imprenditore. Freelance introverso. Creatore. Lettore appassionato. Ninja della birra certificato. Nerd del cibo."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Tra gli avvertimenti che la democrazia è in pericolo, Biden apre il vertice tra scherno e scherno di Cina e Russia
Next Post Alla guida della Maserati Ghibli Trofeo, la berlina più veloce che l’azienda abbia mai realizzato