Questa 31enne si rifiuta di lasciare che il cancro al seno vinca la battaglia

adesivi con nastro rosa

Fonte: Dusan Stankovic/Getty

donne con tumore al seno Di solito viene diagnosticato intorno ai 50 anni. Natoya Pascascio è stato diagnosticato all’età di 30 anni. Le è stata diagnosticata Cancro al seno triplo negativoHa opzioni di trattamento limitate a causa della mancanza di estrogeni, progesterone e una proteina chiamata fattore di crescita epidermico umano. La chemioterapia e le radiazioni sono ancora efficaci, ma hanno molti effetti collaterali dolorosi.

Per quanto spaventosa sia la diagnosi, per Pacasio, 31 anni, vivere l’esperienza le ha dato una nuova prospettiva sulla vita.. Leggi la sua storia qui sotto.

Come l’hai scoperto

Stavo allattando e ho sentito un nodulo. All’inizio ho pensato che fosse un dotto del latte bloccato, quindi ho continuato a provare a rimuoverlo ma non si muoveva. Qualche settimana dopo, sono andata dal mio medico, che era una persona di colore, e mi hanno detto che non avrei fatto una mammografia se non avessi avuto una storia familiare di cancro al seno. Non ho mai avuto il cancro nella mia famiglia, quindi è stato strano ma mi sono fidato del mio medico. Basso e arrivo alla mammografia e il tecnico dice che non può farlo. Ho detto, ma il mio medico ha detto che devo farlo. Era come se avessi solo 30 anni, quindi ha dovuto aspettare l’approvazione del supervisore. Dopo la mammografia, il supervisore è entrato nella stanza e ha detto che avevo bisogno di una biopsia subito. Poi mi è stato diagnosticato un cancro al seno. Era surreale. Avevo solo 30 anni e avevo cinque anni e un anno. Io non voglio morire.

READ  I fisici hanno battuto il record per la temperatura più fredda mai raggiunta in un laboratorio

Com’è andata la chemioterapia?

Ho ricevuto la chemioterapia AC-Taxol per via endovenosa e poi una lumpectomia in cui sono stati rimossi tutti i linfonodi sul lato destro. Poi ho fatto 25 colpi di radiazioni e ho bruciato gravemente. Attualmente sto ricevendo la chemioterapia orale.

Mi è stato diagnosticato un triplo negativo [breast cancer] Quindi gli hanno tirato tutto addosso. Ma io e il mio sistema di supporto preghiamo che non si verifichino effetti collaterali severi. Ero così stanco e suonavo come Little Bell, ma Dio mi ha salvato dal vomito e da tutti gli altri effetti davvero duri.

In che modo il cancro al seno ha influito sulla sua salute mentale?

Alcuni giorni erano migliori di altri. Il mio divorzio è stato archiviato 12 giorni prima della mia diagnosi, quindi navigare come madre single e combattere il cancro al seno durante la pandemia non è stato facile. Mi sembrava di essere attaccato da tutte le parti.

Gesù è la fonte della mia speranza. Ha messo una comunità così meravigliosa nella mia vita che mi ha davvero aiutato. La famiglia della mia chiesa mi ha davvero aiutato in questo, sia che si tratti di inviare cibo ai bambini sia a me per raccogliere fondi per noi. E sempre pronto ad essere lì in preghiera. Appoggiarsi a Gesù mi ha aiutato ad affrontare la mia condizione mentale oltre che fisica. Anche la mia compagna di preghiera, Shana, ha pregato con me ogni lunedì e un diacono della mia chiesa, anche lui sopravvissuto al cancro al seno, ha camminato con me in questo viaggio. Ho anche un ottimo terapista.

READ  Gli astronomi disegnano una mappa del viaggio dell'asteroide sulla Terra, che ha 22 milioni di anni | Asteroidi

Cosa ha imparato su se stessa durante questo viaggio

Ho imparato che è giusto dipendere dagli altri. Come donna di colore, è quasi certo che dovresti fare tutto, ma non è così. Ho anche imparato che sono più forte di quanto pensassi. Questo viaggio non è per i deboli e lo faccio sembrare facile.

Come il cancro al seno ha cambiato la sua vita

So che potrebbe essere strano dirlo, ma la mia vita è stata migliore. No, non voglio il cancro o devo affrontare cure e appuntamenti che non finiscono mai, ma sono grata di essere riuscita a sentirmi amata. Mi sono sentito non amato e non voluto per molti anni e il mio villaggio mi ha mostrato davvero che non era così. Anche le persone che mi volevano ammalare si sono rivelate. Sono successe così tante cose in pochi mesi che hanno reso la mia vita così migliore che non c’è dubbio che Dio ha lavorato su di me e sono grato che attraverso questa esperienza sarà glorificato.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Ancora in controllo a 40 anni: Zlatan decisivo nella vittoria del Milan sulla Roma
Next Post Il medico della BBC che ha inondato la stessa denuncia pochi minuti dall’inizio dell’episodio