Quasi il 25% dell’India è stato completamente vaccinato contro il Covid-19

Più di otto mesi dopo la sua uscita COVID-19 Martedì la campagna di vaccinazione in India ha completato la somministrazione delle dosi di vaccino a quasi un quarto della popolazione adulta stimata.

Secondo i dati provvisori, martedì sono state somministrate poco più di 53 lakh di dosi di vaccino, portando il numero cumulativo a 87,59 crore di vaccinazioni. Con le vaccinazioni di martedì, il 68% della popolazione adulta stimata ha ricevuto la sua prima dose, mentre il 24,61% è stato completamente vaccinato.

Quasi un quarto della popolazione adulta completamente vaccinata ha effetti significativi sulla salute pubblica: i dati sulla vaccinazione in tempo reale della campagna di vaccinazione in India mostrano che l’efficacia del vaccino nel prevenire la morte migliora dopo la seconda dose. Il vaccino ha un’efficacia del 97,5%, fornendo una protezione quasi completa contro malattie gravi e morte.

Secondo i dati ufficiali, quattro grandi stati hanno condotto più di sei vaccinazioni cumulative crore: Uttar Pradesh, Maharashtra, Madhya Pradesh e Gujarat.

In particolare, tre di questi grandi stati hanno una copertura della seconda dose superiore alla media nazionale: Gujarat (40 percento), Madhya Pradesh (27 percento) e Maharashtra (26 percento). Tuttavia, l’Uttar Pradesh, che ha effettuato le vaccinazioni cumulative massime nel Paese, ha somministrato le due dosi solo al 13,34% della popolazione adulta.

Altri quattro stati hanno condotto più di cinque vaccinazioni cumulative: Bengala occidentale, Rajasthan, Karnataka e Bihar. Mentre il Karnataka (35 per cento) e il Rajasthan (30 per cento) hanno una copertura della seconda dose al di sopra della media nazionale, il Bengala occidentale (23 per cento) ha una copertura della seconda dose vicina alla media nazionale. Tuttavia, il grande stato del Bihar (14 percento) ha avuto una seconda dose media molto inferiore alla media nazionale.

READ  La polizia sta indagando sul conto della colazione del primo ministro finlandese Sanna Marin

I quattro stati che hanno attraversato tre milioni di vaccini cumulativi avevano più del 20 percento della copertura della seconda dose: Kerala (37,44 percento), Odisha (26 percento), Andhra Pradesh (24 percento) e Tamil Nadu (20 percento).

Due dei tre stati con più di due vaccini Rs crore cumulativi hanno una copertura della seconda dose maggiore rispetto alla media nazionale: Telangana e Haryana (31 per cento). Nel frattempo, Assam ha una copertura della seconda dose del 24 percento.

Quattro stati e due territori dell’Unione hanno condotto una vaccinazione cumulativa di oltre 1 crore di dose singola. Quattro di loro – Uttarakhand (40 per cento), Jammu e Kashmir (39 per cento), Delhi (35 per cento), Chhattisgarh (27 per cento) – hanno ora una seconda dose di vaccinazione superiore alla media nazionale. I restanti due – Punjab (22,4 per cento) e Jharkhand (15,43 per cento) – hanno una copertura vaccinale di seconda dose inferiore alla media nazionale.

“E’ chiaro che tra gli strumenti che utilizziamo nella nostra lotta contro l’epidemia c’è il vaccino, lo scudo più importante che ci protegge dalla morte. È anche chiaro che se vengono somministrate due dosi, ci sarà una protezione quasi completa contro malattie gravi. e la morte “, ha affermato il dott. VK Paul, Team Leader. L’azione Covid-19 dell’India, in precedenza, ha affermato che ciò avrebbe cambiato lo scenario in modo molto drammatico.

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Curtis Jones del Liverpool 10/10 e Mohamed Salah vincono alla grande a Porto
Next Post Svelati i dettagli della mappa zombie per la sesta stagione di Black Ops Cold War