Putin ha abbattuto Draghi? di Federico Fubini

I resoconti dei media hanno rivelato sempre più prove che la Russia potrebbe aver pianificato il crollo del governo di unità sociale guidato dall’ex primo ministro Mario Draghi. Non importa quante informazioni vengono alla luce, il Cremlino deve considerare con speranza e gioia la prospettiva di un nuovo governo di destra.

ROMA – Le impronte del presidente russo Vladimir Putin sembrano essere impresse su tutti i recenti sviluppi politici culminati con le dimissioni di Mario Draghi da Primo Ministro italiano.

Dopo l’invasione russa dell’Ucraina alla fine di febbraio, Draghi ha risposto in modo decisivo sostenendo forti sanzioni contro la Russia e fornendo supporto politico, finanziario e militare all’Ucraina. Ma entrambe le misure richiedono il superamento delle resistenze dei partiti populisti all’interno della sua coalizione di governo di unità nazionale: il Movimento Cinque Stelle, guidato dall’ex presidente del Consiglio Giuseppe Conte, e la Lega di Matteo Salvini. Mentre la guerra continuava, il contraccolpo di queste forze lealiste crebbe.

Presumibilmente, l’ambasciata russa a Roma, vedendo un’opportunità, corteggia Salvini da mesi Acquistare Ha un biglietto aereo per Mosca per una “missione di pace” lo scorso maggio (che non si è degnato di riferire a Draghi). Mentre quel volo è stato abbandonato all’ultimo momento dopo una protesta popolare, Salvini cenando Con l’ambasciatore russo all’inizio di marzo, appena una settimana dopo l’invasione russa.

Allo stesso modo, l’ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, vecchio amico personale di Putin, aveva almeno un amico. Telefonata Con l’ambasciatore russo nei giorni precedenti la cacciata di Draghi. E a maggio era un funzionario del partito di Berlusconi, Forza Italia, e allo stesso modo un alto diplomatico russo Ha detto ha chiesto un inviato della Lega quando Salvini aveva intenzione di lasciare il governo Draghi.

Sappiamo tutto questo perché il sistema politico italiano è troppo disordinato e troppo pieno di dilettanti per essere ambiguo. Molti partiti e politici semplicemente non hanno la disciplina per intrighi segreti. Di conseguenza, è probabile che vengano rivelati maggiori dettagli sugli sforzi russi per incoraggiare la squalifica di Draghi.

Tali rapporti non sono nuovi. Nel 2018, i funzionari dell’università si sono recati a Mosca per fare ricerche Finanziamenti dalla Russia; E a inizio 2020 il governo Conte Ammissibile Putin di inviare un’enorme missione militare in Italia con il pretesto di fornire aiuti umanitari per far fronte alle epidemie. Date queste precedenti losche transazioni, gli osservatori e gli operatori politici italiani ora considerano semplicemente che il Cremlino ha fatto pressioni sui suoi delegati italiani per togliere di mezzo il governo Draghi. Dopotutto, è noto che il Cremlino interferisce nella politica democratica occidentale, dall’ingerenza nel referendum sulla Brexit del 2016 e nelle elezioni presidenziali statunitensi al finanziamento del raduno nazionale di estrema destra guidato da Marine Le Pen in Francia. Non c’è motivo di credere che non perseguirebbe tattiche simili in Italia, se gli fosse data l’opportunità di seminare divisioni all’interno dell’Unione Europea.

Iscriviti a Project Syndicate

Immagine digitale premium di Project Syndicate

Iscriviti a Project Syndicate

Goditi l’accesso illimitato alle idee e alle opinioni dei principali pensatori del mondo, tra cui letture lunghe, recensioni di libri, raccolte di argomenti, analisi, brevi previsioni e interviste esclusive; Ogni nuovo numero di PS trimestrale magazine (cartaceo e digitale); completo Nota Archivi; e altro ancora. Iscriviti ora a Nota eccellente.


Sottoscrizione

Sulla stessa linea, lo è il Gruppo Wagner, un’organizzazione mercenaria legata al Cremlino presumibilmente facilitare i flussi di profughi in Italia dal territorio libico dove opera, dando a Salvini una scusa per correre sulla sua consueta piattaforma anti-immigrazione prima delle elezioni anticipate del prossimo settembre. Ancora una volta, questa non è una novità: l’anno scorso la Bielorussia ha utilizzato la stessa strategia contro Polonia e Lituania, quasi certamente con l’acquiescenza di Putin.

parere recente Sondaggi Ha dato un chiaro vantaggio a una coalizione di destra composta da Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia “postfascisti”, guidati da Giorgia Meloni. Ma ciò che resta è se l’apparente ruolo russo nella caduta di Draghi influenzerà le elezioni italiane. Sebbene quanto rivelato finora abbia suscitato scalpore, il problema è rapidamente svanito.

In effetti, un recente sondaggio mostra che Putin è molto impopolare in Italia, con il 56% degli italiani Dai la colpa alla Russia per la guerra. Ma gli italiani non sono gli unici nella loro tendenza a votare su questioni di pane quotidiano ea non rispondere alle cospirazioni internazionali, e qui la coalizione di destra offre qualcosa per tutti. Mentre i filo-russi possono votare per La Liga o Forza Italia, quelli che si sentono più filo-occidentali e filo-ucraini possono votare per i fratelli italiani, che ora sono in forte vantaggio nei sondaggi.

Sebbene Meloni si sia opposta alle sanzioni contro la Russia nelle elezioni del 2018, da allora ha preso una posizione diversa. supportare La decisione di Draghi di fornire armi all’Ucraina e il suo monito di non permettere all’Italia di diventare “l’anello debole dell’alleanza occidentale”. Ma non è chiaro come sarà la politica estera di un governo guidato da Meloni.

Meloni deve la sua ascesa politica in gran parte al carisma personale e a un’ambigua agenda “Dio, famiglia e patria”, che le ha permesso di evitare di fornire dettagli su ciò che veramente pensa o intende fare nella posizione. Non ha detto quasi nulla della sua agenda di politica economica, delle radici fasciste del suo partito o dei suoi rapporti amichevoli con l’autoritario primo ministro ungherese, Viktor Orbán, e il partito neofrancese spagnolo Fox. In quanto tale, molti italiani hanno preso le sue dichiarazioni di lealtà filo-occidentale per valore nominale.

Ma Meloni seguirà davvero Draghi nell’imporre o addirittura inasprire le sanzioni alla Russia? Molto probabilmente, sarà meno vincolata dal regime delle sanzioni di quanto non lo fosse Draghi. All’inizio di questa primavera, ho sostenuto non solo che l’Italia dovrebbe ricevere un “risarcimento” dall’Unione Europea per il costo delle sanzioni, ma anche che gli Stati Uniti non dovrebbero aspettarsi che l’Italia sia un “risarcimento”.La spina dorsale dell’OccidenteRiducendo le sue esportazioni verso la Russia.

Non importa quanto impariamo sugli sforzi russi per progettare la caduta di Draghi, una cosa è già chiara: il Cremlino dovrebbe guardare alla prospettiva di un governo Meloni-Salvini-Berlusconi con speranza e gioia.

READ  Notizie in diretta: la Cina richiede le pulizie di primavera dei contenuti online
Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post La teoria dello squilibrio chimico della depressione è morta, ma ciò non significa che gli antidepressivi non funzionino | Chat di Christopher Davey
Next Post Video: serpente gigante avvolto intorno all’auto