Protesta per gli attacchi aerei nel Panjshir, la gente vaga per le strade di Kabul cantando “Morte al Pakistan”

PESHAWAR/KABUL: I manifestanti afgani hanno cantato “Morte al Pakistan” e i manifestanti afgani, comprese le donne, sono scesi in piazza a Kabul martedì, sostenendo che gli aerei pakistani hanno lanciato attacchi aerei nella provincia del Panjshir, secondo un resoconto dei media.
I talebani hanno detto lunedì di aver preso il controllo del Panjshir, l’ultima provincia fuori dal loro controllo, dopo aver sequestrato il governo afghano sostenuto dagli Stati Uniti il ​​mese scorso.
Segui gli aggiornamenti in tempo reale
L’agenzia di stampa afghana Khamma ha riferito che i talebani hanno sparato colpi in aria per disperdere i manifestanti, ma erano ancora in uno stato di eccitazione.
Ha aggiunto che un certo numero di uomini e donne sono scesi per le strade di Kabul scandendo slogan anti-Pakistan affermando che gli aerei statali avevano lanciato attacchi aerei nella provincia del Panjshir.

I manifestanti si sono radunati al cancello dell’ambasciata pakistana a Kabul cantando “Morte al Pakistan”, “Libertà”, “Dio è grande” e “Non vogliamo famiglie” tra molti altri slogan, e hanno chiesto al suo personale di lasciare l’Afghanistan. Lei disse.
Gli agitatori hanno affermato di non volere un governo fantoccio in Afghanistan e hanno chiesto un governo inclusivo.
I manifestanti si sono riuniti dopo Ahmed Masoud, l’assistente comandante del Fronte della Resistenza nella provincia del Panjshir, in una clip audio che invitava il popolo afghano a rianimarsi contro i talebani.

Secondo il rapporto, lunedì sera le persone nei distretti di Balach e Daykundi sono scese in strada e hanno scandito slogan anti-pakistano.
Anche l’Iran ha risposto agli attacchi aerei nel Panjshir e il ministero degli Esteri ha chiesto indagini su quella che ha descritto come l’interferenza di aerei stranieri.
Il governo afghano ha spesso accusato il Pakistan di fornire assistenza militare ai talebani, accusa che Islamabad ha negato.

READ  Il primo ministro nepalese KP Oli perde il voto di fiducia

Anche il capo dell’Inter-Services Intelligence (ISI) del Pakistan, il tenente generale Fayez Hamid, ha incontrato la scorsa settimana il leader talebano Mullah Abdul Ghani Baradar a Kabul, nel mezzo degli sforzi per finalizzare un governo nel paese devastato dalla guerra.
Il capo dell’intelligence si è precipitato a Kabul per una visita senza preavviso.

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Qual è il personaggio di McDonald’s Grimes? Una papilla gustativa
Next Post Trucco della corona ora disponibile con Xbox Game Pass