Possibile dirottamento al largo degli Emirati Arabi, e una petroliera indiana tra le navi avverte di una perdita di leadership

L’agenzia marittima britannica per il commercio ha riferito che un “possibile dirottamento” è iniziato martedì al largo della regione della Fujairah degli Emirati Arabi Uniti, senza fornire dettagli sulla nave o sulle navi coinvolte. Avvertimenti che hanno perso il controllo del loro sterzo in circostanze misteriose.

UK Maritime Trade Operations (UKMTO) aveva consigliato alle navi in ​​un precedente avviso, basato su una fonte esterna, di esercitare la massima cautela a causa di un incidente a 60 miglia nautiche a est di Fujairah.

Secondo MarineTraffic.com, “le petroliere di nome Queen Ematha, Golden Brilliant, Jag Pooja e Abyss hanno annunciato più o meno nello stesso periodo tramite i loro tracker del sistema di identificazione automatica che non erano sotto controllo”. Non poteva più dirigere.

Un Airbus C-295MPA della Royal Air Force dell’Oman, un aereo da pattugliamento marittimo, stava sorvolando l’area in cui si trovavano le navi, secondo i dati di FlightRadar24.com.

L’area del Mar Arabico conduce allo Stretto di Hormuz, attraverso il quale scorre circa un quinto delle esportazioni mondiali di petrolio via mare.

La Quinta Flotta della Marina degli Stati Uniti, con sede in Bahrain, non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento da parte di Reuters.

Martedì pomeriggio, almeno cinque navi in ​​mare tra gli Emirati Arabi Uniti e l’Iran hanno aggiornato il loro stato di tracciamento AIS su “Non sotto comando”, secondo i dati di tracciamento delle navi di Refinitiv. Questa condizione indica generalmente che la nave non è in grado di manovrare a causa di circostanze eccezionali.

Reuters non è stata in grado di confermare che questi dati Refinitiv fossero collegati all’incidente segnalato.

L’attacco della scorsa settimana a una petroliera gestita da Israele al largo delle coste dell’Oman ha ucciso due membri dell’equipaggio ed è stato accusato dall’Iran di Stati Uniti, Israele e Gran Bretagna.

L’Iran ha negato il coinvolgimento nell’attacco dei droni e ha detto lunedì che avrebbe risposto immediatamente a qualsiasi minaccia alla sua sicurezza.

Gli Stati Uniti e la Gran Bretagna hanno dichiarato domenica che lavoreranno con i loro alleati per rispondere all’attacco alla petroliera giapponese per prodotti petroliferi battente bandiera liberiana gestita dalla Zodiac Maritime di proprietà israeliana.

Iran e Israele si sono accusati a vicenda di aver compiuto attacchi reciproci alle navi degli altri negli ultimi mesi.

Le tensioni nelle acque del Golfo e tra Iran e Israele sono in aumento dal 2018, quando il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha ritirato gli Stati Uniti dall’accordo nucleare di Teheran del 2015 con sei potenze mondiali e ha reintrodotto le sanzioni che ne hanno paralizzato l’economia.

(con input da agenzie)

Leggi tutti i file ultime notiziee Ultime notizie e Notizie sul coronavirus quaggiù

READ  Covid-19: l'Indonesia affronta la crisi dell'ossigeno e si rivolge ai paesi per chiedere aiuto | notizie dal mondo
Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Proof-Philadelphia 76ers, Andre Drummond accetta un contratto di 1 anno
Next Post Amazon Alexa fornisce informazioni sui centri di test e sui vaccini COVID-19 agli utenti in India