Più di un miliardo di creature marine “cucinate” sott’acqua a causa di forti ondate di calore

I ricercatori ritengono che più di un miliardo di creature marine siano morte a causa dell’ondata di caldo record registrata nel nord-ovest del Pacifico.

Immagine rappresentativa: Getty Images

Leggi anche: Non solo Canada e Stati Uniti, l’India del Nord si sta sciogliendo e non ci sono segni di monsone

Questo è secondo Chris Harley, un biologo marino dell’Università della British Columbia a conversazione con CBC (evidenziato di Gizmodo). Chris ha rivelato di essere “scioccato” mentre camminava lungo Kitsilano Beach a Vancouver solo per vedere migliaia di cozze che si spezzavano con la carne all’interno, segnando la loro recente morte.

Questo è stato il risultato delle temperature follemente alte di Vancouver insieme al terribile tempismo delle maree. Harley ha riferito che durante un’ondata di caldo a giugno, quando le temperature hanno raggiunto i 40 gradi Celsius a Vancouver, il suo laboratorio aveva già registrato temperature di 50 gradi Celsius lungo la costa.. Questo ha esposto crostacei come cozze e ostriche a tali temperature per più di sei ore quando la marea si è fermata.

I pesci dell'ondata di caldo sono mortiChris Harley

Leggi anche: Il cambiamento climatico sta alterando l’asse terrestre, allungando i giorni di oltre 30 anni

Harley ha spiegato: “Le cozze sulla spiaggia sono in qualche modo come un bambino lasciato in macchina in una giornata calda. Sono bloccate lì finché i genitori non tornano, o in questo caso, la marea torna, e c’è possono fare ben poco. Sono alla mercé dell’ambiente”. E sabato, domenica, lunedì, durante un’ondata di caldo, faceva così caldo che le cozze, non c’era niente che potessero fare”.

Harley sta lavorando con i suoi studenti nel suo laboratorio per cercare ulteriori prove e calcolare quanti organismi marini potrebbero essere morti nel Mare Salish durante l’ondata di caldo della scorsa settimana. Sulla base di alcuni calcoli approssimativi che ha fatto mentre camminava sulla spiaggia, Harley stima che il numero sia almeno di circa un miliardo.

READ  Fauci afferma che gli Stati Uniti stanno andando nella direzione sbagliata sul coronavirus

I pesci dell'ondata di caldo sono mortiChris Harley

Leggi anche: I nuovi obiettivi climatici dei paesi ricchi non sono ancora sufficienti per salvare il pianeta

Giustificando l’alta stima, ha spiegato: “Se perdi qualche centinaio o qualche migliaio di cozze per ogni costa principale, si arriva rapidamente a un numero molto, molto grande”.

Alla fine, ha concluso, “non saremo in grado di mantenere questi gruppi di alimentatori di filtri sulla spiaggia per essere ovunque vicino alla gamma a cui siamo abituati”.

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Risultati delle gare di qualificazione della Knoxville Camping World Truck Series
Next Post Monster Hunter Stories 2 Guida allo sblocco di Amiibo: cosa ottiene ogni personaggio