Pechino esprime rabbia dopo che la nave da guerra statunitense ha attraversato lo stretto di Taiwan | notizie dal mondo

L’Esercito Popolare di Liberazione Cinese (PLA) ha schierato navi e aerei di sorveglianza per ospitare una nave da guerra statunitense che ha navigato attraverso lo stretto stretto che separa la terraferma da Taiwan martedì mattina.

È stato il primo passaggio del genere attraverso lo stretto di Taiwan dopo che il presidente Xi Jinping e il suo omologo statunitense Joe Biden hanno tenuto un video summit all’inizio di questo mese, e il presidente cinese Biden ha avvertito che incoraggiare l’indipendenza di Taiwan sarebbe “giocare con il fuoco”.

La settima flotta degli Stati Uniti ha dichiarato in una dichiarazione che il passaggio del cacciatorpediniere missilistico guidato USS Milius Arleigh Burke attraverso lo stretto di Taiwan martedì era una traversata di routine.

“Il cacciatorpediniere lanciamissili di classe Arleigh Burke USS Milius ha effettuato un transito di routine attraverso lo stretto di Taiwan il 23 novembre attraverso acque internazionali in conformità con il diritto internazionale”, ha dichiarato il tenente Nicholas Lingo della settima flotta degli Stati Uniti.

Il transito della nave attraverso lo stretto di Taiwan dimostra l’impegno degli Stati Uniti per un Indo-Pacifico libero e aperto. L’esercito degli Stati Uniti vola, naviga e opera ovunque lo consenta il diritto internazionale”.

Le navi da guerra americane conducono esercitazioni periodiche nello stretto, che invariabilmente portano a reazioni rabbiose da parte di Pechino, che afferma che Taiwan, un paese democratico e autonomo, e le acque circostanti sono il suo territorio.

L’Eastern Theatre Command dell’Esercito Popolare di Liberazione ha rilasciato una dichiarazione in cui affermava di aver schierato navi e aerei per seguire la nave americana.

READ  Il Bangladesh revoca il divieto di viaggio in Israele

Questa mossa degli Stati Uniti crea rischi per la sicurezza e mina la stabilità regionale. Il portavoce colonnello Shi Yi ha affermato che le forze del teatro adotteranno tutte le misure necessarie per affrontare risolutamente tutte le minacce e le provocazioni e difendere risolutamente la sovranità nazionale e l’integrità territoriale.

A Pechino, il ministero degli Esteri cinese ha fatto eco alle opinioni di Yi.

“Le navi da guerra statunitensi si sono ripetutamente vantate della loro forza e hanno compiuto provocazioni nello stretto di Taiwan con il pretesto della libertà di navigazione. Questa non è una promessa di libertà e apertura, ma una deliberata interferenza e distruzione della pace e della stabilità regionali”, ha dichiarato il portavoce del ministero. Zhao Lijian ha detto in un briefing del ministero.

“Gli Stati Uniti devono correggere immediatamente i propri errori, smettere di fomentare problemi e giocare con il fuoco oltre i confini e svolgere un ruolo costruttivo per la pace e la stabilità regionali”, ha aggiunto.

La Cina ha condotto frequenti missioni aeree nella zona di identificazione della difesa aerea di Taiwan (ADIZ) nell’ultimo anno circa, facendo arrabbiare Taipei.

Navi da guerra britanniche, canadesi, francesi e australiane hanno bloccato i passaggi attraverso lo stretto di Taiwan negli ultimi anni, provocando proteste da parte della Cina.

“Nove condotti nel 2019 seguiti da 15 nel 2020. Finora quest’anno ce ne sono stati 11, incluso l’incrocio USS Milius”, ha riferito AFP, citando Colin Koh, ricercatore presso la S Rajaratnam School of International Studies di Singapore. . Mantiene un database dei transiti statunitensi dichiarati attraverso lo stretto.

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Il Barcellona è “fiducioso” di battere il Bayern Monaco in finale UCL
Next Post Si dice che la “PlayStation Mega Edition” sia Chrono Cross