Parker Solar Probe è appena caduto nella corona del sole

L'immaginazione di un artista della sonda che si avvicina al Sole.

La sonda solare Parker si avvicina al Sole in questa opera d’arte.
una precisazione: NASA/Johns Hopkins APL

Il sole, lo sai, è gigante Palla ardente di fusione nucleare. Non è il tipo di cosa che vuoi conservare. Ma gli scienziati della NASA hanno fatto proprio questo, usando la Parker Solar Probe per toccare la corona del sole, entrando in contatto diretto con il plasma e l’atmosfera della stella.

La NASA sta cercando di farlo momentaneamente. In precedenza, la sonda solare Parker ha stabilito record per essere la navicella spaziale e la navicella spaziale più veloci a raggiungere l’approccio più vicino al sole. Ora, l’ultimo record è stato superato. I risultati della squadra sono stati pubblicato Questa settimana in lettere di revisione fisica.

“È difficile sopravvalutare il significato sia dell’evento che delle osservazioni fornite dalla Parker Solar Probe”, ha affermato Gary Zank, co-investigatore della sonda Solar Wind Alpha Electrons and Protons (SWEAP), presso l’American Physical Society. Pubblicazione. “Per più di 50 anni, dall’alba dell’era spaziale, la comunità dell’eliosfera ha affrontato il problema senza risposta di come riscaldare la corona solare a più di un milione di gradi per spostare il vento solare”.

Questa missione in corso per “toccare il sole” è un ottimo modo per comprendere meglio la fisica solare – come si comporta la nostra stella. Poiché il Sole è la stella più vicina a noi, è anche l’unico proxy stretto per comprendere le altre stelle nell’universo. Gas A proposito delle differenze di temperatura attraverso la stella e di come la corona produce il vento solare, la NASA ha deciso di lanciare una sonda nella stella stessa. Certo, Parker doveva esserne armato difese principali Contro l’intenso calore del sole e le radiazioni.

Mentre si trovava nella corona del sole, la sonda ha campionato le particelle e i forti campi magnetici che abbondano lì. È possibile che i campi magnetici sul sole Responsabile per “fuochi di campo”, Sono grandi bagliori ad arco che si verificano sulla superficie della stella. La corona è centinaia di volte più calda della superficie del Sole e gli scienziati sperano che la sonda (ehm, che suona) aiuti a rivelare la causa.

L’ingresso della sonda nell’eliosfera è avvenuto effettivamente alla fine di aprile, quando Parker si è avvicinato all’ottava stella. Justin Casper, un astrofisico dell’Università del Michigan e autore principale dello studio, Ha detto all’Associated Press che quando la sonda è entrata nella corona solare, è rimasta lì per circa cinque ore, sfrecciando attraverso i tubi di plasma caldo a 62 miglia al secondo. La sonda è entrata anche nella corona durante il suo nono avvicinamento avvenuto ad agosto. Secondo il comunicato della NASA, questa voce ha permesso alla sonda immagine banner corona, che sono strutture di materiali solari simili a filamenti surriscaldati.

D’ora in poi, ogni avvicinamento al Sole richiederà che la sonda viaggi attraverso la corona, raccogliendo più dati lungo il percorso. Parker continuerà dentro e fuori dal Sole fino alla sua orbita finale nel 2025.

Di più: in che modo la NASA sposterà questa sonda verso il sole senza sciogliersi?

READ  Primo caso di Delta Plus, la variante "doppio smacco" di COVID, rilevato in Louisiana | Corona virus
Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post La Premier League inglese respinge la richiesta di posticipare la partita del Leicester City tra i timori per l’emergente Corona virus (Sports News)
Next Post Il cantante Wang Lihum conferma il divorzio dalla moglie di 8 anni