Olivia Munn, John Mulaney e Henry Golding condividono le foto dell’appuntamento di gioco dei loro bambini

Olivia Munn, John Mulaney e Henry Golding condividono le foto dell’appuntamento di gioco dei loro bambini

L’attrice americana Olivia Munn e il comico John Mulaney sono senza dubbio i nuovi genitori fantastici in città.

La coppia, che ha accolto il loro primo figlio, il maschietto Malcolm Hiệp Mulaney lo scorso novembre. 2021, hanno condiviso uno sguardo sulla loro prima uscita in famiglia insieme ai loro amici, il Pazzo Ricco AsiaticoLa star di Henry Golding, sua moglie Liv Lo e la loro figlia di 10 mesi Lyla.

Giovedì il X-Men: Apocalisse la star ha condiviso un sacco di adorabili foto sul suo profilo Instagram, dove entrambe le coppie sono state viste sorridere alla telecamera, mentre tenevano in braccio i loro bambini.

La gita di famiglia, che si è trasformata in un appuntamento di gioco per bambini in cui Munn, 41 anni, ha presentato il suo bambino di 2 mesi a Lyla.

Condividendo le foto, il Festa di Natale in ufficio l’attrice ha intitolato il post: “Malcolm ha incontrato Lyla oggi”.

Nelle immagini condivise, le quattro stelle sono state viste coccolare i loro piccoli mentre si godevano un po’ di tempo all’aria aperta.

Liv Lo ha condiviso che lei e Olivia avevano tanto bisogno del “tempo della mamma” nel suo stesso post. “Congratulazioni @oliviamunn @johnmulaney è perfetto”, ha aggiunto.

Munn e Mulaney hanno accolto il piccolo Malcolm il 19 novembre 24, l’anno scorso. I Golding accolsero la loro figlia nel marzo dello stesso anno.

READ  La serie animata I Am Groot presenta Baby Groot con un nuovo logo
Abelie Lombardi

"Pioniere del caffè. Pensatore appassionato. Creatore. Appassionato di Internet a misura di hipster".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post SpaceX lancerà oggi un satellite italiano per l’osservazione della Terra dopo i ritardi meteorologici. Guardalo dal vivo.
Next Post Notizie in diretta: Hewlett-Packard ha avuto un successo ‘significativo’ nel caso dell’Alta Corte del Regno Unito contro Mike Lynch