Olimpiadi di Tokyo: la matematica austriaca Anna Kissenhofer sciocca la favorita del ciclismo femminile alle Olimpiadi



La matematica austriaca Anna Kissenhofer ha vinto una sorprendente medaglia d’oro nella corsa su strada olimpica femminile domenica, poiché la veterana olandese Annemeck van Vleuten credeva erroneamente di aver vinto. Kiesenhofer, la trentenne campionessa nazionale di trial, che ha conseguito un dottorato in matematica applicata presso l’Università Politecnica della Catalogna dopo aver studiato anche alle Università di Vienna e Cambridge, ha mantenuto la calma dopo una lunga separazione a cui il gruppo principale non poteva unirsi . .

Van Vleuten ha compensato un terribile incidente ai Giochi di Rio 2016 con l’argento, anche se ha ammesso un grave errore dopo aver creduto di aver vinto quando ha attraversato la striscia positiva.

L’italiana Elisa Longo Borghini ha vinto la medaglia di bronzo per la seconda volta consecutiva.

È incredibile, non potevo crederci, anche quando ho attraversato la linea di porta”, ha detto Kissenhofer.

“Avevo programmato di attaccare al chilometro zero ed ero contento di essere riuscito ad arrivare davanti. Questo è qualcosa che non sopportavo perché non sono molto bravo a guidare un gruppo.

“Sono contento di non aver avuto troppa paura e sono andato. Ho attaccato e con il gruppo abbiamo lavorato più o meno insieme – è stato utile avere un gruppo. Ho visto che ero il più forte e sapevo di avere la salita prima del lunga discesa.

“Sono molto bravo a scendere, quindi ho avuto più tempo e poi è stata come una cronometro fino alla fine”.

Van Vleuten ha ammesso che il suo finale sollevato è stato vano.

“Sì”, ha detto, “Pensavo di aver vinto”. “Sono frustrato per questo, ovviamente.

READ  I nuotatori italiani hanno impressionato con le acque della casa ai Mondiali di Lignano

“All’inizio si sentiva davvero stupida, ma poi (i suoi compagni di squadra) anche gli altri non sapevano chi avesse vinto”.

In una drammatica conclusione di una lunga giornata di viaggio, Peloton ha barcollato nella francese Juliette Lapus con meno di quattro chilometri rimanenti e la distanza per Kisenhofer è scesa a meno di tre minuti.

Prima, la due volte campionessa del mondo Anna van der Bregen puntava a medaglie d’oro consecutive dopo aver vinto a Rio, poi la corsa di 2 km di Van Vleuten, ma era troppo tardi.

Kiesenhofer si è lanciata nella corsa di 1 km con un sorriso costante mentre si guardava alle spalle sapendo benissimo che l’oro era suo in un enorme sconvolgimento nel record di modellazione.

Inzuppata di sudore, è crollata a terra dopo aver tagliato il traguardo, urlando di gioia, con le mani sul casco quasi incredula.

Dramma di Van Floten

Come per la corsa su strada maschile, decine di migliaia di fan giapponesi hanno allineato il percorso in salita di 137 chilometri tra il Musashinonomori Park e la Fuji International Motorcycle Road di 2.692 metri.

C’è stato un dramma precedente per Van Vleuten, che ha subito una commozione cerebrale e si è fratturata la spina dorsale in un terribile incidente a Rio, dopo che la 38enne è inciampata quando la danese Emma Jorgensen ha virato verso di lei dopo una caduta.

La campionessa del mondo di corse su strada 2019 ha rapidamente ripreso i sensi ed è tornata a Peloton per la lotta, con la gara femminile da 67 a 130 nella corsa su strada maschile vinta sabato dall’ecuadoriano Richard Carapaz.

READ  Spero che uno sia ricordato come un concorrente eccezionale: Valentino Rossi

Ma Kiesenhofer ha mantenuto un vantaggio di cinque minuti su Van Vleuten per gran parte della gara, spingendo il ritmo su una discesa in solitaria del Passo di Kagosaka a 40 chilometri dal traguardo per abbattere i due primi compagni di fuga, l’israeliano Omar Shapira e la polacca Anna Plechta .

Promozione

Con 24 chilometri da percorrere, Van Vleuten è stato ripreso da un gruppo di inseguitori di 14 uomini, che si è allungato mentre i corridori cercavano altezze.

A velocità fino a 60 km/h (40 mph) sul circuito del Fuji, Lapus è stato il primo a spingere prima che il quadruplo olandese intervenisse all’attacco, ma non potevano fare nulla per la vittoria a sorpresa di Kissenhofer all’ombra del Monte. Fuji.

Argomenti citati in questo articolo

Ravenna Bianchi

"Esperto di tv estremo. Fanatico della birra. Amichevole fan del bacon. Comunicatore. Aspirante esperto di viaggi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post In allerta mentre un asteroide mostruoso delle dimensioni della Grande Piramide di Giza si precipita verso la Terra e riceverà una chiamata ravvicinata oggi
Next Post 10 nuovi decessi e 2.600 nuovi casi positivi – scadenza