Odette Singapore è all’ottavo posto nella lista dei 50 migliori ristoranti del mondo

Singapore (The Straits Times / Asia News Network): il raffinato ristorante francese di Singapore Odette, guidato dallo chef Julien Royer alla National Gallery di Singapore, è salito di 10 posizioni all’ottavo posto nella lista di quest’anno dei 50 migliori ristoranti del mondo svelata ad Anversa , Belgio. Martedì (5 ottobre).

Anche un altro ristorante di Singapore, il famoso ristorante barbecue Burnt Ends su Teck Lim Road, con lo chef Dave Pynt al timone, è apparso nel menu, facendo il suo debutto all’età di 34 anni.

Copenaghen ha consolidato la sua posizione di capitale culinaria del mondo, con due ristoranti danesi che si sono aggiudicati i primi posti.

Il ristorante Noma acclamato dalla critica – guidato dallo chef Rene Redzepi – è stato incoronato n. 1, segnando il suo ritorno ai vertici. È stato valutato come il miglior ristorante del mondo nel 2010, 2011, 2012 e 2014, quando si trovava nella sua posizione originale. È tornato nell’elenco nel 2019 al numero due, dopo aver riaperto con una nuova posizione e un nuovo concetto nel 2018.

Il Noma ha preso il primo posto dal ristorante francese Mirazur, che è passato alla categoria Best of the Best, una hall of fame per coloro che erano stati precedentemente incoronati primi della lista.

Un altro ristorante di Copenaghen, Geranium, quest’anno ha conquistato il secondo posto.

Tra i primi cinque, Asador Etxebarri di Axpe, Spagna, ha ottenuto il terzo posto. Perù centrale, che sale di due tacche al quarto posto; E Desfrotar è un giocatore del Barcellona, ​​che è passato di quattro posizioni al quinto.

READ  Mike Howe - Il cantante della Metal Church che si esibiva nei Badlands è morto all'età di 55 anni

La lista – iniziata nel 2002 – ha ripreso lo spettacolo dei premi dal vivo dopo una pausa di un anno a causa della pandemia di Covid-19.

Nel 2019 si è tenuta un’interessante cerimonia di premiazione presso il Marina Bay Sands di Singapore.

Il presidente di Hong Kong è al primo posto nella Top 50 in Asia, al decimo nella Top 50 al mondo. È stata nominata la più alta scalatrice, saltando dal numero 41 nel 2019.

La new entry più alta è andata all’italiano Lido 84, che si è piazzato per la prima volta al 15° posto.

Altri nuovi arrivati ​​nella lista includono il giocatore sudafricano Wolfgate che si è classificato al 50esimo posto, Atomics New York al 43° posto; e il giapponese Florileg al n. 39.

Nel frattempo, Odette è stata nominata anche il miglior ristorante asiatico, con Burnt Ends al 14° posto.

Sebbene Odette si sia classificata seconda nella lista dei 50 migliori ristoranti in Asia annunciata a marzo, ha superato il presidente del consiglio nella lista dei 50 migliori ristoranti del mondo.

Tra i premi speciali assegnati durante il galà c’è stato l’Icon Award per lo chef francese Dominique Crane, co-proprietario dell’Atelier Crane di San Francisco che si è classificato 48°. Il premio Best Chef in the World è stato vinto dalla chef peruviana Pia Leon.

Due ristoranti di Lione sono apparsi nella lista da 51 a 100 precedentemente pubblicata il 23 settembre. Kjolle si è classificato al 95esimo posto, mentre Mil Restaurant, il ristorante e centro di ricerca di Cusco che gestisce con il marito chef Virgilio Martinez, è apparso al 90esimo..

READ  È troppo debole per sopravvivere

Il menu annuale è prodotto dalla società di media britannica William Reed Business Media e si basa su una giuria di chef internazionali, ristoratori, gourmet e giornalisti gastronomici.

Abelie Lombardi

"Pioniere del caffè. Pensatore appassionato. Creatore. Appassionato di Internet a misura di hipster".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Gli astronomi scoprono uno strano segnale su un pianeta in fiamme dove piove ferro
Next Post Lewis, un Melbourne Greyhound, si gode un volo in business class su un volo della Singapore Airlines per l’Italia