Nuovi dati satellitari hanno rivelato che le calotte glaciali in Groenlandia e in Antartide si stanno sciogliendo rapidamente, causando l’innalzamento del livello del mare

(CNN) la terra lastre di ghiaccio Negli ultimi 30 anni è stato perso abbastanza ghiaccio per creare un cubetto di ghiaccio alto 12 miglia, secondo una nuova ricerca.

Le calotte glaciali della Groenlandia e dell’Antartide, che contengono quasi tutto il ghiaccio d’acqua dolce del mondo, si stanno riducendo a un ritmo allarmante, secondo un report Giovedì da un team di scienziati internazionali.

Combinando i dati di 50 rilevamenti satellitari dell’Antartide e della Groenlandia, dal 1992 al 2020, gli scienziati con l’esercizio di confronto del bilancio di massa ghiaccio-ghiaccio, o IMBIE, sono stati in grado di monitorare i cambiamenti nelle dimensioni della calotta glaciale e nel flusso di ghiaccio.

Hanno scoperto che lo scioglimento della calotta glaciale è aumentato di sei volte negli ultimi 30 anni, poiché livelli record di inquinamento da riscaldamento del pianeta guidano le temperature globali.

I sette peggiori anni di scioglimento della calotta polare si sono verificati nell’ultimo decennio.

Il ghiacciaio Store sulla calotta glaciale della Groenlandia.

In tutto, secondo il rapporto, le calotte polari hanno perso più di 8,3 trilioni di tonnellate di ghiaccio tra il 1992 e il 2020.

Il rapporto ha rilevato che l’anno peggiore per la perdita delle calotte glaciali è stato il 2019, quando le calotte glaciali sono state perse 675 miliardi di tonnellate di ghiaccio. Queste perdite sono state causate dall’ondata di caldo artico, che ha visto cadere 489 miliardi di tonnellate della calotta glaciale della Groenlandia.

La perdita di ghiaccio sta avendo un enorme impatto sugli oceani, che è in aumento livelli del mare di 21 millimetri (meno di un pollice), secondo il rapporto. Lo scioglimento della calotta glaciale ora rappresenta un quarto dell’innalzamento totale del livello del mare, un aumento di cinque volte rispetto agli anni ’90.

“Si tratta di un’enorme quantità di ghiaccio”, ha detto alla CNN l’autrice principale dello studio Ines Otosaka e ricercatrice presso l’Università di Leeds. “Questo è molto preoccupante, naturalmente, perché il 40% della popolazione mondiale vive nelle zone costiere”, ha detto.

Il tasso di scioglimento in Antartide è molto più veloce di quanto non fosse negli anni ’90.

Gli scienziati hanno scoperto che il tasso di scioglimento della calotta glaciale antartica è rallentato, ma rimane molto più veloce di quanto non fosse negli anni ’90.

Il rapporto ha identificato la penisola antartica e l’Antartide occidentale – un sito Il turbolento ghiacciaio Thwaitessoprannominato il ghiacciaio “del giorno del giudizio” per la sua potenziale distruzione Impatto sull’innalzamento del livello del mare, come le aree in cui si stava verificando la maggior parte dello scioglimento del continente.

Otosaka si aspetta che la calotta glaciale della Groenlandia continui a perdere ghiaccio, ma ha affermato che non è ancora chiaro cosa potrebbe accadere alla calotta glaciale antartica.

“In Antartide, abbiamo più incertezza per il futuro. Abbiamo quelli che chiamiamo meccanismi a bassa probabilità ma ad alto impatto che potrebbero essere attivati ​​se andiamo oltre un certo livello di riscaldamento”.

Ha aggiunto che questo potrebbe portare a un significativo aumento del livello del mare in futuro.

Gli studiosi IMBIE aggiorneranno la loro valutazione ogni anno.

Se il mondo raggiunge determinati limiti di riscaldamento, ha affermato Otosaka, ciò potrebbe innescare meccanismi di feedback importanti e potenzialmente irreversibili.

“Abbiamo davvero bisogno di forti politiche governative per limitare il futuro riscaldamento globale e ridurre la concentrazione di gas serra”, ha aggiunto.

L’Agenzia spaziale europea, che sta aiutando con la NASA a finanziare la ricerca di IMBIE, ha dichiarato in una dichiarazione: “Non c’è dubbio che il cambiamento climatico stia causando lo scioglimento delle calotte polari, innalzando così il livello del mare e mettendo in pericolo le regioni costiere di tutto il mondo”.

Gli scienziati dell’IMBIE pianificano di aggiornare la valutazione ogni anno.

“Siamo finalmente nella fase in cui possiamo aggiornare continuamente le nostre valutazioni del bilancio di massa della calotta glaciale perché ci sono abbastanza satelliti nello spazio per monitorarli, il che significa che le persone possono beneficiare subito delle nostre scoperte”, Andrew Shepherd, professore alla Northumbria Università e fondatore di IMBIE, in un comunicato.

READ  Le linee guida aggiornate per il trattamento dell'obesità infantile includono farmaci e interventi chirurgici per alcuni giovani

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *