Novak Djokovic: Cosa può succedere all’udienza per il visto di Novak Djokovic in Australia? | notizie sul tennis

Melbourne: Novak Djokovic È pronto per la sua giornata in tribunale per contestare l’improvvisa revoca del suo visto per le regole Covid, che hanno gettato il numero uno al mondo in classifica. Open d’Australia I piani sono allo sbando.
ma a differenza Tennisl’udienza online della Corte federale che inizia alle 10:00 di lunedì (domenica alle 23:00 GMT) potrebbe non terminare con una semplice vittoria o sconfitta.
Ecco alcuni possibili scenari:
Se il giudice Anthony Kelly deciderà a favore di Djokovic, il suo visto verrà revocato, che sarà nuovamente valido.
Sarebbe una brillante vittoria per uno scettico sui vaccini Djokovic e una drammatica battuta d’arresto per il governo australiano, che ha imposto severe restrizioni Covid-19 ai suoi confini per quasi due anni.
Il team legale della stella serba ha deciso cosa vogliono che il giudice stabilisca in questo scenario.

Novak Djokovic (AFP)
In una nota di 35 pagine prima dell’udienza, hanno chiesto il suo “immediato rilascio” dalla detenzione entro le 17:00 di lunedì.
Hanno anche chiesto al giudice di pronunciarsi “il prima possibile”, senza attendere la formulazione delle sue ragioni legali che, secondo loro, potrebbero essere rilasciate in seguito.
Gli Australian Open iniziano appena sette giorni dopo l’udienza di lunedì.
Ma Christopher Livingston, uno specialista certificato in diritto dell’immigrazione con oltre 20 anni di esperienza, ha affermato che il governo è certo di appellarsi contro tale sentenza.
Durante l’appello, in un’analisi del caso, ha affermato: “Il signor Djokovic rimarrà in carcere per immigrati”.
Se l’udienza va a favore del governo australiano, molto probabilmente cercherà di portare Djokovic fuori dal paese sul prossimo volo disponibile da Melbourne.
Giovedì scorso, il giudice ha ordinato al ministro dell’Interno Karen Andrews di non licenziare Djokovic mentre si oppone al suo appello.
Questo ordine scade alle 16:00 di lunedì.
Livingston ha affermato che il caso del governo si basava su una sezione della legge sull’immigrazione che secondo lui “alla fine vedrà il signor Djokovic fallire”.
Per legge, il ministro deve solo dimostrare che la presenza del titolare del visto “potrebbe o potrebbe essere” un pericolo per la salute, la sicurezza o il buon ordine degli australiani.
Ma anche se vince il governo, la star serba può fare appello.
Se il giudice respinge il caso del tennista, potrebbe essere presentato ricorso.

READ  Coronavirus | L'India registra 2.762 nuovi decessi
Incorpora Djokovic 2, AFP

Foto di AFP
“Se perde, probabilmente verrà presentato un ricorso”, ha affermato John Findley, un avvocato principale che si occupa di immigrazione, famiglia, affari e questioni fiscali.
Ha aggiunto che in questo scenario, gli avvocati di Djokovic dovrebbero sostenere che c’è stato un errore e forse evidenziare alcuni punti non testati della legge.
Anche se fosse stato presentato un simile appello, ha detto Livingstone, Djokovic non sarebbe stato in grado di rilasciarlo mentre il caso era in discussione.
Livingston ha affermato che mentre il giudice può accogliere l’appello, non può ordinare al governo di concedere un visto che consentirebbe a Djokovic di essere rilasciato dalla custodia.
Ha detto che il ministro dell’Interno australiano potrebbe concedere un visto del genere. Ma è improbabile che lo faccia, vista la posizione del governo sul suo caso e l’impatto politico della decisione di rilasciarlo.

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Il Papa battezza 16 bambini nella Cappella Sistina dopo un anno di pausa – CBS17.com
Next Post La mancanza di chip sta causando l’ultima vittima inaspettata, le cartucce di toner per stampanti Canon