Notizie GAFI Pakistan: il Pakistan continua a rimanere nella “lista grigia” del GAFI | notizie dal mondo

Nuova Delhi: Pakistan Rimarrà nella lista grigia del GAFI per non aver preso provvedimenti contro i terroristi elencati nelle Nazioni Unite come Hafez Saeed e Masoud Azhar.
“Il Pakistan continua ad essere sotto maggiore sorveglianza. Ha praticamente affrontato 26 dei 27 punti del piano d’azione”, ha affermato Marcus Blair, capo della Financial Action Task Force.
Continuare con la “lista grigia” del Pakistan significa che non avrà tregua nel tentativo di accedere a risorse finanziarie sotto forma di investimenti e aiuti da organismi internazionali tra cui Fondo monetario internazionale (Fondo monetario internazionale).

Il Pakistan deve affrontare il difficile compito di rimuovere il suo nome dalla lista grigia del GAFI. Nella situazione attuale, Islamabad ha difficoltà a proteggere gli autori del terrorismo e ad attuare contemporaneamente il piano d’azione del GAFI.
Sono passati tre anni da quando Islamabad è stata inserita nella lista grigia della CFT.
Il GAFI ha tenuto una sessione virtuale a Parigi dal 21 giugno, che si concluderà il 25 giugno. Gruppo Asia PacificoRapporto sul rispetto da parte del Pakistan dei punti d’azione stabiliti dall’Agenzia internazionale per l’energia atomica.

I media pakistani hanno riferito che il GAFI ha affermato che Islamabad rimarrebbe nella lista grigia. Il GAFI ha tenuto una sessione il 23 giugno per decidere se mantenere o meno il Pakistan nella lista grigia.
All’inizio di questo mese, un’azienda regionale della Financial Action Task Force del Pakistan ha mantenuto la sua lista di “follow-up potenziato” e ha chiesto al paese di potenziare l’attuazione delle misure antiriciclaggio e di finanziamento del terrorismo.
Il GAFI Asia Pacific Group ha pubblicato il secondo rapporto di follow-up (FUR) sulla mutua valutazione del rispetto delle quaranta raccomandazioni tecniche del Pakistan.
Il rapporto affermava che il Pakistan era stato riclassificato allo stato di “conformità” su cinque punti, altri 15 a “ampiamente conforme” e in un’altra considerazione a “parzialmente conforme”, afferma il rapporto.
Il GAFI, nel febbraio di quest’anno, ha mantenuto il Pakistan nella sua “lista grigia” fino a giugno, dopo aver concluso che Islamabad non aveva affrontato carenze strategicamente significative, in piena attuazione del piano d’azione in 27 punti stabilito dall’autorità di vigilanza del Pakistan. .
Nell’ottobre dello scorso anno, l’AIEA ha chiesto al Pakistan, che era nella sua lista grigia sulle questioni relative al finanziamento del terrorismo, di presentare tutti i 27 punti entro febbraio.
All’inizio di quest’anno, il think tank Tabadlab con sede a Islamabad ha rivelato che il Pakistan ha subito un totale di 38 miliardi di dollari di perdite economiche a causa della decisione del GAFI di mettere il paese tre volte nella sua lista grigia dal 2008.
Il documento di ricerca, “Carrying the Cost of Global Policies – Impact of FATF Grey Inclusion on Pakistan’s Economy”, osserva che gli eventi della lista grigia, che vanno dal 2008 al 2019, potrebbero aver provocato 38 miliardi di dollari di perdite del PIL.
Orologio Finanziamento del terrorismo: il Pakistan rimane nella lista grigia del GAFI

READ  I talebani offrono grano in cambio di manodopera e un'agenzia delle Nazioni Unite avverte di una grave crisi alimentare | notizie dal mondo
Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Il medico dell’Alabama è scomparso nell’incidente del condominio di Miami Miami
Next Post Il regista di Final Fantasy XIV: Endwalker parla di Male Viera, l’ispirazione di FFIV e il nuovo lavoro di Zenos