Notizie F1 2022, Jean Todt, Ferrari, Mick Schumacher, Haas, Zach Brown, Colton Hertha, FIA, supremazia, mercato piloti, contratti stagionali ridicoli,

Potrebbero essere due settimane difficili per la Ferrari.

Il Gran Premio di Singapore di questo fine settimana sarà la prima possibilità per Max Verstappen di vincere il Campionato Piloti 2022 e finalmente di far uscire Charles Leclerc dalla sua miseria.

La Red Bull Racing avrà la prima possibilità di porre fine alle misere speranze del titolo della Ferrari nella prossima gara in Giappone.

Guarda tutti gli allenamenti, le qualifiche e la gara per il Campionato del Mondo di Formula 1 2022 in diretta a Cayo. Nuovo su Kayo? Inizia subito la tua prova gratuita>

Anche se nessuno dei due titoli viene concluso prima che lo sport lasci l’Asia, è solo questione di tempo prima che i numeri diventino innegabili.

Ma nonostante l’imminente morte della Ferrari, l’ex capo del team Jean Todt afferma che dovrebbe esserci meno negatività sulla campagna della squadra italiana. Le sue quattro vittorie finora sono più che nelle ultime tre stagioni, il che è encomiabile – dice.

Resta da vedere se sarà sufficiente per attutire il colpo diretto della sconfitta del torneo.

Nel frattempo, Haas ha alzato il coperchio sulle lotte di Mick Schumacher in questa stagione poiché la carriera del tedesco in Formula 1 è stata bloccata da un filo e la FIA di Colton Hertha ha ufficialmente negato la supremazia, ponendo fine alla sua offerta per un posto nel 2023.

Jean Todt afferma che i fan della F1 dovrebbero concentrarsi sui vantaggi della Ferrari

L’ex presidente della Ferrari ed ex presidente della FIA Jean Todt ha detto che le persone criticano gli errori della Ferrari quest’anno quando dovrebbero rendersi conto di quanto sia progredita la squadra italiana dalla scorsa stagione.

READ  Shelby Rogers stordisce Ashleigh Barty. Novak Djokovic passa a Sports News, Firstpost

La Ferrari ha vissuto la sua peggiore stagione nella sua storia nel 2020, quando è arrivata sesta, ed è rimbalzata per l’ultima terza stagione prima di ottenere la sua prima vittoria in quasi tre anni nella gara di apertura del 2022.

Ma quello che sembrava l’inizio della campagna del campionato è stato rapidamente fatto deragliare da una combinazione di errori strategici, inaffidabilità ed errori del pilota. Max Verstappen potrebbe battere Charles Leclerc in campionato non appena questo fine settimana e la Red Bull Racing sarà probabilmente in grado di chiudere l’accordo con la Ferrari dal prossimo round.

parlando con l’italia Gazzetta dello sportTodd ha affermato che i progressi della Ferrari anno dopo anno erano più importanti da celebrare quest’anno indipendentemente dal risultato del titolo sempre più visibile.

“La Ferrari ora sta andando molto bene. Mi sembra che la gente non se ne renda conto. La Ferrari è tornata a vincere”, ha detto.

“Penso che quasi tutti vorrebbero vedere la Ferrari vincere campionati, e non solo in poche gare. Possiamo sperarlo il prossimo anno, perché quest’anno non credo sia più possibile”.

Ma Todt, che ha supervisionato sette titoli costruttori e sei titoli piloti come capo della Ferrari, ha aggiunto che trasformare una squadra da un vincitore regolare in un contendente al titolo richiederebbe un livello di prestazioni superiore a quello che la Scuderia è stata in grado di offrire finora. anno. .

“Ma per vincere devi eccellere a tutti i livelli”, ha detto. “È di difficile accesso e ancor più difficile da mantenere.

“Inizia con l’essere a posto con i dettagli, dalla persona che risponde al telefono in azienda. Se un’azienda non ha risposto al telefono dopo 10 squilli, non è una buona compagnia”.

READ  Premier League inglese vs. Bundesliga tedesca, Ligue 1 vs. Serie A italiana

“Non puoi fare due errori identici. Se succede, significa che qualcosa deve cambiare”.

Schumacher si concentrerà sui Magnusiani in battaglia per il seggio di Haas

Haas ha dovuto impedire a Mick Schumacher di essere troppo impegnato con la sua vittoria sul compagno di squadra Kevin Magnussen nell’ultimo anno cruciale del suo contratto con la squadra.

Schumacher ha segnato solo due punti in questa stagione e, sebbene sia diventato un fattore più coerente negli ultimi mesi, è ancora indietro rispetto a Kevin Magnussen in classifica.

Il ritorno a sorpresa di Magnussen in F1 è stato un vantaggio per Haas, con il danese che ha segnato 22 punti, ma il suo arrivo ha messo in ombra Schumacher al suo secondo anno. E la presenza di un compagno di squadra più esperto si è talvolta rivelata una distrazione per il 23enne.

“A volte Mick si concentra troppo sul suo compagno di squadra”, Ayo Komatsu, Chief Race Engineer di Haas Raccontare Totale sport motoristici. Poi gli dico: ‘Senti, Kevin adora davvero aiutarti e dirti cose che non avrebbe mai detto a Roman. [Grosjean, former Haas teammate] Prima’.

“Poi Mick pensa e si rende conto che la cosa più importante per la squadra è salire nel campionato costruttori.

“Gli spiego: ‘Mick, dai, stai andando molto bene, concentrati sulla tua performance non su questa cosa’. E poi è di nuovo tutto a posto”.

Foto di Lars Baron/Getty ImagesFonte: Getty Images

Ma Komatsu ha detto che la presenza di Magnussen ha avuto un effetto netto positivo portando la prestazione di Schumacher al livello successivo, tanto da pensare che il tedesco avrebbe potuto segnare i suoi primi punti l’anno scorso se non avesse avuto solo l’instabile Nikita Mazepin per confrontarsi. insieme a.

“È molto positivo per Mick avere un compagno di squadra così affermato come Kevin”, ha detto Komatsu. “Non sapevamo in anticipo quanto fosse bello. Poi è arrivato Kevin e ce lo ha dato come riferimento.

“Pensiamo che con la nostra vettura del 2021 saremmo stati al sicuro contro la Williams [to avoid last in the standings]. Avremmo potuto combattere se avessimo avuto Kevin in quel momento. Mick avrebbe potuto beneficiarne nel suo sviluppo”.

Il contratto di Schumacher scadrà per il 2023. Il capo della Haas Gunther Steiner afferma di aspettarsi una decisione sulla formazione dei piloti da prendere in ottobre.

La F1 non ha bisogno di un pilota americano perché la FIA chiude le porte all’HERTA

Il boss della McLaren Zak Brown afferma che il continuo successo della Formula 1 negli Stati Uniti non è legato all’avere una squadra o un pilota di successo in questo sport, dopo che la FIA ha ufficialmente respinto l’offerta di Colton Herta per la supremazia.

Herta è stato un pilota importante per AlphaTauri come potenziale sostituto di Pierre Gasly, ma non ha il curriculum necessario per ottenere la supremazia. La Red Bull sperava di convincere la FIA a rinunciare all’esenzione, ma il board ha assicurato nel fine settimana che non avrebbe infranto le regole per la star dell’IndyCar.

“La FIA conferma che è stata condotta un’indagine attraverso i canali appropriati che ha portato la FIA a confermare che il pilota Colton Herta non aveva il numero di punti richiesto per dargli un vantaggio FIA”, si legge in una nota.

“La FIA rivede costantemente i propri regolamenti e procedure, anche per quanto riguarda l’idoneità ad eccellere, tenendo conto dei fattori chiave in relazione a questo tema di sicurezza, esperienza e prestazioni nel corso della pista”.

Più auto

CODICE SWAP: SVG Supercars Champion rivela che parla di scioccante NASCAR Cameo

“Piangendo come un bambino”: la risposta emotiva dell’australiano dopo la splendida vittoria in MotoGP

Si adatta molto di più a DanielLa brutale critica di Ricardo Norris

Da allora, AlphaTauri ha rivolto la sua attenzione a Nyck de Vries, che Alpine e Williams stanno cercando per il 2023.

La Red Bull è stata aperta sull’appeal commerciale di schierare un pilota americano mentre lo sport cerca di preservare i recenti guadagni nel mercato americano.

Ma Brown, uno degli americani più importanti di questo sport, ha affermato che la Formula 1 potrebbe avere successo negli Stati Uniti a lungo termine senza cercare di entrare nel mercato.

“Penso che sarebbe fantastico che accadessero entrambi; aumenterebbe la Formula 1 qui”, Brown ha detto, per sport motoristici.

“Ma non abbiamo nessuno dei due oggi, e guardiamo a quanto sia popolare la Formula 1 ora in America.

“Quindi mi piacerebbe vederlo accadere, ma non penso che dovrebbe succedere, perché la Formula 1 è calda oggi senza di essa”.

Williams sta valutando la possibilità di promuovere il pilota della F2 Academy statunitense Logan Sargent se perde l’occasione di ingaggiare de Vries.

Ravenna Bianchi

"Esperto di tv estremo. Fanatico della birra. Amichevole fan del bacon. Comunicatore. Aspirante esperto di viaggi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post L’Unione Europea e gli Stati Uniti discutono di imporre più sanzioni all’Iran per la repressione delle proteste | Iran
Next Post Guarda la missione DART della NASA per schiantarsi contro un asteroide e difendere la Terra: aggiornamenti in tempo reale