Non credere alla propaganda di Putin. Le sanzioni danneggiano la Russia.

Il regime di Putin ha cercato a lungo di convincere i russi che le sanzioni internazionali imposte per l’invasione dell’Ucraina sono effettivamente vantaggiose per il Paese. La macchina della propaganda russa è riuscita anche a convincere molti analisti occidentali che le misure sanzionatorie sono state un fallimento. Tuttavia, un gruppo di fonti russe racconta una storia diversa e rivela l’ampia portata dell’influenza.

Gli economisti continuano a discutere l’impatto delle sanzioni sulla crescita economica rispetto all’impatto di altri fattori come i prezzi del petrolio, le fluttuazioni valutarie e la pandemia di COVID-19. Oltre all’impatto diretto delle sanzioni, minano anche le basi dello sviluppo economico a lungo termine.

L’economia russa non è attrezzata per affrontare le sfide create dalle sanzioni internazionali. È sempre più soggetta al controllo statale, in particolare da parte degli stretti collaboratori di Putin. È anche concentrato in alcune regioni e conglomerati, fortemente dipendenti dalle importazioni di tecnologia ed è ampiamente corrotto.

La bassa crescita e l’elevata inflazione hanno gravemente influenzato il tenore di vita in Russia negli ultimi sette anni. Le contro-sanzioni di Putin hanno fatto aumentare i prezzi alimentari di base anche prima che la crisi del coronavirus si interrompesse. In alcune regioni della Russia, le persone riferiscono che il loro paniere alimentare ora costa il 30% in più rispetto al 2014.

È noto che il settore statale in Russia, come la Cina, è inefficiente, nonostante (o forse a causa di) grandi sussidi e crediti a basso costo. La famigerata inefficienza delle imprese statali è stata esacerbata dal controllo su molte di esse da parte di persone che hanno lavorato con Putin a San Pietroburgo negli anni ’90.

L’emergere di gigantesche holding industriali e conglomerati agricoli ha portato alla concentrazione di molti settori in poche regioni. Il sistema fiscale, i cui proventi sono prevalentemente diretti al luogo in cui ha sede la società, arricchisce ulteriormente Mosca.

READ  Le battaglie dell'Italia hanno continuato ad affrontare sfide di stabilità politica

Iscriviti per ottenere di più da UkraineAlert

UkraineAlert è una pubblicazione online completa che fornisce regolarmente notizie e analisi sugli sviluppi della politica, dell’economia, della società civile e della cultura in Ucraina.

La dipendenza della Russia dalla tecnologia importata riflette l’era sovietica. L’Unione Sovietica esportava più macchine utensili di quante ne importasse, ma il valore di ciò che importava era sette volte superiore. Questo stile sovietico ha continuato a importare macchinari sofisticati.

I problemi della Russia furono esacerbati dalla perdita di molte capacità sovietiche. Con i prezzi del petrolio in aumento durante i primi due mandati di Putin, la Russia ha scelto di investire nella produzione di energia, utilizzando il ricavato per acquistare tecnologia straniera. Entro il 2013, gli esperti russi hanno stimato che le società energetiche russe dipendevano dalle importazioni per oltre la metà di tutte le apparecchiature di carotaggio e oltre il 90% delle tecnologie di fratturazione idraulica e di perforazione offshore.

Allo stesso modo, l’industria meccanica nazionale russa ha prodotto oltre l’85% delle betoniere e delle gru per autocarri russi, ma solo l’1% delle taglierine laser e ad ultrasuoni e circa il 6% delle taglierine metalliche e delle pompe dell’olio vibranti.

Le stime del potenziale di sostituzione delle importazioni nel 2013 erano del 90% per l’industria tessile, del 30-35% per i macchinari e attrezzature elettriche e ottiche e del 20% per i prodotti chimici. Questi numeri erano eccessivamente ottimisti. Le compagnie di difesa russe importano ancora il 20-30% della loro elettronica.

Nonostante gli investimenti significativi, entro il 2018 la sostituzione delle importazioni è stata riconosciuta come un fallimento. La visita televisiva del presidente Putin in una fabbrica dove gli è stato mostrato uno strumento automatizzato che illustra il successo del programma è servita effettivamente a chiarire i problemi persistenti. Gli esperti hanno rapidamente identificato l’attrezzatura come una macchina italiana acquistata da un’azienda russa, riverniciata e rivenduta come russa a più del doppio del prezzo.

Borsa di studio del Congresso Eurasiatico

READ  Bambini stranieri costretti a crescere "nell'armadio" chiedendo scuse

Il programma Eurasian Congress Fellowship del Consiglio atlantico mira a educare il personale del Congresso sugli eventi attuali nella regione dell’Eurasia e coinvolgere il personale nelle ultime ricerche del consiglio. Il programma collega i colleghi membri del Congresso alla nostra comunità più ampia, che comprende esperti di spicco in Ucraina, Russia, Asia centrale e Caucaso meridionale.

Le candidature sono aperte! Per domande sul programma, contattare Shelby Majid.

Entro il 2019, le autorità russe hanno spostato l’attenzione dalla sostituzione delle importazioni alla “localizzazione”, incoraggiando le società straniere a costruire fabbriche in Russia che sarebbero poi diventate “russe”.

La liquidazione è altamente vulnerabile a sanzioni aggiuntive. La maggior parte delle attrezzature avanzate necessarie per tali strutture proviene dall’Europa. Il prezzo medio delle macchine utensili dalla Germania o dalla Svizzera è di oltre 100.000 USD. Nel frattempo, le apparecchiature cinesi hanno una media di meno di 1.000 dollari USA.

Alla Cina manca la maggior parte della tecnologia avanzata di cui la Russia ha bisogno. Ad esempio, il nuovo aereo passeggeri cinese si basa per il 40% su componenti importati. La Cina non produce i processori o i chip di fascia alta richiesti dalla Russia. Il sistema satellitare russo GLONASS, che serve sia il GPS che la difesa missilistica, è inattivo perché l’elettronica cinese non è stata protetta contro le radiazioni ad alta quota.

I cinesi sono stati ugualmente deludenti nel fornire assistenza finanziaria. La breve euforia del 2014 è stata seguita da un calo della volontà della Cina di rischiare sanzioni secondarie investendo in Russia. La Cina si è tirata indietro dal finanziamento di oleodotti e gasdotti, ha ridotto del 75% gli investimenti in Russia e finanzia direttamente solo il progetto Novatek LNG gestito dagli amici di Putin.

READ  I gangster in Italia trascorrono decenni in prigione in un importante processo per mafia

La Russia ha ridotto significativamente le sue disponibilità in dollari, mentre la Cina no. Nonostante i frequenti accordi sull’uso delle valute nazionali negli scambi reciproci, il dollaro e l’euro continuano a dominare. Mentre una banca cinese ha aderito all’alternativa russa al sistema di pagamento SWIFT, nessun’altra ha seguito l’esempio. Solo 23 banche estere si sono registrate, ma solo 12 utilizzano il sistema. La variante cinese ha circa quattro volte il numero di membri. Ma nel 2021, l’uso di SWIFT da parte delle banche cinesi ha raggiunto il livello più alto dal 2015.

Tecnologia e finanza sono le aree più vulnerabili a ulteriori sanzioni se Putin dovesse invadere nuovamente l’Ucraina. La possibilità di una maggiore cooperazione da parte delle imprese europee è promettente. Possono anche aiutare a persuadere gli svizzeri non UE ad andare avanti.

Harley Balzer è un’esperta di relazioni russo e russo-cinese e professore emerito alla Georgetown University.

lettura approfondita

Le opinioni espresse su UkraineAlert sono solo quelle degli autori e non riflettono necessariamente le opinioni del Consiglio Atlantico, dei suoi dipendenti o sostenitori.

il Centro Eurasiatico La missione di promuovere la cooperazione transatlantica è promuovere la stabilità, i valori democratici e la prosperità in Eurasia, dall’Europa orientale e dalla Turchia a ovest fino al Caucaso, alla Russia e all’Asia centrale a est.

Seguici sui social
Supportiamo il nostro lavoro

Foto: una barca galleggia lungo il fiume Moscova, con la Cattedrale di Cristo Salvatore e il Cremlino sullo sfondo. 25 ottobre 2021 (Reuters / Shamil Zumatov)

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post Dolly Parton festeggia il suo 76° compleanno “appena appeso” nel suo abito di compleanno
Next Post Giannis ha guidato i Bucks oltre i Grizzlies a corto raggio 126-114.