Non condonare la sinistra diplomatica giapponese

È stata una settimana intensa a Washington, D.C., piena di incontri ad alto livello tra membri del gabinetto statunitense e giapponese culminati in una vertice Tra il primo ministro Kishida Fumio e il presidente Joe Biden. Stati Uniti e Giappone 2 + 2 incontri Ha fornito informazioni sulla crescente agenda della cooperazione in materia di sicurezza post-giapponese Dichiarazione di spartiacque lo scorso dicembre dai suoi maggiori investimenti nelle sue difese. Ma questo non era solo un momento in cui brillava l’alleanza militare bilaterale. Rifletteva il ruolo trasformativo che il Giappone sta ora svolgendo nella gestione della crisi globale.

Il presidente Biden ha accolto per la prima volta il primo ministro Kishida alla Casa Bianca, ma non è stato certo il loro primo impegno. Presidente Visita a Tokio Lo scorso maggio ha fornito l’opportunità di consultazioni approfondite sia sull’alleanza che sulle preoccupazioni che Stati Uniti e Giappone ora condividono riguardo al difficile corso che la Cina ha intrapreso nelle sue relazioni indo-pacifiche. Questa consultazione tra Biden e Kishida a Tokyo è stata immediatamente seguita da a Quadrupla cima, in cui al Primo Ministro e al Presidente si sono uniti i leader di Australia e India. Fa Primo incontro virtuale Nel marzo 2021, i leader del Quartetto hanno definito un programma ambizioso. Ospitando il vertice del Quartetto a Tokyo, Kishida ha continuato la visione diplomatica di una diplomazia indo-pacifica libera e aperta iniziata dall’ex primo ministro Abe Shinzo. Da allora, il governo Kishida e l’amministrazione Biden hanno strettamente allineato la loro strategia regionale.

Di più:

Giappone

Ma Kishida è anche entrata sotto i riflettori globali all’indomani dell’invasione russa dell’Ucraina lo scorso febbraio. Inquadrando la risposta del Giappone all’aggressione russa come una difesa diplomatica dell’ordine internazionale basato su regole, Kishida ha tenuto il passo con la strategia in evoluzione del G7 di sanzionare la Russia e aiutare l’Ucraina. Il Giappone ha Congelare i beni Da 622 individui russi, incluso Vladimir Putin, e 53 gruppi. Oggi, 100 milioni di dollari in prestiti e altri 200 milioni di dollari in sovvenzioni dal Giappone sostengono l’Ucraina e i suoi vicini, aiutando a reinsediare i rifugiati dal conflitto. Ulteriore assistenza sta sostenendo la ripresa della produzione agricola dell’Ucraina e, più recentemente, sono stati forniti generatori e altre attrezzature per aiutare gli ucraini ad affrontare l’inverno.

La visita di Kishida a Washington, DC, ha sottolineato l’investimento da prima pagina nella potenza militare del Giappone, ma la sua conversazione con il presidente ha anche evidenziato il notevole peso diplomatico del Giappone. Il Giappone ospiterà il prossimo incontro del G7 a Hiroshima a maggio e Kishida ha già iniziato a definire il suo programma. I leader si riuniranno a Hiroshima, la casa di Kishida e il luogo del bombardamento atomico alla fine della seconda guerra mondiale. Lì, dovrebbe anche evidenziare il pericolo nucleare chiaramente crescente nell’invasione dell’Ucraina da parte della Russia nel tentativo di avviare un nuovo ciclo di attività globale e garantire che queste armi non vengano mai più utilizzate in guerra.

Il tour europeo del G-7 di Kishida è iniziato con una visita in Francia. Lì, lui e il presidente Emmanuel Macron si sono impegnati al G7 a “Unitevi in ​​risposta all’aggressione della Russia contro l’Ucraina, continuate ad attuare dure sanzioni contro la Russia e sostenete fermamente l’Ucraina. Da Parigi, Kishida si è recato a Roma per incontrare il primo ministro italiano Giorgia Meloni e ha dichiarato che “Entrambi i paesi hanno la responsabilità di guidare la comunità internazionale in quanto membri del Gruppo dei Sette, che condividono valori fondamentali.L’Italia farà parte di un consorzio che costruisce il combattente di supporto di nuova generazione per il Giappone. La sua ultima tappa europea è stata a Londra, dove Kishida ha firmato insieme al primo ministro Rishi Sunak Nuovo accordo di difesa Ciò consentirebbe alle forze giapponesi e britanniche di addestrarsi nei due paesi e determinerebbe lo status delle forze in visita.

In patria, Kishida continuerà ad affrontare domande sul suo piano per raddoppiare la spesa relativa alla sicurezza del Giappone al 2% del PIL e aggiungere missili a lungo raggio all’arsenale delle SDF. Lui e il suo partito dovranno affrontare un continuo controllo pubblico con l’avvicinarsi delle elezioni locali di aprile. Ci sono già segnali di emergenti rivalità tra partiti e speculazioni sulle prospettive politiche a lungo termine di Kishida. E il suo viaggio diplomatico potrebbe non placare le crescenti preoccupazioni sull’economia giapponese, dove l’inflazione è al 4%.

Ma ciò che è chiaro a molti al di fuori del Giappone è quanto sia importante la leadership giapponese nella difficile geopolitica di oggi. Sono finiti i giorni in cui i primi ministri giapponesi potevano concentrarsi solo sulle questioni interne e lasciare il compito di immaginare il futuro del mondo nelle mani di altri. L’attivismo del primo ministro Kishida sulla scena mondiale lo rende un gradito visitatore a Washington, DC, e un partner molto apprezzato per molti altri leader democratici alle prese con questo pericoloso momento globale.

Di più:

Giappone

READ  L'Europa deve intensificare gli investimenti nell'economia circolare

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *