Naseeruddin Shah chiede film di propaganda

Naseeruddin Shah ha affermato che il governo sta incoraggiando i registi a produrre film “pro-establishment”.

Nuova Delhi:

l’attore Nasiruddin Shah Oggi ha affermato che mentre riteneva che l’industria cinematografica fosse isolata dalla discriminazione religiosa e dall’islamofobia, il governo ha incoraggiato i registi a produrre film “pro-establishment”.

Parlando con NDTV, l’attore veterano ha anche affermato che la sua dichiarazione su una “sezione di musulmani indiani” che celebra il ritorno dei talebani è stata fraintesa.

In commenti ampiamente diffusi all’inizio di questo mese, ha affermato: “Anche se il ritorno al potere dei talebani in Afghanistan sta preoccupando il mondo intero, le celebrazioni di alcuni segmenti di musulmani indiani con i barbari non sono meno pericolose”. Ha anche differenziato tra ciò che chiamava “Islam hindustani” e ciò che è effettivamente praticato in altre parti del mondo.

L’attore 71enne ha ammesso oggi che “festa” potrebbe non essere stata la parola giusta da usare. “Mi riferivo a coloro che hanno rilasciato dichiarazioni pubbliche a nome dei talebani”, ha detto Nasiruddin Shah. “La storia passata dei talebani dovrebbe preoccuparci molto”.

“Ciò che mi rattrista è che ci sono sezioni della comunità musulmana d’accordo. Ho anche ricevuto pacche sulla spalla da destra. Non ho bisogno di congratulazioni o nomi del genere”.

Quando gli è stato chiesto se si fosse sentito discriminato nell’industria cinematografica, ha risposto: “Non so se la comunità musulmana stia affrontando discriminazioni ora nell’industria cinematografica. Penso che il nostro contributo sia molto importante. In questo settore ce n’è solo uno. Dio, e quella è Mammona.” L’ammontare delle entrate che puoi fare rende la quantità di rispetto che ricevi nell’industria I Tre Khan sono ancora al vertice, sono indiscussi e continuano a fornire. Non ho mai sentito alcuna discriminazione. I Mi è stato consigliato all’inizio della mia carriera di cambiare nome. L’ho tenuto e non lo so, avrebbe fatto alcuna differenza”.

READ  La Cina svela il treno maglev, "il veicolo terrestre più veloce del mondo": rapporto'

Ma ha detto che la discriminazione esiste all’esterno.

Il rappresentante ha affermato che le dichiarazioni del tutto innocue di leader musulmani, membri del sindacato e studenti sono state punite, ma che le dichiarazioni pubbliche sui commessi atti di violenza contro la comunità musulmana non sono state né criticate né commentate, tanto meno ritenute responsabili.

E sul contraccolpo alle sue dichiarazioni, l’attore ha scherzato sul fatto che gli è stato offerto un biglietto completamente rimborsabile per il Pakistan: “Da Bombay a Colombo e da Colombo a Karachi”.

L’attore ha affermato che sebbene non ci sia un vero e proprio fanatismo, l’industria cinematografica sta vivendo alcuni cambiamenti.

“Sono incoraggiati dal governo a produrre film filo-governativi, a fare film che elogiano gli sforzi del governo. Sono anche finanziati, come promesso arrogantemente se fanno film di propaganda, francamente”, ha detto.

“Anche nella Germania nazista, questo è stato tentato. Cineasti eccezionali e di livello mondiale sono stati arrestati e gli è stato chiesto di realizzare film che diffondessero la filosofia nazista”.

L’attore ha detto di non avere prove concrete, ma era chiaro dai grandi film al botteghino in uscita in questi giorni. “Questo è il tipo di blockbuster ad alto budget in arrivo”, ha detto. “I grandi film non possono nascondere l’agenda sciovinista”.

Ha sottolineato che ciò che ha detto è “del tutto ragionevole” e che è dispiaciuto per coloro che sono “indignati” per ciò che ha detto sui talebani.

“Questo non è un momento normale. C’è un’aria di odio mobilitato in attesa di essere rilasciato. Le persone aspettano di essere offese da qualsiasi cosa. Se avessero sentito la mia dichiarazione, si sarebbero resi conto che non c’era nulla per accendere le mutande “. disse Nasiruddin Shah.

READ  Centinaia lanciano in aria la prima donna nel Giorno dell'Indipendenza, i vestiti si strappano: rapporto

Vedendo che potrebbe aver esagerato la quantità di persone che stavano parlando a sostegno dei talebani, ha detto a NDTV che sentiva quello che aveva da dire in quel momento. “Non ci vuole tempo perché un incendio si diffonda. Non ci vuole tempo perché tali pensieri permeano le menti delle persone. La maggior parte delle persone era arrabbiata con le riforme e questo mi ha infastidito di più. Sono contrari all’idea di modernità”.

“Per Islam indiano intendevo la pratica dell’Islam tollerante e influenzato dai sufi in questo paese. Mi riferivo all’Islam rappresentato da persone come Salem Chishti e Nizamuddin Awliya. L’Islam indiano è una religione che non crede nell’implementazione di base della parola legge.”

L’attore ha condiviso che sua moglie Ratna Pathak Shah, che è anche una famosa attrice, ha chiesto ai loro figli di dire, quando gli è stato chiesto della religione che praticavano: “Bilbury”.

“Non sono preoccupato per me stesso, sono preoccupato per i bambini”, ha detto.

“L’establishment vuole che proviamo paura. Vogliono che ci arrendiamo alla paura. Non sono mai stato minacciato di violenza fisica. Le mie simpatie vanno a coloro che sono stati sottoposti a esecuzioni extragiudiziali e accuse di macellazione di mucche, spesso senza prove. Lo è ancora di più: è inquietante che chi fa del male riceva spesso le congratulazioni”.

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Campus UC I più votati 2022 Top News College nelle notizie statunitensi e nel rapporto mondiale
Next Post I benchmark delle app Android di Windows 11 lasciano più domande che risposte