Milei convoca Congresso per un nuovo pacchetto shock in Argentina – Agenzia ANSA

Il presidente argentino, Javier Milei, ha convocato sessioni straordinarie del Congresso per discutere delle iniziative promosse dal suo governo. Le sessioni si terranno dal 26 dicembre al 31 gennaio 2024 e si prevede che siano molto intense e decisive per il futuro del paese.

Tra le principali questioni da discutere durante queste sessioni vi sono la riforma dello Stato e dell’imposta sul reddito. Il presidente Milei è determinato ad attuare delle riforme sostanziali per migliorare l’efficienza del governo e ridurre il peso fiscale sulla popolazione.

Inoltre, ci sarà un dibattito sull’istituzione del sistema di voto unico, che è già stato approvato alla Camera. Questa è un’iniziativa fondamentale per garantire una maggiore trasparenza e democrazia nel processo elettorale.

Un aspetto rilevante che sarà incluso nelle discussioni è il pacchetto shock preparato dalla squadra guidata da Federico Sturzenegger, ex capo della Banca centrale. Questo pacchetto comprende modifiche al regime fiscale e rappresenta una sfida significativa per il governo di Milei.

La riforma dell’Irpef, l’imposta sul reddito delle persone fisiche, sarà uno dei punti chiave che saranno discussi alla Camera dei deputati. L’obiettivo dell’esecutivo del presidente Milei è quello di revocare la riduzione dell’imposta per la maggioranza dei lavoratori promossa da Sergio Massa, ex ministro dell’Economia e candidato peronista alla presidenza.

Milei crede che questa misura sia stata inefficace e che abbia favorito solo una piccola parte della popolazione, causando forti disuguaglianze. Con la riforma dell’Irpef, si mira a ridistribuire equamente il peso fiscale e a stimolare l’economia del paese.

Le sessioni straordinarie del Congresso saranno un momento cruciale per l’Argentina e per la realizzazione delle riforme promosse dal presidente Milei. Si prevede che ci saranno forti dibattiti e che gli esiti di queste discussioni avranno un impatto diretto sul futuro del paese.

READ  Israele richiede spiegazioni ai media internazionali sui fotografi freelance presenti durante la tragedia del 7 ottobre

Emanuele Schiavone

"Appassionato ninja della birra. Risolutore di problemi estremi. Pensatore. Appassionato di web professionista. Avido comunicatore. Piantagrane hardcore. "

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *