Messa di mezzanotte: Sacrificio e suicidio


Nota dell’editore Come indicato nel titolo, questo pezzo contiene discussioni sul suicidio
.

Netflix Spuntino di mezzanotte Significa cose diverse per persone diverse. Per alcuni, questa è un’altra solida entrata nella serie antologica horror di Mike Flanagan, questa volta ispirata a una tradizione vampirica che spazia da Dracula per me bambini smarriticon un po’ Faust e esorcista Lanciato in buona misura. per gli altri, come impastoL’editore televisivo Alison Kane, è anche una rara rappresentazione televisiva della “bellezza leale e del terrore” del cristianesimo in “The Most Honest…[and] crudo.”

Per me, è un’emozionante storia di sacrificio… per la maggior parte. Quando la piccola città di Crockett Island cade in un incidente miracoloso che si rivela più diabolico delle persone pie, le persone veramente brave sacrificano le loro vite per gli altri. Tuttavia, probabilmente il sacrificio più potente della serie è in realtà il suicidio.

spoiler-warning-new.jpg

Nella prima stagione, episodio cinque, “Libro quinto: La Bibbia”, Spuntino di mezzanotte Uccide uno dei suoi pionieri in modo sorprendente e soprannaturale. Riley Flynn, interpretato con grande pietà da Zach Guilford, è il nostro prequel della serie, poiché viene rivelato che sta tornando nella sua casa di Crockett Island dopo quattro anni di carcere per aver causato un incidente d’auto in stato di ebbrezza che ha ucciso una giovane donna. La lotta di Riley con il senso di colpa e il disprezzo di sé costituisce il nucleo del personaggio in un primo momento, un’idea innescata dalla sua terribile visione notturna della vittima dell’incidente. Vediamo lentamente un lavoro di redenzione accadere dentro di lui, ma è più grazie al suo interesse amoroso d’infanzia Erin Green (Kate Siegel) e al lavoro inaspettato di Riley per l’insegnante che a qualsiasi cosa abbia scoperto nel suo viaggio di fede. Quindi è ancora più scioccante quando, proprio mentre Riley sembra riscoprire il suo scopo in questo mondo, il destino gli infligge un altro colpo crudele.

READ  Il professionista di "DWTS" Keo Motsepe descrive Chka Khan come il peggior partner di ballo delle celebrità

Mentre le sue conversazioni con Padre Paul (Hamish Linklater) non sembrano davvero aiutarlo a “trovare Dio” o superare la sua colpa, Riley ha trovato uno scopo nell’aiutare Joe (Robert Longstreet) ad affrontare i suoi demoni attraverso la versione isolana di Alcolisti Anonimi . Ironia della sorte, tuttavia, è stata la vicinanza di Riley e Joe a padre Paul e all'”Angelo” che ha causato la loro morte; Riley ha solo avuto un po’ più di libertà nel modo in cui è avvenuta la sua morte permanente. Ma la sua morte nell’Episodio V è stata davvero un sacrificio per i suoi amici, la sua famiglia e la città? Un atto disinteressato compiuto per rivelare i veri orrori che stanno per accadere? O è più vicino al suicidio?

Riley non ha chiesto di diventare un vampiro, ma non ha fatto molto con i poteri che la maledizione gli ha conferito. Dopo una notte di percezioni sensoriali, ha scelto di concludere tutto in modo sorprendente. Lascia quello che equivale a un biglietto d’addio per la sua famiglia e Eren, l’ultimo dei quali deve anche testimoniare della sua morte infuocata. Quindi, in sostanza, Riley sta mostrando alcuni classici segni di comportamento suicidario “preparando la sua via d’uscita”. Ma nel frattempo, lascia dietro di sé una scia devastante. In altre parole, si arrende.

“Sapevo che non avresti creduto a niente di tutto questo se non l’avessi visto”, disse a Eren, dopo che i due avevano remato al centro della baia, lontano dalla riva e dal santuario. “Mi dispiace così tanto che tu debba vedere questo.”

Mentre un dolce addio è in superficie, ci sono alcune cose che non sono vere su questo addio. Irene era precedentemente affermata come qualcuno che nella fede e nel concetto dell’anima perpetua discese e ascese dal cielo, qualcuno che si opponeva filosoficamente al modo di pensare scettico e cinico di Riley. Probabilmente non aveva bisogno dello spettacolo del rogo dei vampiri all’alba per credere a Riley. (Inoltre, c’erano molti modi meno eccitanti per persuaderla.) Quindi quello che abbiamo invece è un atto di suicidio egoistico con un vortice di sensi di colpa, “In realtà, lo sto facendo per il tuo bene”.

READ  Barbara Broccoli, produttrice di No Time To Die, afferma che James Bond sarà sempre un maschio

Riley potrebbe essere libero e libero dai suoi sensi di colpa e dai suoi incubi ora, e come ricompensa a lui sconosciuta, evita anche di affrontare gli orrori che stanno per abbattersi sull’isola di Crockett. Ma abbastanza sicuro, gli umani avrebbero potuto usare un potente combattente soprannaturale che si sarebbe rivoltato contro la sua volontà. (Voglio dire, è andata davvero bene per cinque intere stagioni di Angelo.Tuttavia, la famiglia Riley non può dire addio alle proprie condizioni. Erin, che è stata completamente scioccata dalla morte di Riley a livello sia completamente normale che terrificante, ha sicuramente avuto la sua versione infernale di PTSD per il resto della sua breve vita. Riley ha preso la strada “facile” per il suo bene, lasciando tutti gli altri che avrebbero dovuto prendersi cura di lui per rimanere indietro, raccogliere i pezzi e andare avanti.

“Ho fatto del mio meglio”, ha detto Riley. “Ho fatto del mio meglio.”

Forse l’ha fatto davvero. E francamente, questo è il massimo che chiunque può chiederci, ed è il massimo che ognuno di noi può fare. Lo stesso Flanagan – non estraneo alle dispute interne sulla religione e alle preoccupazioni private su una storia familiare di alcolismo – ha fatto i dannati per la parte migliore dell’ultimo decennio per ottenere Spuntino di mezzanotte Secondo la sua visione unica. Era chiaramente un progetto personale per lui.

“Ma la mia più grande paura non era quella di morire in un incidente d’auto ubriaco”, ha detto Il New York Times. “Era che avrei ucciso qualcun altro e vivo. Questo è il cuore pulsante della Messa di mezzanotte”.

READ  I tacchi ci danno il dramma del wrestling da parte dei fan del wrestling [SDCC]

Forse la personalità di Riley e la sua improvvisa scomparsa sono più vicini al cuore di Flanagan di quanto sappiamo; Forse è stato l’ultimo atto di Riley, sia esso sacrificale o egoistico, anche se potrebbe essere il tipo di liberazione che Flanagan stesso sperava se avesse lasciato che le sue peggiori paure finissero, logiche o meno. Ma per me, come qualcuno che ha perso buoni amici e mentori a causa del suicidio in questo nostro mondo reale, sono ancora arrabbiato con Riley per essersi arreso e non essere rimasto nella buona battaglia. E non so se riuscirò mai a perdonarlo.



Dave Trumbore è un ex scrittore ed editore senior presso Collider.com, nonché autore di The Science of Breaking Bad. Per ulteriori informazioni su TV, film, cartoni animati e giochi, puoi seguirlo Tweet incorporato.

Per tutte le ultime notizie TV, recensioni, elenchi e funzionalità, segui Incolla_TV.

Abelie Lombardi

"Pioniere del caffè. Pensatore appassionato. Creatore. Appassionato di Internet a misura di hipster".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Un enorme brillamento solare si sta dirigendo verso la Terra questo Halloween
Next Post Ultimo aggiornamento delle notizie: il numero di ricoveri ospedalieri negli Stati Uniti è sceso sotto i 50.000 per la prima volta in tre mesi