Mangiare mandorle ogni giorno aumenta il recupero degli esercizi del 69% tra i “guerrieri del fine settimana”

riepilogo: L’aggiunta giornaliera di 57 grammi di mandorle alla dieta per un mese ha aumentato i livelli del grasso benefico 12,13-DiHOME nei campioni di sangue subito dopo un’intensa sessione di allenamento.

Fonte: il confine

Per coloro che si allenano regolarmente, mangiare mandorle ogni giorno può essere la soluzione perfetta per il nuovo anno.

Uno studio controllato randomizzato in frontiere della nutrizione ha mostrato che i partecipanti di sesso femminile e maschile che hanno mangiato 57 grammi di mandorle al giorno per un mese avevano più grasso benefico acido 12,13-diidrossi-9Z-ottadecenoico (12,13-diHOME) nel sangue subito dopo un’intensa sessione di esercizio rispetto per controllare i partecipanti.

Questa molecola, nota come oxilipina (lipide ossidato) è sintetizzata dall’acido linoleico dal tessuto adiposo bruno e ha un effetto benefico sulla salute metabolica e sulla regolazione energetica.

“Qui dimostriamo che i volontari che hanno mangiato 57 grammi di mandorle al giorno per un mese prima dell’esercizio ‘Weekend Warrior’ sono stati i più utili”, ha affermato l’autore del reportage Dr. David C. Neiman, professore e direttore dello Human Performance Laboratory presso l’Appalachian State University presso il North Carolina Research Campus. di 12,13-DiHOME nel sangue subito dopo l’esercizio rispetto ai volontari di controllo.Hanno anche riferito di sentire meno fatica e tensione, migliore forza della gamba posteriore e ridotto danno muscolare dopo l’esercizio rispetto ai volontari di controllo .”

Supplemento di mandorle per quattro settimane

La sperimentazione clinica ha incluso 38 uomini e 26 donne, di età compresa tra 30 e 65 anni, che non hanno partecipato ad un regolare allenamento con i pesi. Circa la metà di loro è stata assegnata in modo casuale al gruppo della dieta a base di mandorle e l’altra metà al gruppo di controllo, che mangiava ogni giorno una barretta di cereali con un apporto calorico adeguato. I ricercatori hanno prelevato campioni di sangue e urina prima e dopo il periodo di integrazione di quattro settimane.

Le misurazioni delle prestazioni includevano il test anaerobico di 30 secondi di Wingate, il test di corsa della navetta di 50 metri, il salto verticale, la panca piana e gli esercizi di forza della gamba posteriore. Ulteriori campioni di sangue e urina sono stati prelevati immediatamente dopo la sessione di “esercizio eccentrico” di 90 minuti e quotidianamente per i quattro giorni successivi.

Dopo ogni prelievo di sangue, i partecipanti hanno compilato un questionario sul “profilo dell’umore” (POMS) per determinare il loro stato mentale, valutando l’indolenzimento muscolare a insorgenza ritardata, ovvero il dolore e la rigidità che hanno provato dopo un esercizio insolito o faticoso, su un 10 -scala di intervalli.

Come previsto, l’esercizio di 90 minuti ha portato a un aumento della sensazione di danno muscolare e dolore muscolare dei volontari, nonché a un aumento del punteggio POMS, che indica una diminuzione dell’attività e un aumento della fatica, dell’ansia e della depressione.

Questo indica le mandorle
Come previsto, l’esercizio di 90 minuti ha portato a un aumento della sensazione di danno muscolare e dolore muscolare dei volontari, nonché a un aumento del punteggio POMS, che indica una diminuzione dell’attività e un aumento della fatica, dell’ansia e della depressione. L’immagine è di pubblico dominio

L’esercizio ha anche portato a livelli transitoriamente elevati di citochine pro-infiammatorie come IL-6, IL-8, IL-10 e MCP-1 nel sangue, coerenti con un lieve danno muscolare. Tuttavia, questi cambiamenti di citochine erano uguali nei gruppi di barrette di mandorle e cereali.

Differenze in due concentrazioni di DiHOME

È importante sottolineare che, subito dopo l’esercizio, la concentrazione benefica di 12,13-DiHOME era del 69% più alta nel plasma sanguigno dei partecipanti nel gruppo delle mandorle rispetto al gruppo di controllo. 12,13-DiHOME è noto per aumentare il trasporto e l’assorbimento degli acidi grassi da parte del muscolo scheletrico, con l’effetto complessivo di stimolare il recupero metabolico dopo l’esercizio.

È stato trovato lo schema inverso di un’altra oxilipina, l’acido 9,10-diidrossi-12-ottadecenoico moderatamente tossico (9,10-dihome), che era del 40% più alto immediatamente dopo l’esercizio nel sangue del gruppo di controllo rispetto al gruppo delle mandorle . A differenza del 12,13-DiHOME, è stato dimostrato che il 9,10-diHOME ha effetti negativi sulla salute generale e sul recupero del corpo per l’esercizio.

I polifenoli nella buccia della mandorla possono essere la chiave

Neiman e colleghi hanno concluso che il consumo quotidiano di mandorle provoca un cambiamento nel metabolismo, che riduce l’infiammazione e lo stress ossidativo dall’esercizio e consente al corpo di recuperare più velocemente.

“Concludiamo che le mandorle forniscono un complesso unico di nutrienti e una miscela di polifenoli che possono supportare il recupero metabolico da livelli stressanti di esercizio. Le mandorle contengono elevate quantità di proteine, tipi sani di grassi, vitamina E, minerali e fibre. La buccia marrone di le mandorle contengono polifenoli che finiscono nell’intestino”, ha detto Neiman. grassi e aiutano a controllare l’infiammazione e lo stress ossidativo.

Gli autori dichiarano che la ricerca è stata condotta in assenza di rapporti commerciali o finanziari che potrebbero essere interpretati come un potenziale conflitto di interessi

Finanziamento: Finanziato dall’Almond Council of California, Modesto, CA. Il finanziatore non ha avuto alcun ruolo nella progettazione dello studio, nella raccolta dei dati, nell’analisi e nell’interpretazione, nella preparazione del manoscritto o nella decisione di inviare l’articolo per la pubblicazione.

Informazioni su questa ricerca di notizie su dieta ed esercizio fisico

autore: Misha Dystra
Fonte: il confine
Contatto: Misha Dykstra – Frontiere
immagine: L’immagine è di pubblico dominio

Guarda anche

Questo indica un'ape che raccoglie polline

Ricerca originale: accesso libero.
L’assunzione di mandorle altera la risposta acuta dell’acido diidrossi-ottadecenoico plasmatico (DiHOME) all’esercizio eccentrico.Di David Neiman et al. frontiere della nutrizione


Riepilogo

L’assunzione di mandorle altera la risposta acuta dell’acido diidrossi-ottadecenoico plasmatico (DiHOME) all’esercizio eccentrico.

Questa indagine ha determinato se il consumo di mandorle ricche di nutrienti per 4 settimane ha ridotto l’infiammazione post-esercizio, il dolore muscolare e il danno muscolare. Un attacco acuto di 90 minuti di esercizio eccentrico (90-EE) è stato utilizzato per indurre danno muscolare in 64 adulti non infetti che non si impegnavano in un regolare allenamento di resistenza (30-65 anni, BMI <30 kg/kg).m 2) .

Utilizzando un disegno a gruppi paralleli, i partecipanti sono stati randomizzati ai gruppi di trattamento con mandorle (57 g/giorno) o barrette di cereali (CB) (calorie identiche) per 4 settimane prima del 90-EE (17 esercizi).

I campioni di sangue e urina sono stati raccolti 24 ore prima e dopo l’integrazione, con ulteriori campioni di sangue raccolti immediatamente dopo l’EE-90 e poi quotidianamente durante altri 4 giorni di recupero. Sono stati valutati i cambiamenti nelle ossilipine plasmatiche, i fenoli derivati ​​dal tratto urinario, le citochine plasmatiche, i biomarcatori di danno muscolare, gli stati dell’umore e le prestazioni fisiche.

Il protocollo 90-EE ha causato danni muscolari significativi, indolenzimento muscolare a insorgenza ritardata (DOMS), infiammazione, diminuzione delle prestazioni di forza e potenza e disturbi dell’umore. Gli effetti di interazione (2 gruppi × 7 punti temporali) hanno sostenuto che AL vs CB era associato a diminuzione dell’affaticamento e della tensione post-esercizio (p = 0,051, 0,033, rispettivamente) e livelli più elevati di forza della gamba posteriore (p = 0,029). Non sono state riscontrate differenze negli aumenti del gruppo post-90-EE in DOMS e sei citochine. AL era associato a livelli più bassi di creatina chinasi sierica immediatamente e dopo 1 giorno di esercizio (P = 0,034 e 0,013, rispettivamente).

L’incontro 90-EE ha aumentato i livelli plasmatici post-esercizio immediati di 13-ossilipina. Gli effetti dell’interazione hanno rivelato livelli significativamente più alti di AL rispetto a CB per 12,13-DiHOME (p <0,001) e livelli più bassi per 9,10-DiHOME (p <0,001). Aumento dei livelli urinari in AL rispetto a CB di sette composti fenolici di derivazione intestinale incluso 5-(3′,4′-diidrossifenil)-valerolattone che era inversamente correlato ai cambiamenti nel plasma 9,10-DiHOME (r = -0,029, p = 0,021 ).

Questi dati supportano alcuni degli effetti positivi dell’assunzione di mandorle sul miglioramento dell’umore, sul mantenimento della forza, sulla riduzione del danno muscolare, sull’aumento della produzione di metaboliti fenolici derivati ​​dall’intestino e sull’alterazione della risposta del dimero di oxilipina plasmatica a un esercizio insolito negli adulti non allenati.

Elevati livelli plasmatici post-esercizio di 12,13-DiHOME con l’assunzione di mandorle supportano esiti metabolici positivi per gli adulti che si impegnano in periodi insoliti di esercizio.

READ  Stanotte il picco delle piogge meteoriche dei Gemelli; Buone notizie per gli amanti del cielo in Michigan

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *