Mangiare cibi ricchi di flavonoidi può rallentare il declino cognitivo

Le persone che assumevano circa 600 milligrammi (0,02 once) di flavonoidi al giorno avevano un rischio inferiore del 20% di declino cognitivo rispetto a quelle che assumevano solo 150 milligrammi (0,005 once) al giorno, secondo lo studio pubblicato mercoledì sul Journal of the American Academy di Neurologia. .

Lo studio ha affermato che 100 grammi (3,5 once) di fragole contengono 180 milligrammi (0,006 once) di flavonoidi, mentre una mela contiene circa 113 milligrammi (0,003 once).

I flavonoidi sono una serie di composti con potenti capacità antiossidanti È comune in molti tipi di frutta e verdura, ha affermato l’autore dello studio, il dott. Walter Willett, professore di epidemiologia e nutrizione presso la Harvard TH Chan School of Public Health e professore di medicina presso l’Università di Harvard a Cambridge, nel Massachusetts.

Il danno al “flusso sanguigno al cervello è un importante contributo al declino cognitivo”, ha detto Willett, aggiungendo che le proprietà antinfiammatorie dei flavonoidi aiutano a proteggere l’afflusso di sangue, che a sua volta rallenta il declino cognitivo.

Ha aggiunto che il declino cognitivo può portare a malattie come la demenza e il morbo di Alzheimer.

Lo studio è durato quasi un quarto di secolo e ha coinvolto quasi 75.000 partecipanti. Willett ha affermato che l’età media dei partecipanti all’inizio dello studio era di 50 anni e ora hanno tra i 70 e gli 80 anni.

Le funzioni cerebrali delle persone iniziano a deteriorarsi Nei nostri vent’anni e trent’anni, ma noi Ha detto che di solito non se ne accorge finché non raggiungiamo i nostri 70 anni. Ha aggiunto che mangiare cibi ricchi di flavonoidi potrebbe rendere il declino meno grave.

READ  Gli scienziati del clima avvertono: la Corrente del Golfo è in uno stato di collasso - studio

Dopo aver monitorato le diete dei partecipanti per 20 anni, i ricercatori hanno chiesto loro di rispondere a un questionario più volte nel corso di quattro anni. Un periodo per identificare il declino cognitivo, ha detto Willett.

Il declino cognitivo di ogni persona è stato calcolato da sei domande sì o no. Domande incluse “Hai più problemi del solito a ricordare un breve elenco di articoli, come una lista della spesa?” e “Trovi difficile ricordare le cose da un secondo all’altro?”

Poiché lo studio è stato condotto per decenni, i risultati sono più validi di altri studi che si svolgono nell’arco di due anni, ha affermato il dottor Daniel Potts, membro dell’American Academy of Neurology. e un neurologo del Dipartimento degli affari dei veterani degli Stati Uniti a Tuscaloosa, in Alabama, che non è stato coinvolto nello studio.

“Il declino cognitivo è qualcosa che accade lentamente, quindi quando lo valuti, puoi catturare meglio i cambiamenti sottili per un lungo periodo di tempo”, ha detto.

Come mangiare più flavonoidi

Willett ha affermato che non esiste un numero prestabilito di flavonoidi che le persone dovrebbero mangiare ogni giorno e che non dovrebbero essere contati o misurati.

17 cucine favolose che ne valgono la pena, secondo gli esperti (CNN Undescored)
Inoltre, l’assunzione di flavonoidi svolge solo un piccolo ruolo nel rallentare il declino cognitivo. Ha notato che le persone dovrebbero anche vivere uno stile di vita sano, incluso attività fisica regolare e Non fumare.
dieta mediterranea È stato dimostrato che è efficace nel mantenere la funzione cognitiva, ha detto Potts, e che molti alimenti nella dieta sono ricchi di flavonoidi.

“La nutrizione ha molto a che fare con la nostra salute cognitiva e le scelte che facciamo oggi riguardo alle cose che consumiamo hanno un ruolo enorme da svolgere più avanti nella vita nel proteggere il nostro cervello”, ha detto.

READ  Una catena di asteroidi più grande della Grande Piramide di Giza attraversa la Terra

Ha detto che alcuni frutti ricchi di flavonoidi includono fragole, lamponi e arance. Pepe e sedano sono verdure in grandi quantità Ha aggiunto che dal complesso.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post I giovani Rams italiani ricevono una lezione in campo di addestramento il primo giorno di Rob Havenstein
Next Post Netflix imporrà vaccini COVID-19 sui prodotti negli Stati Uniti