L’uomo italiano tiene il “braccio finto” per ottenere il certificato di vaccino COVID senza pugnalarlo

Un uomo di 50 anni nella città italiana del Piemonte, Torino, ha usato un bizzarro trucco per indurre gli operatori sanitari venerdì a ottenere un permesso verde per un vaccino COVID in Europa senza avere un vaccino contro il coronavirus. È stato mostrato al centro di vaccinazione con in mano un “braccio protesico” apparentemente per manomettere il sistema, ma è stato denunciato alla polizia italiana nella città settentrionale di Biella.

Il cosiddetto silicone sul braccio protesico sembrava “molto simile” alla vera pelle, hanno affermato Alberto Sirio, presidente della regione Piemonte, Alberto Sirio, e l’assessore alla salute Luigi Genesio Icardi. Rivelando l’intero incidente su Facebook, ha detto che il 50enne si era presentato, ha firmato un modulo di consenso e poi ha infilato la manica nel braccio finto e ha convinto un’infermiera di nome Philippa Boa a fargli un’iniezione per ottenere un COVID vaccino certificato.

Il colore e il tocco del braccio del finto uomo hanno fatto subito sospettare l’operatore sanitario, che ha chiesto all’uomo di alzare la manica per esaminarsi tutta la mano. L’inganno dell’uomo viene rivelato quando l’infermiera nota qualcosa di “strano” nella sua mancia.

“Il colore della pelle era innaturale e molto più chiaro rispetto alle mani o al viso del paziente”, ha detto al quotidiano La Repubblica, aggiungendo che alla fine si è resa conto che il braccio era finto e che in realtà era fatto di silicone.

L’infermiera, all’inizio, si sentì “dispiaciuta”.

In un primo momento, il 60enne si è dispiaciuto per l’uomo, presumendo che avesse una protesi e si è chiesto se l’uomo avesse dato il braccio sbagliato per una vaccinazione. Il piano antivaccinazione è stato sventato quando il timido, che lavora anche nel settore sanitario, ha detto all’infermiera che indossava apposta il braccio finto per evitare di farsi vaccinare. Boa, infermiere dal 1987, si è infuriato e ha denunciato l’uomo alla polizia.

E l’infermiera italiana ha rivelato: “Prima sono rimasta sorpresa, poi arrabbiata, poi ho sentito un’umiliazione professionale”, sottolineando che l’antivaccinazione non ha mostrato alcun rispetto per la professione.

Il tradimento dello sconosciuto ha avuto conseguenze dopo essere stato catturato. A quanto pare, l’antivaccinazione italiana ha pagato centinaia di euro per il silicone sintetico, e l’infermiera ha detto al quotidiano La Stampa che ciò che l’ha fatta sospettare non vedeva quasi nessuna vena. Sebbene l’infermiera inizialmente provasse simpatia, pensando che il paziente avesse un braccio protesico, era arrabbiata con l’uomo impudente, come descrive l’infermiera, e cercò di persuaderla a trascurare il suo braccio finto e somministrargli un vaccino. “Hai mai immaginato che avrei posseduto un fisico simile?” Secondo quanto riferito, stava scherzando con lei. Poi l’ho mandato in prigione.

Contro la vaccinazione per rispondere subito all’eliminazione

In un comunicato congiunto con l’assessore regionale alla sanità Luigi Icardi, il primario del Piemonte, Sirio, ha espresso il proprio apprezzamento all’infermiera per la sua integrità. “La velocità e l’abilità dell’operatore sanitario hanno rovinato i piani di questa persona che ora dovrà rispondere alla magistratura”, ha detto.

Su Twitter, molti europei riluttanti sui vaccini hanno fatto battute sull’apparire nei centri di vaccinazione con finte braccia in silicone, condividere biancheria intima in silicone in vendita su Amazon, scherzando: “Se segui questo, se ne accorgeranno?” , aggiungendo che indossavano “indumenti extra” per evitare che l’ago entrasse nel loro braccio reale.

L’Italia ha recentemente annunciato un “corridoio super verde”, che entrerà in vigore in tutto il Paese lunedì e che richiederà a tutti i cittadini di mostrare la prova della vaccinazione. Sirio e Icardi hanno affermato in un comunicato congiunto che la truffa “avrebbe definito l’assurdità” se non fosse stato per il fatto che si è trattato di un gesto molto pericoloso.

READ  Maserati MC20 brilla al Pebble Beach Test Park mentre torna la Monterey Car Week per il 2021
Ravenna Bianchi

"Esperto di tv estremo. Fanatico della birra. Amichevole fan del bacon. Comunicatore. Aspirante esperto di viaggi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Battlegrounds Mobile India termina il supporto per i trasferimenti di dati di PUBG Mobile
Next Post Non perderti la cometa Leonard e le meteore Geminidi