L’Unione Europea lancia un programma di stimolo contro il virus Corona | Europa | Notizie e attualità da tutto il continente | DW

La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen è impegnata a visitare le capitali di quasi tutti gli Stati membri dell’UE mentre il blocco lancia il suo ambizioso programma di recupero del coronavirus, NextGenerationEU. La Commissione ha dato il via libera a vari paesi europei per iniziare i loro piani di investimento. L’Unione Europea distribuirà un totale di 750 miliardi di euro (895 miliardi di dollari) nei prossimi sei anni.

Martedì, von der Leyen ha visitato Berlino, Riga e Roma per promuovere il programma di ripresa – e i negoziati reali tra il capo della commissione e i governi nazionali non erano all’ordine del giorno. Ad esempio, gli incontri di Ursula von der Leyen e del cancelliere tedesco Angela Merkel sono stati programmati solo per il minor numero di incontri, anche se la Germania riceverà 25,6 miliardi di euro (29 miliardi di dollari) dal fondo di recupero.

La cancelliera tedesca Angela Merkel incontra la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen

E giovedì, il capo della commissione era a Parigi e Bruxelles per raccogliere sostegno. Ha descritto lo schema come il più grande programma di investimenti in Europa dal Piano Marshall degli Stati Uniti, salutandolo come una “risposta straordinaria a una crisi straordinaria”.

L’Italia è un grande beneficiario

I capi di governo europei hanno avviato il programma di risanamento nell’Unione europea nel 2020. Per la prima volta nella storia della società, questo tipo di fondo è finanziato attraverso il debito congiunto. Lo schema è progettato per aiutare a rivitalizzare l’economia europea e rompere la recessione del coronavirus.

L’Italia membro dell’UE riceverà quasi 200 miliardi di euro, la quota maggiore di denaro fino ad oggi. Anche Spagna, Francia e Polonia riceveranno ingenti somme pari a miliardi di euro. In cambio il Lussemburgo, piccolo membro dell’Unione Europea, riceverà solo 100 milioni di euro.

READ  I ministri delle finanze si incontrano a Venezia per finalizzare l'accordo fiscale globale

La maggior parte degli Stati membri dell’UE ha già presentato alla Commissione piani che descrivono in dettaglio come intendono investire i fondi per la ripresa nei prossimi anni. Solo la metà dei soldi dovrà essere restituita, sotto forma di prestito a tasso agevolato.

Investimenti ecologici

I piani di investimento devono soddisfare una serie di criteri fissati dall’Autorità. Ha deciso che almeno il 37% dei fondi dovrebbe andare alla protezione dell’ambiente e del clima. Un altro 20% dovrebbe essere investito nella promozione della digitalizzazione delle economie e delle società europee.

L’autorità vuole che scuole e università dispongano di migliori attrezzature educative e vorrebbe vedere investimenti nei programmi di formazione professionale e nel settore sanitario. Investire nel trasporto pubblico è un altro requisito. Soprattutto, gli Stati membri dell’UE devono dimostrare che i loro investimenti possono stimolare la crescita economica complessiva.

mano veloce?

Ursula von der Leyen ha affermato che la Germania ha soddisfatto tutti questi criteri di finanziamento. Prevede di spendere gran parte del denaro per far progredire la trasformazione digitale nel settore della sanità pubblica, negli ospedali e nelle scuole. Un’area in cui la cancelliera Merkel ha recentemente ammesso che “abbiamo qualche recupero”. I soldi andranno anche alla ricerca sull’idrogeno rispettosa del clima. La Commissione Ue stima che questi fondi per la ripresa consentiranno al progetto del PIL tedesco di crescere dallo 0,4 allo 0,7%.

Ma Daniel Bozellager, eurodeputato del partito dei Verdi, si è opposto alla proposta di investimento della Germania. Gran parte di ciò che la Germania sta promuovendo nell’ambito del piano di rilancio dell’UE è già stato incluso nel pacchetto di stimolo nazionale da 130 miliardi di euro nel 2020, il che significa che la Germania sta semplicemente riassegnando i fondi dell’UE a progetti che altrimenti sarebbero stati coperti dal proprio budget. Ciò non produce uno stimolo economico aggiuntivo, afferma Bozelager.

READ  Progetto italiano per decarbonizzare l'industria del vetro con l'idrogeno

Riforme italiane pianificate

Il primo ministro italiano Mario Draghi ha istituito una task force speciale per supervisionare e dirigere l’intenso programma di investimenti dell’Unione europea nel suo paese. Ci sono piani per intraprendere una serie di riforme in ritardo. L’idea è quella di migliorare l’efficienza della burocrazia e della magistratura in Italia. Il governo ha anche istituito un organismo di controllo per prevenire il furto o l’appropriazione indebita di fondi dell’UE. L’Italia ha un programma nazionale di stimolo da 40 miliardi di euro: i fondi per la ripresa dell’UE daranno ulteriore slancio a questo sforzo.

Tuttavia, Daniel Possellager accusa il Paese di prosciugare la sua proposta di investimento. Dice che i progetti sono formulati in un linguaggio rispettoso dell’ambiente per garantire i finanziamenti dell’UE. Quindi chiede obiettivi legalmente vincolanti che specifichino quanto tagliare l’anidride carbonica.

Il denaro può iniziare a scorrere presto

Tuttavia, i PIN rimangono alquanto vaghi in questa fase e suggeriscono ampiamente criteri, procedure e strategie per il completamento del progetto. E prima che Bruxelles possa iniziare a trasferire i soldi, il Consiglio europeo deve ancora dare il via libera. Successivamente, i paesi presenteranno domande di investimento concrete che devono essere approvate dalla Commissione. I dati dell’UE suggeriscono che il denaro potrebbe iniziare a fluire entro la fine del 2021.

Il bilancio per la ripresa dell’UE è finanziato tramite prestiti garantiti sui mercati finanziari. Il primo round di finanziamento da 20 miliardi di euro è stato ampiamente sottoscritto in eccesso, il che indica una grande fiducia nel merito creditizio del blocco. L’idea è di utilizzare le entrate fiscali e le tasse degli Stati membri per ripagare questo debito nei prossimi decenni.

READ  Attivisti italiani per il clima fanno causa al governo per inerzia

Questo articolo è stato tradotto dal tedesco

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Nuova data per il MotoGP Grand Prix of the Americas
Next Post Analisi SWOT del mercato delle copie e dei servizi della stampante, crescita del profitto globale, stock, panoramica della quantità entro il 2028 | HP, Ricoh, Pectil, Oakie, Epson, Xerox – KSU