L’Ucraina penetra nelle linee russe con i maggiori progressi dall’inizio della guerra

La guerra russo-ucraina: la svolta riflette i recenti successi ucraini in Oriente.

Kiev:

Le forze ucraine hanno fatto la loro più grande svolta nel sud del paese dall’inizio della guerra, prendendo d’assalto il fronte e avanzando rapidamente lungo il fiume Dnipro lunedì, minacciando le linee di rifornimento di migliaia di truppe russe.

Kiev non ha fornito una conferma ufficiale dei guadagni, ma fonti russe hanno ammesso che l’attacco dei carri armati ucraini era avanzato per decine di chilometri lungo la sponda occidentale del fiume, riconquistando un certo numero di villaggi lungo il percorso.

Questa svolta riflette i recenti successi ucraini nell’est che hanno cambiato le sorti della guerra contro la Russia, anche se Mosca ha cercato di alzare la posta annettendo territori, ordinando la mobilitazione e minacciando ritorsioni nucleari.

“L’informazione è tesa, mettiamola così, perché sì, ci sono già state delle scoperte”, ha detto alla televisione di stato russa Vladimir Saldo, il leader russo nelle parti occupate della provincia di Kherson in Ucraina.

“C’è un insediamento chiamato Dudchany, proprio lungo il fiume Dnipro, e proprio lì, in quella regione, c’è stata una svolta. Ci sono insediamenti occupati dalle truppe ucraine”, ha detto.

Dudchany si trova a circa 30 km (20 miglia) a sud di dove si trovava il fronte prima della breccia, indicando uno degli sviluppi più veloci e veloci della guerra nel sud, dove le forze russe sono state scavate in posizioni significativamente rinforzate lungo la linea del fronte principalmente stabilita dal prime settimane dell’invasione.

Mentre Kiev ha mantenuto un silenzio quasi completo, come in passato durante i grandi attacchi, alcuni funzionari hanno descritto quelle che hanno definito notizie di guadagni non confermate.

READ  Aggiornamenti in tempo reale sulla crisi del Pakistan: il ministro Fouad Hussain afferma che Imran Khan non si dimetterà

Anton Gerashchenko, un consigliere del ministero dell’Interno ucraino, ha pubblicato una foto di soldati ucraini che drappeggiano la loro bandiera su una statua d’oro di un angelo. Ha detto che era il villaggio di Mikhailovka, a circa 20 km dall’ex fronte.

p7p9b3j8

“Negli ultimi giorni abbiamo visto la prima foto di Oskorevka … Abbiamo visto le nostre truppe vicino all’ingresso di Mikhailivka, abbiamo visto le nostre truppe a Khreshenivka, vicino al monumento. Ciò significa che anche Zolota Balka è sotto controllo. Il nostro armato anche le forze armate sono sotto controllo. Anche le nostre forze armate sono sotto controllo”, ha detto a Reuters il membro del Consiglio regionale di Kherson Serhiy Khelan. Si sta muovendo in modo aggressivo lungo le rive del fiume Dnipro vicino a Preslav”.

“Ufficialmente, non ci sono ancora tali informazioni, ma le pagine dei social network (russi) che causano il panico … confermano pienamente queste foto”.

Tattiche simili a est

L’avanzata nel sud riflette le tattiche che hanno portato a Kiev guadagni significativi dall’inizio di settembre nell’Ucraina orientale, poiché le sue forze hanno rapidamente conquistato il territorio per controllare le linee di rifornimento russe, tagliando le forze russe più grandi e costringendole a ritirarsi.

Poche ore dopo un concerto nella Piazza Rossa di Mosca venerdì in cui il presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato che le province di Donetsk, Luhansk, Kherson e Zaporizhzhya sarebbero state terre russe per sempre, l’Ucraina ha ripreso il controllo di Lyman, la principale roccaforte russa nel nord della provincia di Donetsk.

Ciò ha aperto la strada all’avanzata in profondità nel territorio di Luhansk, minacciando le principali rotte di rifornimento alle terre conquistate da Mosca in alcune delle battaglie più sanguinose di giugno e luglio.

READ  Crisi economica dello Sri Lanka: il presidente dello Sri Lanka annulla lo stato di emergenza mentre dilagano le proteste: 10 fatti

Nel sud, l’avanzata dell’Ucraina mira alle linee di rifornimento per migliaia di soldati russi, forse fino a 25.000, sulla sponda occidentale del fiume Dnipro. L’Ucraina ha già distrutto i principali ponti, costringendo le forze russe a utilizzare attraversamenti temporanei. Una grande avanzata lungo il fiume potrebbe tagliarlo completamente.

“Il fatto che siamo penetrati nel fronte significa che… l’esercito russo ha già perso la capacità di attaccare, e oggi o domani potrebbe perdere la sua capacità di difendersi”, ha affermato l’analista militare di Kiev Oleh Zhdanov.

“Un mese del nostro lavoro per distruggere i loro rifornimenti e ridurre l’efficacia in combattimento di questo gruppo significa che stanno lavorando su razioni minime in termini di munizioni, carburante e cibo”.

Putin ha risposto ai fallimenti sul campo di battaglia della Russia nell’ultimo mese con un’escalation: annunciando l’annessione dei territori occupati, chiamando decine di migliaia di uomini come riservisti e minacciando ritorsioni nucleari.

48 litri 001 gradi

La Duma di Stato russa, la camera bassa del parlamento che è sotto il controllo del partito al governo di Putin, ha approvato progetti di legge che approvano l’annessione delle quattro province ucraine parzialmente occupate.

Ma le fortune in declino della Russia hanno cambiato l’umore nei media statali un tempo vittoriosi, con i presentatori di talk show che ammettevano battute d’arresto e la ricerca di capri espiatori.

“Per un certo periodo di tempo, le cose non saranno facili per noi. Non dovremmo aspettarci buone notizie al momento”, ha detto Vladimir Solovyov, il presentatore più importante della televisione di stato.

Ramzan Kadyrov, il leader della provincia russa pro Putin della Cecenia che comanda un esercito privato, ha chiesto che il comandante delle forze russe nell’Ucraina orientale fosse privato delle sue medaglie e inviato in prima linea.

READ  Gli uomini sikh usano i turbanti per salvare gli escursionisti da una cascata

Kadyrov ha anche affermato che la Russia dovrebbe usare un’arma nucleare. Putin e altri funzionari hanno affermato che potrebbero usare armi nucleari per proteggere il territorio russo, comprese le province appena annesse, ma finora si sono fermati dal dire esplicitamente che lo avrebbero fatto. Alla domanda sui commenti di Kadyrov, il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha detto: “Questo è un momento molto emozionante”.

“I capi delle regioni hanno il diritto di esprimere le loro opinioni”, ha detto Peskov ai giornalisti. “Anche nei momenti difficili, le emozioni dovrebbero comunque essere escluse da qualsiasi valutazione”.

L’altra grande scommessa di Putin, la prima mobilitazione militare di massa della Russia dalla seconda guerra mondiale, è stata impantanata nel caos. Decine di migliaia di uomini russi sono stati richiamati, mentre un numero simile è fuggito all’estero. I paesi occidentali affermano che a Mosca mancano le forniture e la manodopera per addestrare o equipaggiare le nuove reclute.

Lunedì, Mikhail Degarev, il governatore della regione dell’estremo oriente russo di Khabarovsk, ha affermato che metà di coloro che sono stati convocati lì sono stati giudicati non idonei e rimandati a casa. Ha licenziato il commissario militare della regione.

(Ad eccezione del titolo, questa storia non è stata modificata dalla troupe di NDTV ed è pubblicata da un feed sindacato.)

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post L’agenda sociale conservatrice di Georgia Meloni solleva preoccupazioni sui diritti in Italia
Next Post Martedì l’Inter affronterà il Barcellona in Champions League