L’ottimismo aziendale migliora per il secondo mese consecutivo a luglio: sondaggio

Il verdetto ha condotto un sondaggio per esaminare le tendenze dell’ottimismo aziendale durante il COVID-19 in quanto si riflettono nelle opinioni delle aziende sulle loro prospettive di crescita future durante la pandemia.

Un’analisi delle risposte al sondaggio registrate a luglio mostra che l’ottimismo sulle prospettive di crescita futura è salito al 61% dal 60% di giugno, il secondo mese consecutivo di miglioramento dell’ottimismo aziendale. L’allentamento delle restrizioni COVID e un aumento del tasso di vaccinazione hanno migliorato l’ottimismo aziendale in giugno.

Gli intervistati che erano ottimisti sono aumentati di 2 punti percentuali al 25% a luglio, mentre quelli che erano molto ottimisti sono diminuiti di 1 punto percentuale al 36%.

I pessimisti sono aumentati di un punto percentuale all’11%, mentre i estremamente pessimisti sono diminuiti di due punti percentuali al 13% dal 15% di giugno.

La percentuale dei neutrali (né ottimisti né pessimisti) è rimasta invariata al 15%.

L'ottimismo aziendale migliora per il secondo mese consecutivo a luglio

L’analisi si basa su 1.697 risposte dei lettori dei siti di Verdict Network tra il 1 luglio e il 31 luglio 2021.

L’aumento dei consumi e l’occupazione stimolano l’ottimismo

L’ottimismo tra le piccole imprese negli Stati Uniti è aumentato per la prima volta dal gennaio di quest’anno, secondo un rapporto della National Federation of Independent Business. L’ottimismo è passato da 103,6 di giugno a 105,2 di luglio a causa del miglioramento delle prospettive economiche, della forte domanda dei consumatori e della forte attività occupazionale.

La fiducia dei consumatori negli Stati Uniti è migliorata da 128,9 di giugno a 129,1 di luglio ed è stata la più alta registrata da febbraio 2020, secondo l’indagine sulla fiducia dei consumatori del Conference Board.®. L’ottimismo dei consumatori ha continuato ad aumentare poiché un’ampia percentuale di consumatori prevede di spendere di più e acquistare case e grandi elettrodomestici.

Un analogo miglioramento della fiducia delle imprese è stato registrato in Italia e Brasile. L’indice di fiducia delle imprese è passato da 112,8 di giugno a 116,3 di luglio, secondo l’indice di fiducia dell’economia diffuso dall’Istituto nazionale di statistica (Istat). L’indice di fiducia dei consumatori è migliorato da 115,1 di giugno a 116,6 di luglio.

L’indice di fiducia delle imprese del Brasile (BCI) ha raggiunto il massimo di otto anni a luglio a 101,9, in aumento di 3,1 punti rispetto al mese precedente, secondo Getulio Vargas (FGV), un think tank economico. L’aumento è stato registrato in quattro settori principali: commercio, edilizia, industria e servizi.

La fiducia delle imprese in quattro regioni del Regno Unito, tra cui East Midlands (aumento di sette punti al 38%), Nord Est (aumento di 13 punti al 40%), Nord Ovest (aumento di nove punti al 38%) e West Midlands (aumento di un punto ) al 30%), sebbene l’indice generale di fiducia delle imprese del paese sia diminuito a causa dei ritardi nell’allentamento delle restrizioni COVID, secondo una metrica aziendale di Lloyds Bank Commercial Banking.


READ  L'ultimo Coronavirus: il leader di Singapore chiede una cooperazione globale per evitare infinite ondate di infezione
Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Sono sempre ottimista, non sono disperato
Next Post Emilio Ballack: il figlio diciottenne di Michael Pallak muore in un incidente in quad