L’Osservatorio italiano punta sugli algoritmi degli operai specializzati per l’impresa di consegne

MILANO (Reuters) – L’autorità italiana per la protezione dei dati ha ordinato lunedì alla società di consegne Foodinho, di proprietà della startup spagnola Glovo, di modificare gli algoritmi informatici utilizzati per gestire i dipendenti per evitare qualsiasi discriminazione dopo la scoperta di violazioni della privacy e delle leggi sul lavoro.

La mossa arriva mentre si svolge un dibattito su come regolamentare i diritti dei lavoratori nell'”economia del lavoro” digitale in tutto il mondo. La Commissione europea ha aperto una consultazione pubblica sulle potenziali norme a livello dell’UE.

I sindacati affermano che gli algoritmi di gestione sulle piattaforme internazionali stanno erodendo i salari e i diritti dei lavoratori temporanei, proprio come i blocchi per contenere la pandemia di COVID-19 hanno aumentato la domanda di lavoratori irregolari come i conducenti di consegne.

L’organizzazione, Garante, ha dichiarato di aver condannato Foodinho a pagare una multa di 2,6 milioni di euro (3,1 milioni di dollari) dopo aver indagato sulla gestione di 19.000 passeggeri in Italia, nonché su altre piattaforme di consegna online.

Ha affermato che la società non ha spiegato correttamente il proprio sistema di gestione degli ordini automatizzato ai propri dipendenti e non è riuscita a garantire che i risultati dei processi automatizzati per la valutazione delle prestazioni dei lavoratori fossero corretti.

L’autorità ha affermato che anche Foodinho non è riuscito a fornire ai lavoratori i modi per contestare le decisioni prese utilizzando l’algoritmo, inclusa l’esclusione di alcuni ciclisti dal prendere ordini.

L’autorità di vigilanza ha concesso a Foodinho 150 giorni per apportare le modifiche richieste e ha affermato che l’autorità spagnola per i dati esaminerà la piattaforma digitale internazionale di Glovo.

READ  La folla sarà presente o no?

Nessun commento immediato per Glovo, che ha sede a Barcellona e gestisce i suoi servizi in Italia attraverso Foodinho.

L’azienda fornisce di tutto, dal cibo agli elementi essenziali per la casa, a quasi 10 milioni di utenti in 20 paesi.

Un tribunale spagnolo ha stabilito l’anno scorso che i lavoratori Glovo erano dipendenti, non indipendenti, mentre il governo spagnolo propone una legislazione per dare ai sindacati l’accesso agli algoritmi che le aziende tecnologiche utilizzano per gestire la propria forza lavoro.

E a febbraio, l’Alta Corte britannica ha stabilito che un gruppo di autisti Uber aveva diritto ai diritti dei lavoratori come un salario minimo. (1 dollaro = 0,8434 euro)

(Segnalazione di Elvira Paulina; Montaggio di Kevin Levy)

Ravenna Bianchi

"Esperto di tv estremo. Fanatico della birra. Amichevole fan del bacon. Comunicatore. Aspirante esperto di viaggi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Le voci sono vere: Rimac acquisisce Bugatti con l’aiuto di Porsche
Next Post I ricercatori affermano che l’osso intagliato di 51.000 anni è una delle opere d’arte più antiche del mondo