L’OMS onora Henrietta Lacks, le cui cellule hanno cambiato la medicina

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha onorato Henrietta Lacks In riconoscimento dell’eredità di una donna di colore che ha cambiato il mondo, le sue cellule cancerose hanno fornito la base per scoperte mediche che hanno cambiato la vita, ma sono state prese senza che lei lo sapesse o il suo consenso.

I ricercatori hanno prelevato del tessuto dal corpo di Lacks quando ha cercato un trattamento per il cancro cervicale al Johns Hopkins Hospital di Baltimora negli anni ’50, per stabilire le cosiddette cellule HeLa che sono diventate la prima “linea immortale” di cellule umane a dividersi indefinitamente in laboratorio.

Nel contesto del riconoscimento di Henrietta Lacks, l’OMS ha affermato di voler affrontare un “errore storico”, osservando che la comunità scientifica globale una volta ha nascosto la sua razza e la sua storia vera.

“L’OMS riconosce l’importanza di rendere conto delle ingiustizie scientifiche passate e di promuovere l’uguaglianza razziale nella salute e nella scienza”, ha affermato il direttore generale dell’OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus. “È anche un’opportunità per conoscere le donne, in particolare le donne di colore, che hanno dato contributi straordinari ma spesso invisibili alla scienza medica”.

Henrietta e suo marito David Lacks poco dopo essersi trasferiti da Clover, in Virginia, a Baltimora, nel Maryland, all’inizio degli anni ’40. [The Lacks Family via AP Photo]

Lacks morì di cancro alla cervice uterina a soli 31 anni nell’ottobre 1951 e suo figlio maggiore, Lawrence Lacks di 87 anni, ricevette il premio dall’Organizzazione mondiale della sanità nella sua sede di Ginevra. Era accompagnato da molti dei suoi nipoti, pronipoti e altri membri della famiglia.

“Siamo stati commossi nel ricevere questo storico tributo a mia madre, Henrietta Lacks, un tributo a che donna meravigliosa era e all’impatto duraturo delle sue cellule Hela. I contributi di mia madre, una volta nascosti, ora sono giustamente onorati per il loro impatto globale, ha detto Lacks.

READ  L'Australia vede finita l'epidemia di COVID-19

“Mia madre è stata una pioniera nella vita, restituendo alla sua comunità, aiutando gli altri a vivere una vita migliore e prendendosi cura degli altri. Nella morte continua ad aiutare il mondo. La sua eredità vive in noi e ti ringraziamo per aver pronunciato il suo nome – Henrietta Manca.”

Tedros ha notato che i neri come Henrietta Lacks soffrono di discriminazione razziale nell’assistenza sanitaria, il problema esiste ancora oggi in molte parti del mondo.

“Henrietta Lacks è stata sfruttata. È una delle tante donne di colore il cui corpo è stato abusato dalla scienza. Ha riposto la sua fiducia nel sistema sanitario in modo da poter ricevere cure. Ma il sistema ha preso qualcosa da lei senza che lei lo sapesse o il suo consenso”.

cambio vita

Il capo dell’Organizzazione mondiale della sanità ha affermato che le donne di colore continuano a essere colpite in modo sproporzionato dal cancro del collo dell’utero e che la pandemia di COVID-19 ha messo in luce le persistenti disuguaglianze sanitarie che colpiscono le comunità emarginate in tutto il mondo. Ha detto che studi di diversi paesi mostrano che le donne nere muoiono di cancro alla cervice uterina molte volte più delle donne bianche, mentre 19 dei 20 paesi con i più alti tassi di cancro alla cervice uterina sono in Africa.

Il vaccino HPV, che protegge da una serie di tumori, compreso il cancro del collo dell’utero, viene ora somministrato regolarmente a molte ragazze in tutto il mondo e ci sono speranze di sradicare la malattia.

Tuttavia, l’OMS afferma che a partire dal 2020, meno del 25% dei paesi a basso reddito e meno del 30% dei paesi a reddito medio-basso hanno avuto accesso a un vaccino HPV come parte dei programmi nazionali di immunizzazione. dell’85% dei paesi ad alto reddito.

READ  I casi di COVID-19 in alcune parti del Missouri e dell'Arkansas tornano ai livelli invernali: NPR

“È inaccettabile che l’accesso al vaccino salvavita HPV sia modellato dalla tua razza, etnia o dal luogo in cui sei nato”, ha affermato il dott.

Il vaccino HPV è stato sviluppato utilizzando cellule Henrietta Lacks. Sebbene le cellule siano state prelevate senza il suo consenso e senza che lei lo sapesse, ha lasciato un’eredità che potrebbe salvare milioni di vite. Lo dobbiamo a lei e alla sua famiglia per la parità di accesso a questo innovativo vaccino”.

Lacks, che viveva vicino a Baltimora con suo marito e cinque figli, è andata alla Johns Hopkins dopo aver sofferto di gravi emorragie vaginali, dove le è stato diagnosticato un cancro cervicale.

Una linea cellulare HeLa è stata sviluppata dal suo tumore e le cellule sono state prodotte in serie con l’intenzione di trarre profitto senza essere riconosciute dalla sua famiglia, che è stata scoperta per essere utilizzata nella scienza solo negli anni ’70. La sua vita e la sua eredità sono documentate nel libro The Immortal Life of Henrietta Lacks di Rebecca Sklott, che è stato poi trasformato in un film.

All’inizio di questo mese, la proprietà di Lax si è mossa per citare in giudizio una compagnia farmaceutica che usava la linea cellulare HeLa. L’agenzia di stampa Reuters ha riferito che la misura ha affermato che la società ha fatto una “scelta consapevole” per produrre in serie le cellule e sfruttare un “sistema medico razzialmente ingiusto”.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, più di 50.000 tonnellate di cellule HeLa sono state distribuite in tutto il mondo da quando sono state prelevate da Lax.

READ  Con i primi campioni marziani riempiti, il Perseverance Rover della NASA inizia un'ambiziosa missione per restituire i campioni
Le cellule prelevate da Henrietta Lacks hanno fornito la base per il vaccino HPV, che ha rivoluzionato la risposta al cancro del collo dell’utero e ha suscitato speranze che possa essere debellato. [File: Vincent Kessler/Reuters]

Oltre all’HPV, la linea cellulare è stata fondamentale nello sviluppo del vaccino antipolio e dei farmaci per l’HIV/AIDS, l’emofilia, la leucemia e il morbo di Parkinson. Ha anche portato a scoperte rivoluzionarie nella salute riproduttiva, compresa la fecondazione in vitro, ed è stato utilizzato in migliaia di studi, incluso il COVID-19.

“La lotta per porre fine al cancro del collo dell’utero fa parte della più ampia lotta per i diritti umani”, ha affermato il dott. Grosbeck Parham, che è stato coinvolto nel movimento per i diritti civili da adolescente in Alabama ed è ora un esperto clinico con la Cervical Cancer Initiative dell’OMS. “.

“Attraverso le sue cellule immortali, la signora Henrietta Lacks ci parla, e porta anche alla nostra attenzione i milioni di giovani donne e madri nei paesi a basso reddito che continuano a morire di cancro cervicale perché non possono accedere e permettersi farmaci salvavita. Farmaci, tecniche e procedure disponibili facilmente nei paesi ad alto reddito.Le domande poste dallo spirito e dall’eredità della signora Henrietta Lacks sono: “Perché esiste questa situazione?”, “Quali sono le soluzioni?” e “Quando li implementerai?”

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Rachel Barbieri firma con Live Racing
Next Post 50 Cent afferma di aver iniziato la sua “sexy Leprechaun Challenge” dopo aver trollato Lil Kim