Lo studio di modifica genetica CRISPR ripristina la vista in parte per i pazienti legalmente ciechi: istantanee

Carlene Knight, che ha una malattia congenita agli occhi, si è offerta volontaria per consentire ai medici di modificare i geni nella sua retina utilizzando la tecnologia CRISPR.

Franny White / Ohso


Nascondi didascalia

Cambio didascalia

Franny White / Ohso

Carlene Knight, che ha una malattia congenita agli occhi, si è offerta volontaria per consentire ai medici di modificare i geni nella sua retina utilizzando la tecnologia CRISPR.

Franny White / Ohso

La vista di Carlin Knight era così brutta che non riusciva nemmeno a muoversi nel call center dove lavorava con le sue stampelle.

“Mi imbattevo in cabine e spaventavo le persone che erano sedute in esse”, dice Knight, che è nato con una rara malattia genetica dell’occhio.

Ma questo è cambiato a causa del volontariato per uno studio medico fondamentale. La sua vista è migliorata abbastanza da liberare le porte, navigare nei corridoi, identificare gli oggetti e persino vedere i colori.

“È bellissimo”, dice Knight con una risata, “non ho paura delle persone e non ho molti lividi sul corpo”.

Knight è uno dei sette pazienti con una rara malattia agli occhi che si sono offerti volontari per consentire ai medici di modificare il loro DNA iniettando il rivoluzionario strumento di modifica genetica CRISPR direttamente nelle cellule ancora nei loro corpi. Knight e un altro volontario dello studio hanno rilasciato interviste esclusive a NPR sulla loro esperienza.

Questa è la prima volta che i ricercatori hanno lavorato con CRISPR in questo modo. Esperimenti precedenti avevano rimosso le cellule dai corpi dei pazienti, le avevano modificate in laboratorio e poi avevano restituito le cellule modificate ai pazienti.

Mercoledì, i ricercatori hanno rivelato la prima prova che questo approccio sembra funzionare, migliorando la vista per almeno alcuni pazienti con questa condizione, nota come bobina congenitao LCA, grave forma di disabilità visiva;

dice il dottor. Marco Benessy, Professore di oftalmologia al Casey Eye Institute dell’Oregon Health & Science University. Invia risultati in Simposio internazionale sulla degenerazione retinica A Nashville, Tennessee.

Benessy ha avvertito che più pazienti necessitano di cure e follow-up per un periodo più lungo per confermare che l’approccio è sicuro e per determinare quanto bene possa aiutare i pazienti. Ma i risultati attuali sono così promettenti che i ricercatori hanno ottenuto il via libera per passare al prossimo gruppo di pazienti.

READ  L'Oklahoma ha segnalato più di 1.200 nuovi casi di COVID-19

La visione di Knight è diventata più chiara e luminosa da quando ha subito il trattamento sperimentale. Invece di dover cercare alla cieca le cose per trovarle, può semplicemente cercarle.

Di recente, ad esempio, quando ha lasciato cadere una forchetta sul pavimento della cucina, ha detto: “Mi sono chinata per raccoglierla e non sapevo dove fosse e l’ho appena vista sul pavimento. È così bello”.

I colori sono anche più luminosi e vivaci.

“Ho sempre amato i colori. Fin da quando ero un bambino, è stata una di quelle cose che posso godermi un po’ di vedere. Ma ora mi rendo conto di quanto fossero luminosi quando ero bambino perché posso vederlo praticamente ora ,” lei dice. “È assolutamente incredibile.”

Quindi, Nate, che ha 55 anni e vive fuori Portland, in Oregon, si è tinta i capelli del suo colore preferito, il verde, per festeggiare.

“È divertente da vedere”, dice ridendo.

LCA è causata da una mutazione genetica che distrugge le cellule cruciali della retina. I pazienti sperimentano una graduale perdita della vista a partire dalla nascita che di solito li rende legalmente ciechi. Il trattamento è ben diverso dal trattare i pazienti nello studio, ma i cambiamenti che alcuni hanno sperimentato sono abbastanza grandi da avere un impatto misurabile sulla loro vita quotidiana.

Michael Kalberer

blocco di occhi e orecchie


Nascondi didascalia

Cambio didascalia

blocco di occhi e orecchie

Michael Kalberer

blocco di occhi e orecchie

Un altro volontario nell’esperimento, Michael Kalberer, ora può anche vedere i colori per la prima volta da anni. Se ne accorse circa un mese dopo l’operazione al passaggio di un’auto rossa. Ma il momento più emozionante è successo sulla pista da ballo al matrimonio di suo cugino.

“Ho potuto vedere le luci stroboscopiche del DJ cambiare colore e riconoscerle ai miei cugini che ballavano con me”, dice Calberer. “È stato un momento molto interessante e divertente.”

Kalberer, un 43enne che vive a Long Island, può riconoscere molto meglio le forme e la luce e recuperare una visione più periferica, rendendo più facile fare cose semplici come mangiare al ristorante.

“Mi ha permesso di spostarmi in un piatto di cibo e pugnalare il cibo un po’ più facilmente. Se guardo un piatto di cibo e ha un cucchiaio o un utensile all’interno, posso vedere che il bordo della pentola è fuori dal bowl”, afferma Calberer. “Quindi questi cambiamenti sono molto, molto importanti per me”.

READ  Le tessere dei vaccini sono necessarie per alcune attività commerciali dell'entroterra a Maui

Poteva persino guardare di nuovo il tramonto. Ricorda la prima volta che ne vide uno dopo il trattamento. Stava tornando a casa da un pasto con un amico quando vide rosa nel cielo.

“Ha detto: ‘Sì, vedi il tramonto.’ Questo è il tramonto. Ed entrambi ci siamo sorrisi”, dice Calberer. “È stato un grande momento”.

Calberer ha visto luci colorate sulla pista da ballo al matrimonio di suo cugino. “È stato un momento molto interessante e divertente”, dice.

danza

CRISPR Sta già mostrando risultati promettenti nel trattamento di malattie del sangue devastanti come l’anemia falciforme e la beta talassemia. I medici cercano di usarlo per curare il cancro. Ma quegli esperimenti comportano l’estrazione delle cellule dal corpo, la modifica in un laboratorio e la successiva iniezione nei pazienti. Questo è impossibile per malattie come l’LCA, perché le cellule della retina non possono essere rimosse e quindi restituite all’occhio.

Quindi i medici hanno modificato geneticamente un virus innocuo per trasferire l’editor del gene CRISPR e hanno iniettato miliardi di virus modificati nella retina sinistra di Knight e nell’occhio destro di Calber, così come in un occhio di altri cinque pazienti. L’operazione è stata eseguita su un occhio solo nel caso qualcosa fosse andato storto. I medici sperano di curare l’altro occhio del paziente al termine della ricerca.

Una volta che CRISPR era all’interno delle cellule della retina, la speranza era che avrebbe tagliato la mutazione genetica che causa la malattia, ripristinando la vista riattivando le cellule dormienti.

Dice: “Siamo contenti di questo”. Dott. Eric Pearce, direttore del Massachusetts Eye and Ear Genomics Institute e professore di oftalmologia presso la Harvard Medical School che sta aiutando a eseguire la sperimentazione per testare l’approccio.

“Siamo lieti di vedere i primi segni di efficacia perché questo significa che l’editing genetico funziona. Questa è la prima volta che abbiamo la prova che l’editing genetico funziona all’interno di una persona e che migliora, in questo caso, la sua funzione visiva”, afferma Pierce. .

La procedura non ha funzionato per tutti i pazienti che sono stati seguiti da tre a nove mesi. Forse i motivi per cui non ha funzionato erano perché la loro dose era troppo bassa o forse perché la loro vista era troppo danneggiata.

Ma Calberer, che ha ottenuto la dose più bassa, e un volontario che ha ottenuto la dose più alta, hanno iniziato a segnalare miglioramenti a partire da circa quattro a sei settimane dopo la procedura. Knight e un altro paziente che ha ricevuto una dose sufficientemente alta da mostrare un miglioramento sono migliorati su una serie di test che includevano la navigazione in un labirinto. Per gli altri due è presto per dirlo.

Nessuno dei pazienti ha recuperato una visione normale, tutt’altro. Ma i ricercatori affermano che i miglioramenti stanno già facendo la differenza per i pazienti. Non si sono verificati effetti collaterali significativi.

Molti pazienti dovranno essere trattati e seguiti più a lungo, per assicurarsi che il trattamento sia sicuro e per vedere quanto sia vantaggioso.

I ricercatori hanno iniziato a somministrare una dose più alta, che potrebbe funzionare meglio, e alla fine hanno pianificato di iniziare a curare i bambini, che hanno le migliori possibilità di beneficio.

Sono anche ottimisti sul fatto che la visione dei pazienti trattati finora possa migliorare nel tempo.

“Quando si migliora la funzione retinica, a volte c’è un ritardo nella capacità del cervello di riconoscere e utilizzare quella visione”, afferma Benessy. “Ci vuole tempo per imparare a usare quella visione migliorata.”

I risultati potrebbero aprire la porta all’utilizzo dello stesso approccio per trattare altre malattie in cui i medici non sono in grado di eliminare le cellule dal corpo, compresi i disturbi cerebrali come la malattia di Huntington e le malattie muscolari come la distrofia muscolare.

dice il dottor. Lisa Michaels, direttore medico di Editas Medicine, che ha sponsorizzato lo studio.

Da parte loro, Knight e Culperer sono entusiasti di poter vedere almeno un po’ meglio.

“Sono incredibilmente onorato e privilegiato di far parte di questo, e sono molto, molto eccitato, sperando di vedere cosa succede in futuro, sperando di vedere cosa succede in futuro”, dice Calberer.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Ricetta dell’insalata Caesar da zero
Next Post Sasural Simar Ka 2, 28 settembre 2021, aggiornamento dell’episodio scritto, il piano di Simar e Sandhya per fuggire da Aditi prima del matrimonio