Lo Sri Lanka punta sulla diplomazia economica post-pandemia

ANKARA/KABUL: Lunedì il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha imposto nuove sanzioni a tre leader dell’affiliato afghano dell’ISIS, ampiamente noto come ISIS-Khorasan, e un altro uomo accusato di gestire una rete finanziaria informale con sede in Turchia.

Il leader del gruppo, Sanaullah Ghafari, portavoce di Sultan Aziz Azam, e il leader della provincia di Kabul Maulvi Rajab sono stati tutti nominati terroristi globali appositamente designati, mentre Ismatullah Khaloozi, accusato di aver gestito una rete di trasferimento di denaro non ufficiale, sono stati tutti accusati. come hawala, ha finanziariamente. L’ISIS ha sostenuto il Khorasan negli ultimi due anni, come elencato.

Khalouzi è conosciuto come il facilitatore finanziario del gruppo e ha gestito uno schema finanziario che include la rivendita internazionale di beni di lusso, i cui profitti sono stati utilizzati per finanziare l’ISIS. Gli Stati Uniti lo accusano anche di essere coinvolto nel traffico di esseri umani, compreso il trasporto di un corriere dell’Isis dall’Afghanistan alla Turchia.

L’anno scorso, Washington ha identificato un altro importante facilitatore finanziario per l’ISIS, Adnan Muhammad Amin al-Rawi con sede in Turchia.

Andrea Jacqui, direttore dell’Ufficio per il controllo delle attività estere del Tesoro degli Stati Uniti, ha dichiarato dell’azione di questa settimana contro Khaluzzi: “La designazione sottolinea la determinazione degli Stati Uniti a impedire (ISIS) e ai suoi membri di sfruttare il sistema finanziario internazionale per sostenere atti terroristici in Afghanistan e oltre… L’amministrazione Biden è impegnata a sradicare le reti di finanziamento del terrorismo in tutto il mondo”.

Tutte le proprietà e gli interessi di Khaloozi nelle proprietà sotto la giurisdizione degli Stati Uniti sono ora bloccati, mentre ai cittadini statunitensi è vietato intraprendere qualsiasi transazione con lui.

Dopo il ritiro degli Stati Uniti dall’Afghanistan ad agosto e la rapida presa del potere da parte dei talebani, l’ISIS ha acquisito una vasta presenza in 34 province e ha intensificato i suoi sanguinosi attacchi. Il gruppo ha recentemente rivendicato la responsabilità di un doppio attentato dinamitardo nella capitale afghana, Kabul, questo mese.

READ  L'Associazione Italo-Libica per lo Sviluppo delle Imprese annuncia il Primo Forum Economico per la Libia, Tunisia 7-8 giugno 2021 |

Il Consiglio turco per le indagini sui crimini finanziari ha regolarmente perseguito il sistema illegale di trasferimento di denaro dell’ISIS e ha collaborato con gli Stati Uniti per tracciare il sistema della catena hawala.

“La Turchia ha bisogno di aprire i registri al Tesoro degli Stati Uniti e condividere informazioni su qualsiasi rete terroristica nota per operare sul suolo turco”, ha affermato Colin Clark, ricercatore senior presso il Soufan Center, un’organizzazione senza scopo di lucro focalizzata sull’estremismo violento.

Ha aggiunto che la Turchia e gli Stati Uniti dovrebbero cooperare di più per eliminare le radici finanziarie dei gruppi terroristici, indipendentemente da quale influencer potrebbe beneficiare dell’attuale accordo. “Quindi reprimere questa attività porterà ad alcune tensioni”, ha detto Clark ad Arab News.

Dopo l’11 settembre, la comunità internazionale è caduta nella trappola analitica di credere che stati falliti come l’Afghanistan fossero il rifugio sicuro ideale per i gruppi terroristici. Tuttavia, paesi come la Turchia sono molto più preziosi perché sono legati alle trappole della globalizzazione, dalle telecomunicazioni ai trasporti fino alla finanza globale.

Nel 2019, la Turchia ha interrotto un altro sistema illegale di trasferimento di denaro per l’ISIS, che utilizzava aziende di gioielli e uffici di cambio turchi e siriani come società di copertura.

Nihat Ali Ozcan, analista della politica di sicurezza presso la Turkish Economic Policy Research Foundation ad Ankara, ha affermato che il movimento illegale di fondi ISIS non è emerso a seguito dell’acquisizione dell’Afghanistan da parte dei talebani, ma era in corso prima di quel momento.

“Dal momento che gli Stati Uniti hanno iniziato a tracciare e annunciare pubblicamente le origini di queste rimesse, ciò significa che è in corso una cooperazione tra le autorità di Ankara e Washington dietro le quinte per affrontare i crimini finanziari globali, perché entrambi i paesi sono obbligati a rispettare “, ha detto Özcan ad Arab News.

READ  Economia e stile si incontrano a Eustis Mansion

Özcan ha affermato che quando i talebani sono tornati al potere in Afghanistan ad agosto, metà dei membri del parlamento del paese aveva la cittadinanza turca a causa di beni e investimenti che avevano precedentemente in Turchia.

Pertanto, in Turchia ci sono grandi flussi finanziari legali e illegali che in ultima analisi coinvolgono anche il traffico di persone e il traffico di droga. Ha aggiunto che non sorprende che alcuni gruppi illegali utilizzino il sistema hawala attraverso la Turchia per finanziare (ISIS Khorasan) a causa di questo ecosistema globale di denaro e movimento umano che attraversa il confine.

Durante l’estate, centinaia di afgani sono passati dall’Iran alla Turchia ogni giorno. Gli esperti confermano che tali flussi umani hanno portato a movimenti finanziari fuori controllo all’interno del Paese.

Ozkan si aspetta, d’ora in poi, che gli Stati Uniti e la Turchia, entrambe vittime del terrorismo, intensificheranno i loro sforzi per rintracciare le radici delle transazioni illegali nelle cellule terroristiche.

Ha detto: “Questo ultimo annuncio del Tesoro degli Stati Uniti è solo l’inizio di un nuovo processo e questa cooperazione bilaterale contro i crimini finanziari globali non sarà limitata all’Afghanistan, ma probabilmente si estenderà alle aree in cui l’ISIS sta guadagnando presenza”.

Un portavoce ufficiale dei talebani a Kabul ha affermato che l’Isis non rappresenta una minaccia per il Paese. Bilal Karimi, dell’ufficio del primo ministro talebano, ha dichiarato: “Loro (ISIS) non hanno alcun impatto negativo sull’Afghanistan. Questi nomi sulla lista sono i volti sconosciuti, e uno di loro è stato ucciso due o tre anni fa. Quindi non sono familiari a nessuno.In generale, non rappresenta che l’ISIS è una minaccia per il governo dell’Emirato islamico dell’Afghanistan o per il popolo afghano”.

READ  Azerbaigian, Italia discutono di cooperazione per il ripristino delle terre liberate dell'Azerbaigian

Ha aggiunto: “Sapete che questo tipo di attività criminale si svolge in tutto il mondo, ma l’Emirato islamico dell’Afghanistan ha arrestato molti di coloro coinvolti in quei casi e molti di loro sono stati uccisi. Abbiamo anche smantellato molti gruppi ISIS a Kabul e altre province. Questo gruppo (ISIS Khorasan) Non hai alcun supporto da persone o da qualsiasi altra organizzazione. Tutte queste azioni sono solo scontri con l’ISIS. Non rappresentano una minaccia. Quindi non possono fare nulla per Emirato islamico dell’Afghanistan”.

Tuttavia, Ahmed Saedi, un esperto di relazioni internazionali, ha dichiarato ad Arab News che l’ISIS è una grave minaccia per l’Afghanistan perché ha il sostegno internazionale. “Quello che voglio dire è che hanno molti soldi e sostegno finanziario. L’ISIS sarà la più grande minaccia per l’Afghanistan. Si concentreranno principalmente a Jalalabad (nella provincia di Nangarhar), la base principale dell’ISIS; e nelle città di Sheberghan e Baghlan.”

Un altro analista di relazioni internazionali, Qais Zuhair, è d’accordo. “L’ISIS è una potenziale minaccia per la pace afghana. Sono la brutta faccia del terrorismo in Afghanistan. Credo che il riemergere di questo gruppo potrebbe fornire un’opportunità alle potenze regionali e internazionali di intervenire in Afghanistan.

Sfortunatamente, a causa del (ritorno) del gruppo e degli errori dei talebani, il gruppo si è trasformato in azione e, con le risorse finanziarie a disposizione del gruppo, può rappresentare una minaccia per il regime talebano. Quindi inserire i loro funzionari nelle liste delle sanzioni statunitensi può aiutare l’Afghanistan e il regime talebano a combattere e indebolire l’ISIS in Afghanistan.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post I fan sbavano per “bottino crack” mentre Rihanna irrompe su Internet con storie di Instagram piene di vapore. »Brinkwire
Next Post Tampa Bay End Road scorrevole