LIVE: aggiornamenti del discorso di Biden Omicron

credito…Jane Barlow/Press Association, tramite The Associated Press

La Svezia e la Scozia martedì hanno ordinato limiti più severi ai raduni mentre la versione di Omicron ha continuato a correre in tutta Europa e i funzionari svedesi hanno avvertito che l’ondata di infezioni dalla variante continuerà ad aumentare fino a metà gennaio.

L’Agenzia svedese per la sanità pubblica ha anche rilasciato nuove proiezioni che indicano che, nello scenario peggiore, in cui i vaccini forniscono la minima protezione contro l’infezione da Omicron, il paese potrebbe vedere 15.000 infortuni giornalieri A metà gennaio, ben al di sopra del picco precedente.

Fonte: Center for Systems Science and Engineering (CSSE) presso la Johns Hopkins University. La media giornaliera è calcolata dai dati riportati negli ultimi sette giorni.

Le nuove regole svedesi includono un limite di 50 persone per riunioni private e istruzioni che la maggior parte delle persone deve lavorare da casa. Nel suo annuncio, il primo ministro Magdalena Anderson ha affermato che il Paese, che ha revocato quasi tutte le restrizioni durante l’estate, “deve adattarsi alla nuova realtà”.

“Capisco che molti sono stanchi di questo – e lo sono anch’io – ma ora abbiamo un nuovo tipo di virus, il che significa che siamo in una nuova situazione”, ha detto.

Giorni prima di Natale, molti paesi europei stanno imponendo nuove restrizioni sociali, mandati di mascheramento e regole di viaggio mentre Omicron porta i tassi di infezione nel continente ai livelli più alti della pandemia. In Europa si registrano in media 51 casi giornalieri ogni 100.000 persone, il numero più alto di qualsiasi altro continente.

READ  Il manager dello Sri Lanka Donald Indrawansa si sbarazza della squadra, scompare a Oslo Sports News, First Post

La Danimarca ha annunciato, martedì, di aver registrato 13.558 casi di infezione nelle ultime 24 ore, un record giornaliero. ministro della salute Magnus Heunick, su Twitter che Omicron è ormai l’alternativa dominante nel Paese e “continua a crescere”.

La Scozia ha annunciato restrizioni alla folla in occasione di grandi eventi per tre settimane, a partire dal giorno dopo Natale, ordinando a pub e ristoranti solo di servire i clienti seduti al fine di limitare i contatti sociali. Le regole in vigore prevedono che gli eventi sportivi professionistici si svolgano senza spettatori, a seguito di un annuncio simile da parte del governo gallese.

Il primo ministro scozzese, Nicola Sturgeon, ha dichiarato: “È obbligo del governo prendere decisioni difficili per mantenere il paese il più sicuro possibile, non importa quanto impopolari possano essere”.

Omicron è ora l’alternativa dominante in Scozia, così come lo è a Londra, l’epicentro dell’ondata di virus in Gran Bretagna, dove i casi giornalieri totali stanno stabilendo record.

video

una copia uguale a orgenal

una copia uguale a orgenal

L’UE fissa i permessi di viaggio per Covid in scadenza dopo 9 mesi

L’Unione europea si è mossa per cambiare la certificazione per il vaccino contro il coronavirus il prossimo anno, in modo che le persone debbano aver ricevuto vaccini di richiamo o essere state completamente vaccinate negli ultimi nove mesi per viaggiare liberamente all’interno del blocco.

Coordina il periodo di accettazione dei certificati di vaccinazione digitale Ue Covid, certificati nello specifico in 270 giorni. Questo sarà effettivo dal 1 febbraio. Ciò significa che dal 1° febbraio gli Stati membri dovranno accettare i certificati di vaccinazione fino a 270 giorni dopo la fine del ciclo vaccinale iniziale. Non possono prolungare questo periodo, né accorciarlo. Quindi questo è un formato diretto. Questo darà una grande certezza ai cittadini in modo che tu possa sapere per quanto tempo puoi usare il tuo certificato di vaccinazione dopo la tua prima dose, o la tua prima e seconda dose, a seconda del vaccino che stai usando per la tua vaccinazione primaria.

L’Unione europea si è mossa per cambiare la certificazione per il vaccino contro il coronavirus il prossimo anno, in modo che le persone debbano aver ricevuto vaccini di richiamo o essere state completamente vaccinate negli ultimi nove mesi per viaggiare liberamente all’interno del blocco.creditocredito…Giuseppe Lamy/EPA, via Shutterstock

Sempre martedì, l’Unione europea ha affermato che dal prossimo anno le persone potranno viaggiare liberamente all’interno del blocco solo se hanno ricevuto dosi di richiamo o se sono state completamente vaccinate nei nove mesi precedenti.

Le nuove regole, che entreranno in vigore il 1° febbraio, mirano a standardizzare i viaggi attraverso il blocco fissando una data di scadenza sulle tessere Covid, che sono entrate in vigore per la prima volta a luglio e mostrano lo stato di vaccinazione dei titolari. Ma anche con le regole in vigore, i singoli stati possono ancora decidere se richiedere ai visitatori di mettere in quarantena o mostrare prove di un test negativo all’ingresso. La modifica non riguarda inoltre i permessi locali che alcuni paesi richiedono per entrare in luoghi pubblici come bar e ristoranti.

Con l’aumento delle infezioni, compresi i casi di Omicron, e le crescenti prove di una diminuzione della protezione dai vaccini, i funzionari dell’UE affermano che è necessaria una dose aggiuntiva, sebbene l’inizio dell’iniezione di richiamo sia stato irregolare. Più del 67 percento della popolazione del blocco è stato completamente vaccinato contro il coronavirus e circa il 14 percento ha ricevuto una dose aggiuntiva.

“Ora spetta agli Stati membri garantire che i booster vengano distribuiti rapidamente per proteggere la nostra salute e garantire viaggi sicuri”, ha dichiarato Didier Reynders, commissario per la giustizia del blocco.

Ravenna Bianchi

"Esperto di tv estremo. Fanatico della birra. Amichevole fan del bacon. Comunicatore. Aspirante esperto di viaggi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post L’80% dei primi 100 giochi su Steam viene eseguito “quasi perfettamente” su Linux
Next Post La contea di Los Angeles riporta altri 60 casi di omicron con prevalenza variabile