L’Italia ospita il G20 incentrato sul clima mentre la geopolitica cambia

Aggiornato 445 ms fa

Roma (AFP) – I leader di Russia e Cina non verranno. La Turchia ha quasi fatto esplodere un incidente diplomatico alla vigilia dell’incontro. Gli Stati Uniti, l’Australia e la Francia saranno allo stesso tavolo per la prima volta da quando Washington ha ritirato il tappeto dall’accordo sottomarino di Parigi da 66 miliardi di dollari.

Il vertice del G20 in programma questo fine settimana a Roma – il primo incontro personale dei leader delle maggiori economie mondiali dall’inizio della pandemia di COVID-19 – non è come al solito. Ciò è particolarmente vero perché una volta terminato l’evento, a Glasgow, in Scozia, inizia un più ampio vertice delle Nazioni Unite dedicato al cambiamento climatico.

Per molti versi, la riunione di due giorni del G-20 è un preludio alla festa romana del vertice di Glasgow di 12 giorni, con il clima al centro del nuovo centro congressi di epoca fascista Novola (Nuvola) nella capitale italiana. quartiere dell’EUR.

Alcuni dei presidenti e dei primi ministri che hanno partecipato al vertice del G7 incentrato sul coronavirus si sono incontrati a luglio e alcuni sono passati attraverso i corridoi delle Nazioni Unite durante l’Assemblea generale a New York il mese scorso. Ma è la prima volta che i leader dei paesi che rappresentano il 75% del commercio globale e il 60% della popolazione mondiale si riuniscono come un gruppo dopo quasi due anni di blocco indotto dal virus.

Mentre la ripresa economica è uno dei punti principali dell’agenda, l’Italia ospitante spera che i leader fissino una scadenza comune a metà del secolo per raggiungere le emissioni nette di gas serra ed esplorare anche un impegno per ridurre le emissioni di metano.

READ  "Vogliamo fare il cibo, per essere felici"

Le Nazioni Unite e gli attivisti per il clima vogliono anche che le nazioni del G20 onorino il loro impegno di lunga data di fornire 100 miliardi di dollari all’anno in aiuti per il clima per aiutare i paesi poveri ad affrontare gli effetti del riscaldamento globale.

I membri del G20 sono responsabili di oltre l’80% delle emissioni globali. “Quindi c’è una responsabilità quando si riuniscono come gruppo per pensare alla promessa di $ 100 miliardi di finanziamenti annuali per il clima che non viene mantenuta”, ha affermato Renata Doan, vicedirettore del think-tank del Centro per gli affari internazionali Chatham House.

Ma cosa si può ottenere se il leader della Cina, primo inquinatore di carbonio al mondo e numero 2 dell’economia, non compare a Roma?

Il presidente Xi Jinping, che non lascia la Cina dall’inizio del 2020, dovrebbe partecipare a distanza, così come il presidente russo Vladimir Putin. Il presidente messicano Andres Manuel Lopez Obrador non sarà presente e il primo ministro giapponese Fumio Kishida non ha confermato la sua presenza a causa delle elezioni nazionali del fine settimana.

Massimo Franco, editorialista di affari internazionali per il quotidiano italiano Corriere della Sera, ha affermato che l’assenza di Xi e Putin invia un segnale che l’Europa dovrebbe prestare particolare attenzione.

“Se la Cina non viene a Roma, e se la Russia – che ha molta energia da vendere all’Europa – non si unisce al G-20, penso che questo G-20 sarà un’affermazione della fragilità dell’Europa”, ha detto Franco.

L’annuncio del mese scorso di un accordo tra Stati Uniti e Gran Bretagna per la vendita di sottomarini nucleari all’Australia ha dimostrato quanto l’Europa sia vulnerabile nella geopolitica. L’accordo ha annullato l’accordo da 66 miliardi di dollari della Francia per la vendita di sottomarini diesel di fabbricazione francese in Australia e ha portato il governo francese a intraprendere un’azione senza precedenti richiamando il suo ambasciatore negli Stati Uniti e in Australia.

READ  MERCATI IN DIRETTA MERCATI DEL REGNO UNITO: COSA SUPPORTA?

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e il presidente francese Emmanuel Macron si sono parlati due volte al telefono dopo la rissa e dovrebbero incontrarsi in privato a Roma. Il palazzo presidenziale dell’Eliseo ha affermato che Macron mira a garantire il sostegno degli Stati Uniti per “creare una difesa europea più forte che sia complementare alla NATO e contribuisca alla sicurezza globale”.

Macron non ha parlato con il primo ministro australiano Scott Morrison da quando la vendita del sottomarino francese è diretta a sud, tuttavia non è chiaro se i due si incontreranno a Roma.

Carlo Altomonti, professore di economia europea all’Università Bocconi di Milano, ha affermato che l’accordo tra Stati Uniti, Regno Unito e Australia è una chiara prova dello spostamento delle priorità strategiche e dell’attenzione alla regione indo-pacifica per contrastare la crescente assertività della Cina, in questo caso a spese di Washington. tradizionali alleati europei.

“Questo in qualche modo obbliga l’Ue a decidere, in modo indipendente, una serie di questioni geopolitiche interne” a livello del G-20 e oltre, che finora hanno incluso Washington come partner di spicco, ha affermato Altomonti.

La Turchia, membro del G20, era in grado di mettere in ombra l’imminente riunione quando ha minacciato la scorsa settimana di espellere gli ambasciatori di 10 paesi occidentali per il suo sostegno a un attivista incarcerato. Quattro degli inviati minacciati provenivano dai paesi del G-20, vale a dire Germania, Francia, Canada e Stati Uniti

Il G20 include anche Argentina, Australia, Brasile, Cina, India, Indonesia, Italia, Giappone, Corea del Sud, Messico, Russia, Arabia Saudita, Sudafrica, Regno Unito e Unione Europea. La Spagna ha un posto fisso per gli ospiti.

READ  Economista su "L'elefante nella stanza" nelle elezioni tedesche

Il primo ministro italiano Mario Draghi, che ha contribuito a salvare l’euro con la sua ormai famosa promessa di fare “tutto il necessario”, cercherà di dirigere l’incontro per spingere alcuni forti impegni climatici davanti a Glasgow mentre si negozia una nuova era del multilateralismo europeo.

“Non è ‘tutto ciò che serve’, ma penso che cercherà di sottolineare i punti strategici dell’Europa e come l’Europa può svolgere un ruolo in questo pasticcio”, ha detto Franco, editorialista del giornale.

___

Sylvie Courbet a Parigi e corrispondenti dell’Associated Press in tutto il mondo hanno contribuito a questo.

___

Segui la copertura meteorologica dell’Associated Press su https://apnews.com/hub/climate

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Rusted Armor è stato oggetto di molte lamentele sul film precedente e sulla star arrabbiata di Nicolas Cage
Next Post Quand’è la Giornata Nazionale del Gatto Nero?