L’Italia ha la più grande partecipazione di sempre a GITEX Future Stars

Il GITEX Future Stars di quest’anno riunisce 47 startup e innovatori italiani, il numero più alto che abbia mai partecipato all’evento, noto per attirare i migliori innovatori da tutto il mondo.

L’Italian Trade Agency, in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia negli Emirati Arabi Uniti e il Consolato Generale a Dubai, ha raddoppiato il numero di espositori al Padiglione Italia ufficiale per il 2021, e ha organizzato un roadshow di due giorni (17 ottobre).NS e 18NS) è destinato a un pubblico di angel investor, venture capitalist e investitori di private equity.

Tenutosi al Dubai World Trade Center, lo spettacolo è ora diventato il più grande evento emergente in Medio Oriente, Nord Africa e Asia meridionale ed è una delle sei mostre e spettacoli sotto l’ombrello di GITEX Global.

Tra le novità italiane in mostra: soluzioni innovative per Blockchain, sanità, smart city, mobilità, realtà aumentata, intelligenza artificiale applicata alle applicazioni manifatturiere e mobilità sostenibile. Un gran numero di partecipanti si è riunito nell’area regionale organizzata dalla Regione Puglia, dalla Regione Sardegna e dalla Regione Marche.

Sua Eccellenza Nicola Lehner, Ambasciatore d’Italia negli Emirati Arabi Uniti, ha dichiarato: “L’Italia ha visto un enorme aumento del numero di start-up negli ultimi anni, con quasi 13.600 aziende registrate a luglio 2021. Aziende specializzate in software, ricerca e sviluppo e servizi di informazione rappresentano 75 aziende.% delle startup italiane, mentre circa il 17% è impegnato nello sviluppo di tecnologie manifatturiere seguite da servizi nel commercio.Nell’ecosistema delle startup europee, l’Italia è attualmente all’8° posto per capacità di creare exit o unicorni (risultati imprenditoriali). Sosteniamo le Startup e le PMI innovative mentre identificano nuove opportunità di mercato e sviluppano tecnologie che forniranno soluzioni a problemi globali.

READ  "Queste lingue sono gli elementi costitutivi di tutta l'istruzione", afferma Steve Jordanas.

Amedeo Scarpa, Commissario per il Commercio estero, Emirati Arabi Uniti, ha dichiarato: “Essendo il luogo di nascita di uno dei primi inventori, Leonardo da Vinci, l’Italia è sempre stata famosa per la sua genetica creativa. 500 anni dopo, questo spirito creativo si riflette ancora nella nostra economia e nel way we do business. Expo 2020 Dubai, la creatività italiana connetterà le persone così come “la bellezza connette le persone” al padiglione italiano. Oltre all’economia creativa, le startup sono specializzate in realtà aumentata, mobilità intelligente e tecnologia Blockchain, un settore importante per gli Emirati Arabi Uniti che attualmente lo stanno applicando ai settori più importanti dello stato.

All’inizio di quest’anno, ITA ha collaborato con la Dubai Future Foundation per il primo programma di doppio incubatore G2G. Undici startup innovative italiane sono state accelerate per due mesi a Dubai presso Area2071. Alla fine del programma, all’intero gruppo è stato concesso l’UAE Gold Business Visa. Alcune di queste startup saranno presenti anche a GITEX Future Stars nel padiglione ufficiale Italia per promuovere le loro partnership commerciali e strategiche negli Emirati Arabi Uniti.

Clicca qui sotto per condividere questo articolo





Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Il fratello di Rose West chiede aiuto perché la casa è “mirata con i mattoni” per i crimini di sua sorella
Next Post Recensione: Vancouver White Caps 2, Sporting Kansas City 1