L’Inter ha battuto la Juventus per vincere il titolo dopo il dramma dei calci di rigore in ritardo – Notizie sportive, First Post

Ivan Perisic ha segnato una doppietta ai supplementari vincendo 4-2 l’Inter dopo che un calcio di rigore apparentemente morbido si è trasformato in un gol di Hakan Calhanoglu che ha allungato il gol per oltre 90 minuti.

I giocatori dell’Inter restano in Coppa Italia dopo aver battuto la Juventus nella finale di mercoledì sera all’Olimpico di Roma. Agenzia di stampa francese

Roma: Mercoledì l’Inter ha vinto l’ottavo titolo di Coppa Italia dopo aver battuto i vecchi rivali della Juventus per 4-2 in una vittoria ai supplementari piena di eventi e polemiche.

Ivan Perisic ha segnato un’entusiasmante doppia vittoria nel primo tempo supplementare, ma la partita è dipesa da un calcio di rigore apparentemente leggero di Hakan Calhanoglu per completare la partita dopo 90 minuti.

La Juventus ha meritato di passare in vantaggio con le reti veloci di Alex Sandro e Duzan Vlahovic all’inizio del secondo tempo, e la decisione di rigore dell’arbitro Paolo Valeri dopo la caduta di Lautaro Martinez dopo un leggero tocco di Leonardo Bonucci ha fatto arrabbiare la squadra di Massimiliano Allegri.

“Ho sempre pensato che avremmo potuto farcela, anche quando eravamo sotto 2-1… Abbiamo perso un po’ la testa per 10 o 15 minuti, ma abbiamo reagito e penso che meritassimo sicuramente di vincere”, ha detto Perisic a Mediaset. .

Per l’Inter, è l’ennesimo successo sulla Juventus dopo un’altra controversa vittoria a Torino il mese scorso e la vittoria in Supercoppa italiana a inizio stagione, che li rafforzerà nella difesa del titolo di Serie A.

La squadra di Simone Inzaghi è a due punti dal Milan e potrebbe regalare lo scudetto ai rivali locali se domenica non batterà il Cagliari minacciato dalla retrocessione.

READ  Sener fatica sotto il nuovo allenatore in vista degli Open d'Italia | sport nazionale

Nel frattempo, la Juventus aveva solo la qualificazione alla Champions League da mostrare per una stagione instabile, ma ha scelto di non dire nulla sulla decisione di rigore che le ha negato il trofeo.

“L’Inter è in lotta per lo scudetto e noi ci siamo dietro – ha detto Allegri -. Dobbiamo colmare questo gap lavorando sodo e cercando una sistemazione per la squadra”.

Nicolò Barilla ha portato in vantaggio l’Inter al sesto minuto con un tiro dalla distanza che sarà presto dimenticato tra le polemiche imminenti.

Il suo splendido gol è arrivato dopo un ottimo avvio dell’Inter che ha minacciato di colpire la Juventus, quando il centrocampista italiano ha raccolto palla su calcio d’angolo, tagliato al suo fianco e scatenato raffiche di palla che Mattia Perin non si è degnato di fermare.

– Drammatico calci di rigore –
Ma da allora la Juventus è stata la squadra migliore e avrebbe dovuto essere almeno in vantaggio all’intervallo, se non in vantaggio.

Paulo Dybala è stato il primo a dare segni di vita al 23′ quando ha parato comodamente il suo rasoterra.

Qualche istante dopo, ha alimentato l’argentino Vlahovic il cui forte spinta e angolo hanno bisogno dei riflessi intelligenti di Samir Handanovic.

Matthijs de Ligt ha parato il suo colpo di testa ben dopo la mezz’ora, e il mondo intero ha cercato il pareggio di Dybala quando il suo pallone d’angolo successivo è caduto dolcemente, ma il suo tiro al primo tempo è andato a lato.

La Juventus ha subito ribaltato la partita, con Sandro che ha pareggiato a cinque minuti dall’intervallo quando il suo tiro è passato nelle mani di Handanovic mentre Alvaro Morata ha cercato di respingere la palla.

READ  L'Australia indosserà le divise di Macron ai Giochi del Commonwealth del 2022

I tifosi della Juventus stavano saltando e la loro fine sul pavimento è esplosa di gioia pochi secondi dopo, quando Vlahovic ha concluso quattro partite di siccità sotto la porta dopo che Dybala lo ha mandato in porta.

L’attaccante serbo Danilo D’Ambrosio ha espulso un contrasto e, sebbene il suo primo tiro non abbia sbagliato, il 22enne non ha commesso errori con la palla di rimbalzo.

La Juventus sembrava dominare la partita fino a quando l’arbitro Valerie non ha dato all’Inter l’ancora di salvezza che meritava.

Calhanoglu ha colpito la rete con un rigore e la Juve ha poi perso il controllo quando De Ligt è stato giudicato dopo il controllo del VAR per un break di Stefan de Vrij.

Perisic va a prendere il rigore al 99′ e appena tre minuti dopo sul secondo decisivo croato passa in vantaggio dalla distanza, regna il caos, Allegri viene espulso e giocatori e funzionari a bordo campo si battono.

Tuttavia, la Juventus non è riuscita a trasformare quella rabbia in una rissa e l’Inter ha conquistato i titoli per un potenziale doppio campionato e coppa mentre la stagione di Serie A si avvicinava al culmine.

Leggi tutti i file ultime notizieE notizie di tendenzaE notizie di cricketE Notizie BollywoodE Notizie dall’India E Notizie di intrattenimento qui. Seguici FacebookE Twitter E Instagram.

Ravenna Bianchi

"Esperto di tv estremo. Fanatico della birra. Amichevole fan del bacon. Comunicatore. Aspirante esperto di viaggi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post Ni No Kuni: Cross Worlds riceve la data di uscita globale, la pre-registrazione è ora disponibile
Next Post Lo studio ha rilevato che più della metà dei primi pazienti Covid-19 in un ospedale ha sviluppato sintomi due anni dopo