L’India supera la Cina come Paese più popoloso nel 2023: rapporto Onu | 10 risultati | notizie dal mondo

L’India dovrebbe superare la Cina come paese più popoloso del mondo il prossimo anno, secondo un rapporto delle Nazioni Unite pubblicato in occasione di Giornata mondiale della popolazione. Il World Population Prospects Report per il 2022 del Dipartimento per gli affari economici e sociali delle Nazioni Unite, Divisione popolazione, afferma che la popolazione mondiale dovrebbe raggiungere gli otto miliardi entro metà novembre, circa 8,5 miliardi nel 2030 e 9,7 miliardi nel 2050. Con La crescita della popolazione mondiale è al tasso più lento dalla seconda guerra mondiale e si prevede che raggiungerà il picco di circa 10,4 miliardi negli anni ’80 e rimarrà a quel livello fino al 2100.

“La Giornata Mondiale della Popolazione di quest’anno (11 luglio) cade durante un anno fondamentale, quando anticipiamo la nascita degli otto miliardi di persone della Terra. Questa è un’occasione per celebrare la nostra diversità, riconoscere la nostra comune umanità e ammirare i progressi nella salute che hanno avvenuta”, ha affermato il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres. L’età e la mortalità materna e infantile si sono notevolmente ridotte.

“Allo stesso tempo, è un promemoria della nostra responsabilità condivisa di prenderci cura del nostro pianeta e un momento per riflettere su dove ancora non riusciamo ad adempiere ai nostri obblighi reciproci”, ha aggiunto.

Ecco alcuni dei principali risultati del rapporto:

  1. “Si prevede che l’India supererà la Cina come paese più popoloso del mondo entro il 2023”, afferma il rapporto.
  2. Più della metà del previsto aumento della popolazione mondiale entro il 2050 sarà concentrato in soli otto paesi, inclusa l’India.
  3. Gli altri sette paesi sono Repubblica Democratica del Congo, Egitto, Etiopia, Nigeria, Pakistan, Filippine e Tanzania.
  4. Le popolazioni in Australia, Nuova Zelanda, Nord Africa, Asia occidentale e Oceania dovrebbero registrare una crescita più lenta ma positiva fino alla fine del secolo.
  5. È probabile che le popolazioni dell’Asia orientale e sud-orientale, dell’Asia centrale e meridionale, dell’America Latina e dei Caraibi, dell’Europa e del Nord America raggiungano il picco di popolazione e subiscano un calo prima del 2100.
  6. L’India è stata tra i dieci paesi in cui l’afflusso netto di migranti ha superato 1 milione di persone dal 2010 al 2021. In molti di questi paesi, i deflussi erano dovuti a movimenti di lavoro temporaneo. Il più alto afflusso netto di immigrati è stato registrato dal Pakistan (-16,5 milioni).
  7. Paesi come Siria, Venezuela e Myanmar hanno segnalato un afflusso di migranti a causa dell’insicurezza e del conflitto.
  8. L’aspettativa di vita globale alla nascita è scesa a 71,0 anni nel 2021, in calo rispetto ai 72,8 del 2019, principalmente a causa dell’impatto della pandemia di COVID-19.
  9. I 46 paesi meno sviluppati sono tra i paesi in più rapida crescita in termini di popolazione, molti dei quali dovrebbero raddoppiare la popolazione tra il 2022 e il 2050.
  10. Due terzi dell’aumento previsto della popolazione mondiale fino al 2050 sarà determinato dal precedente slancio di crescita.

storia chiusa

Meno tempo per leggere?

Prova Quickreads


  • File foto del presidente sudcoreano Yoon Suk Yeol.

    Yoon della Corea del Sud sospende le conferenze stampa non ufficiali, citando Covid-19

    L’ufficio del presidente sudcoreano ha dichiarato lunedì che il presidente sudcoreano sospenderà i briefing informali che il presidente Yoon Seok-yeol ha tenuto quasi ogni giorno da quando è entrato in carica a maggio, citando il numero crescente di infezioni da COVID-19, poiché il sondaggio ha mostrato un calo dei suoi indici di approvazione. Un sondaggio Realmeter di lunedì ha mostrato un indice di approvazione di Yoon del 37%, in calo rispetto a oltre il 52% nella prima settimana di giugno, mentre il 57% ora disapprova la sua performance.

  • Decine di persone temono di essere intrappolate dopo lo sciopero russo in un condominio in Ucraina

    Decine di persone temono di essere intrappolate dopo lo sciopero russo in un condominio in Ucraina

    I soccorritori hanno scavato tra le macerie di un condominio nell’Ucraina orientale alla ricerca di 20 persone, incluso un bambino, temendo che fossero intrappolate, dopo che un attacco missilistico russo contro l’edificio di cinque piani ha ucciso 15 persone. Il capo di stato maggiore del presidente Volodymyr Zelensky Andrei Yermak ha affermato che l’attacco nella città di Chasev Yar nella regione di Donetsk è stato “un altro attacco terroristico” e la Russia dovrebbe essere classificata come uno stato sponsor del terrorismo.

  • Le proteste degli agricoltori olandesi hanno acceso incendi in tutta Europa per la riduzione delle emissioni.

    Guerra in Ucraina, le proteste degli agricoltori dell’UE colpiranno le catene di approvvigionamento alimentare globali

    Se la crisi energetica globale come manifestazione diretta della guerra durata cinque mesi dell’Ucraina non è abbastanza, le proteste degli agricoltori in corso in Europa, innescate dalle proposte di riduzione delle emissioni del governo olandese, colpiranno le filiere alimentari, sferrando un doppio colpo all’economia globale.

  • L'epidemia di Shanghai Covid-19 cresce con il rilevamento del primo caso di sottotipo (STR/AFP).

    L’epidemia di COVID-19 è in aumento a Shanghai con la scoperta del primo caso del sottotipo

    I casi di Covid-19 a Shanghai continuano ad aumentare mentre parti del polo finanziario cinese devono affrontare più cicli di test di massa, con nuove sottovariabili che rappresentano una sfida duratura all’approccio di tolleranza zero del Paese al virus. La città ha registrato 69 nuovi contagi domenica, il numero più alto da fine maggio e rispetto ai 57 del giorno prima.

  • I residenti percorrono una strada allagata durante la stagione dei monsoni a Karachi, in Pakistan.

    Forti piogge hanno colpito parti del Pakistan e allagato strade nelle città colpite | Video

    Dozzine sono state uccise e centinaia sono rimaste senza casa dopo che piogge torrenziali torrenziali hanno colpito parti del Pakistan, provocando inondazioni torrenziali. A Karachi, la città più grande del Paese, le strade sono state allagate negli ultimi giorni, mentre in Belucistan le piogge hanno devastato. Rapporti locali hanno riferito che c’era un intenso ingorgo a Qiyamabad Churangi, Akhtar Colony e Defense Moor in città.

READ  Highlights di Euro 2020: Inghilterra bocciata la storia. L'Italia vince ai rigori
Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Kyrie Irving è ancora “My Boy” in mezzo al dramma
Next Post Google Pixel Buds Pro India verrà lanciato il 28 luglio, preordini aperti il ​​21 luglio: tutti i dettagli