L’epidemia di Covid a Provincetown mostra che “non è ancora finita”

Provincetown, Massachusetts. Entro il 4 luglio, la stagione turistica a Provincetown aveva raggiunto la sua fase pre-pandemia. I ristoranti erano costantemente prenotati e le file a zigzag si formavano fuori dalle discoteche. C’erano linee di conga, brunch veloce e un’atmosfera rilassata e allegra.

“Pensavamo davvero di aver battuto il Covid”, ha detto Alex Morse, arrivato questa primavera come amministratore delegato della città. Abbiamo interiorizzato quei messaggi e la vita tornerà alla normalità. Abbiamo superato questo. Siamo la comunità più vaccinata dello stato”.

Il signor Morse non ci ha pensato molto, a cinque giorni dall’inizio delle vacanze, quando il consiglio sanitario della città ha registrato due nuovi casi di coronavirus. Una settimana dopo, però, il numero di casi collegati ai cluster di Provincetown è aumentato da 50 a 100 al giorno. Oltre ai numeri c’era un fatto preoccupante: la maggior parte delle persone risultate positive al test era stata vaccinata.

Provincetown, una stravagante comunità balneare sulla punta di Cape Cod, ha fornito un caso studio del paese che fa riflettere, spingendo improvvisamente gli americani a tornare alla cautela in inverno e in primavera.

I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie hanno citato il cluster venerdì come chiave per la sua decisione Nuova versione di routing della maschera interna, affermando che la carica virale tra le persone vaccinate è risultata essere alta come tra le persone non vaccinate.

Una comunità di residenti del nord-est attenti alla salute e di sinistra conosciuta come una mecca delle vacanze per uomini gay, Provincetown ha avuto uno dei più alti tassi di vaccinazione nel paese, oltre il 95% tra i residenti permanenti, stima Morse.

Anche il weekend del 4 luglio era affollato. Circa 60.000 persone si sono accalcate per una stretta danza della pista, con molti di loro che si sono radunati, senza maschera, su piste da ballo sudate e alle feste in casa.

Dei 965 casi che gli scienziati hanno rintracciato nelle riunioni di Provincetown, inclusi 238 residenti, gli scienziati sono giunti alla conclusione che Trai conclusioni importanti A proposito della variante delta del coronavirus, che ha contribuito a causare a Aumentano i ricoveri In tutto il paese, la maggior parte di loro è tra i non vaccinati.

READ  Una tempesta solare che viaggia a una velocità di 1,8 milioni di chilometri all'ora per colpire la Terra Scienza | notizia

La buona notizia è che le persone infette a Provincetown, circa Tre quarti Di quelli completamente vaccinati, spesso non erano gravemente malati; Non sono stati segnalati decessi e solo sette persone sono state ricoverate in ospedale. La cattiva notizia è che la variante è straordinariamente contagiosa – contagiosa come la varicella, ha affermato il CDC – e le persone con le cosiddette superinfezioni possono diffondere il virus ad altri.

A Provincetown, questa notizia l’ha fatta sentire ferita.

“Stiamo riportando indietro l’orologio ad aprile o maggio del 2021”, ha detto Susan Biskin, una visitatrice estiva di lunga data che si è trasferita lì a tempo pieno quattro anni fa. “È chiaro ora, come lo è oggi, che puoi essere vaccinato e continuare a prendere il Covid. In conclusione, dobbiamo stare davvero attenti e non pensiamo che sia finita. Non è vicino alla fine. “

La signora Biscayne, un’analista finanziaria, ricorda quanto si sia sentita strana quando ho abbassato la guardia questa primavera. Un giorno, è andata in un ristorante per l’happy hour e ha visto che la grata era scomparsa, così ha potuto guardare dritto in faccia il cameriere.

Durante l’apice dell’epidemia, Provincetown ha seguito rigidi protocolli. Non ha mai visto la metà inferiore del viso della sua onicotecnica. È stato fastidioso la prima volta che sono entrato in un progetto senza maschera.

“Era come mettere un dito nell’acqua”, ha detto. “Lentamente ma inesorabilmente, stavo annullando tutto ciò che avevo messo in atto. Era calmante per la paura. “

Presto i visitatori arrivarono a Provincetown a ondate, qualcosa che la signora Biscayne osservava con una certa preoccupazione. Accanto a Hering Cove Beach, dove in un normale giorno d’estate 100 o 200 biciclette potrebbero allineare il recinto, ho contato cinque volte di più.

Quel periodo è stato “le migliori settimane della nostra attività da molto tempo”, ha affermato Morse, il manager della città. Ha detto che era una sensazione di liberazione di cui tutti avevano bisogno.

“C’era la sensazione collettiva che tutti avessero attraversato molto, individualmente e collettivamente, negli ultimi 18 mesi”, ha detto.

Steve Katsurines, capo del consiglio comunale per la salute, ha affermato che i luoghi erano in linea con le linee guida del CDC.

“Ci è stato detto: ‘Ora sei vaccinato, tutti sono vaccinati, puoi uscire e vivere lo stile di vita pre-Covid’, ha detto. ‘Le persone lo facevano, vivevano con entusiasmo. Siamo stati portati a credere: “Se ti fai vaccinare, puoi andare in una discoteca, puoi andare a una festa in casa e incontrare qualcuno e uscire con qualcuno”. Questa è quella che pensavamo fosse la situazione”.

Entro la fine della settimana, signor Katsurines Stava ricevendo segnalazioni di casi di coronavirus Tutti uomini gay, con un’età media dai 30 ai 35 anni, e molti di loro hanno visitato un medico per altri motivi, come sintomi influenzali o un’infezione a trasmissione sessuale, e per non sospettare il coronavirus. Ciò che lo lasciava perplesso, disse, era che molte delle persone infette erano state vaccinate.

“Non potevo credere, francamente, che le persone vaccinate lo ricevessero e lo diffondessero, come dicevano le persone che tracciano i contatti”, ha detto. “Ho avuto questo momento per dire: ‘Non credo che i dati siano accurati. “

Passarono i giorni prima che diventasse chiaro che il virus circolante era un tipo delta, ha detto, “e sono andato, oh, beh. Delta è qualcosa di diverso. “

“Non credo che avremmo potuto prevedere cosa avrebbe fatto Delta qui”, ha detto.

Gli specialisti in malattie infettive hanno elogiato la ricerca dei contatti ravvicinati nella comunità, che è stata in gran parte effettuata da quattro infermieri della contea di Barnstable, per aiutarli a comprendere la portata dell’epidemia.

READ  Lo studio rileva che le femmine di colibrì sembrano maschi per evitare gli attacchi degli uccelli

Mentre i leader della città discutevano su quali misure sanitarie dovrebbero essere reintrodotte, Morse si è detto preoccupato di reagire in modo eccessivo o prendere decisioni “basate sulle voci più forti ed entusiaste”.

Ma le successive ondate di test hanno mostrato un aumento del tasso di positività, con un picco del 15% il 15 luglio. La città ha emesso un rapporto consultivo sulle maschere per interni quattro giorni dopo, ha affermato Morse, e lo ha reso obbligatorio il 25 luglio.

“Stiamo entrando in una nuova era in cui dobbiamo convivere con il virus”, ha detto. “A lungo termine, non sarà possibile nascondere un fine settimana e lasciar passare il giorno successivo”.

Alla fine dell’estate, Provincetown è un’altra contea di Provincetown, ancora affollata, ma diffidente e attenta agli scarsi risultati. Giovedì il tasso di positività della città è sceso al 4,6%. La sua autorizzazione alla maschera diventerà automaticamente consultiva, e poi alzata, se mantenuta bassa.

Fa parte del DNA della comunità essere “molto, molto responsabile” in una crisi sanitaria, afferma Rick Murray, direttore generale di The Crown and Anchor, una locanda sulla spiaggia con bar e discoteche.

“Quando è arrivata l’epidemia di AIDS, ci siamo presi cura di noi stessi, e ci prenderemo cura di noi stessi ora”, ha detto il signor Murray, che è sieropositivo da 37 anni. Ha detto che si aspettava che il virus fosse difficile da prevenire “per altri due o tre anni facilmente”.

Ha detto: “Questo non andrà via”.

È stato abbastanza semplice per Liz Carney, 50 anni, proprietaria della Four Eleven Gallery in Commercial Street, ricadere nei rigidi protocolli di coronavirus. C’era memoria muscolare. Per l’apertura prevista venerdì, si torna a quel vecchio schema ristretto: sono obbligatorie le mascherine, le bevande non vengono servite e solo tre persone alla volta sono ammesse in galleria.

Tornando alle folle di giugno, ha detto che era “un po’ ingenuo” pensare che fosse sicuro radunarsi in casa, ma le mancano anche.

“C’era solo gioia ed euforia”, ha detto. “È stato così eccitante. Vorrei aver seguito un corso sulla pista da ballo mentre ne avevo la possibilità.”

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Olimpiadi di Tokyo 2020: Matt Wern vince l’oro per l’Australia | Notizie sulle Olimpiadi di Tokyo
Next Post Elsa Pataky “orgogliosa” del duro lavoro a The Interceptor | intrattenimento