Le vendite di vaccini contro il Covid-19 calano in Cina mentre i paesi passano alle iniezioni di mRNA | notizie dal mondo

Nei primi giorni dell’introduzione del vaccino contro il Covid-19, i colpi cinesi hanno salvato innumerevoli vite. Hanno avviato programmi di vaccinazione in Asia, America Latina e Medio Oriente, mentre le nazioni ricche hanno accumulato rari filmati di mRNA da Pfizer Inc. e Moderna Inc. Ma molti governi che in precedenza si affidavano ai vaccini di Sinovac Biotech Ltd. Ora si sta invece rivolgendo alle opzioni degli Stati Uniti e dell’Europa, poiché crescono le preoccupazioni sull’efficacia dei vaccini cinesi contro il ceppo Delta e la crescente presa occidentale sulle forniture di mRNA. Questa preferenza può già essere vista nei dati doganali cinesi, dove le esportazioni di vaccini umani sono diminuite del 21% ad agosto a $ 1,96 miliardi da $ 2,48 miliardi a luglio, dopo essere aumentate costantemente da dicembre 2020.

“Le persone hanno praticamente preso ciò che potevano ottenere” quando i vaccini Covid sono diventati disponibili per la prima volta, ha affermato Nicholas Thomas, assistente professore alla City University di Hong Kong, che ha curato diversi libri sulla politica estera e sulla salute pubblica.

“Ma mentre questo continua, il pubblico in generale – non solo i medici – sta diventando più istruito sulle differenze”, ha detto. Si rendono conto che non tutti i vaccini sono uguali in termini di protezione.

Il cambiamento si è verificato durante un focolaio della malattia mortale in Thailandia all’inizio di quest’anno. Con l’aumento dei casi e l’emergere del sud-est asiatico come nuovo epicentro dell’epidemia, la nazione ha cercato disperatamente di acquistare vaccini. Un solo fornitore è arrivato al momento giusto: la cinese Sinovac.

Gli scatti hanno permesso al paese di 70 milioni di persone di iniziare la sua campagna di vaccinazione prima di quanto sperato, ma la Thailandia ha presto affrontato una sfida ora affrontata dai legislatori di tutto il mondo in via di sviluppo.

L’efficacia dei vaccini inattivati ​​in Cina varia da circa il 50% all’80% negli studi clinici. Ma sono meno efficaci dei vaccini a mRNA e crescono le domande sulla loro efficacia contro la variante delta altamente trasmissibile. Di conseguenza, il governo thailandese è diventato il primo al mondo a offrire un’iniezione di AstraZeneca Plc alle persone che hanno ricevuto un’iniezione o anche due di Sinovac. Sebbene non flessibili, studi thailandesi hanno dimostrato che il vaccino vettore virale dell’azienda britannica di Cambridge è efficace quanto un richiamo per la siringa cinese e che la dose di Pfizer era più efficace.

READ  I talebani mettono in guardia gli Stati Uniti contro il regime "destabilizzante" nei colloqui faccia a faccia | notizie dal mondo

Ma presto molti thailandesi hanno espresso una forte preferenza per i colpi occidentali – protestando anche per richiederli – e l’opposizione del Paese ha iniziato a criticare il governo per la sua dipendenza dalla Cina. La Thailandia ha interrotto gli ordini da Sinovac e ha iniziato a comprare più vaccini occidentali.

“Non sono contro Sinovac”, ha detto Chawat Setisak, un insegnante di 29 anni nel nord della Thailandia che ha ricevuto la prima dose di Sinovac ma ha ordinato una seconda dose da un ospedale privato. “Se il mondo avesse un solo vaccino e fosse Sinovac, lo avrei. Ma abbiamo molte altre opzioni. E voglio tutto il meglio”.

Molti governi che una volta si affidavano ai vaccini cinesi ora chiedono o cercano invece donazioni di vaccini mRNA. È probabile che il disimpegno dalla Cina acceleri poiché il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha promesso di donare 1,1 miliardi di dosi di mRNA, l’Europa ha promesso centinaia di milioni di vaccini e l’India è pronta ancora una volta a esportare i vaccini AstraZeneca dopo aver ridimensionato le spedizioni dopo una seconda ondata mortale . Oltre alla disponibilità e all’efficacia, anche la libertà di movimento potrebbe guidare questo cambiamento: i destinatari dei vaccini cinesi non possono recarsi in alcune località, come Singapore.

Esportazioni di vaccini

In una risposta scritta a Bloomberg, Sinovac ha affermato che il vaccino CoronaVac è stato efficace nel prevenire ricoveri, ricoveri in terapia intensiva e decessi durante la pandemia. Un portavoce ha affermato che alcuni paesi hanno introdotto Sinovac per la prima volta alle persone anziane, che hanno maggiori probabilità di essere ricoverate in ospedale con Covid-19, mentre le popolazioni più giovani hanno ricevuto diversi vaccini in un secondo momento, “e questo dovrebbe essere preso in considerazione nel valutare l’efficacia di CoronaVac. .”

READ  Mazar-i-Sharif, la quarta città più grande dell'Afghanistan, cade nelle mani dei talebani | notizie dal mondo

La società ha affermato che diversi paesi, tra cui la Thailandia, “hanno acquistato vaccini da diversi fornitori per aumentare il numero di dosi disponibili per i loro residenti”.

Allo stato attuale, l’elenco dei luoghi che si allontanano dai vaccini cinesi – o li aumenta con i booster occidentali – include Singapore, Turchia ed Emirati Arabi Uniti. Nella regione cinese di Hong Kong, che da tempo offre ai residenti una scelta tra BioNTech e Sinovac, i funzionari sanitari stanno ora testando se il vaccino cinese funzionerebbe meglio se abbinato a un booster occidentale.

Sebbene Sinovac abbia consentito alla Thailandia di iniziare a distribuire prima del previsto, 6 milioni di dosi in arrivo a ottobre saranno l’ultima spedizione. Nel 2022, almeno tre quarti degli ordini del governo proverranno da Astra e Pfizer.

Mosse come quelle della Thailandia rappresentano un duro colpo per le ambizioni della diplomazia cinese sui vaccini. Tuttavia, i governi affrontano un difficile equilibrio tra il desiderio di proteggere il pubblico e il mantenimento di buoni rapporti con la Cina. Il Ministero della Salute thailandese è stato attento a dire che mentre non c’erano piani per ordinare più di Sinovac, non indicava che i colpi non fossero efficaci.

Le aziende cinesi hanno esportato circa 884 milioni di dosi di vaccini domestici, principalmente attraverso accordi bilaterali con paesi come Brasile e Indonesia. Il Cile questa settimana ha iniziato a dare scatti Sinovac ai bambini sotto i sei anni, una forte approvazione dello scatto che ha costituito la spina dorsale della sua posa.

Ci sono ancora molte parti del mondo che soffrono di gravi carenze di vaccini. Alcuni paesi africani, ad esempio, hanno appena iniziato le loro campagne di vaccinazione dopo aver lottato per ottenere le iniezioni. Costa d’Avorio, Burkina Faso e Kenya distribuiscono tutti i vaccini cinesi e Pechino è il principale fornitore per la struttura Covax supportata dall’OMS che mira a fornire vaccini ai paesi in via di sviluppo. Il presidente Xi Jinping si è impegnato a esportare 2 miliardi di dosi quest’anno, in linea con gli impegni del Gruppo dei Sette.

Vari studi condotti in tutto il mondo hanno dimostrato che i pugni sono efficaci nel prevenire malattie gravi e morte.

READ  Inviato afghano in Pakistan, serie Alikhel, figlia di Najibullah Alikhel, rapita e gravemente torturata

Tuttavia, le aziende farmaceutiche cinesi, che inizialmente erano meno coinvolte rispetto alle aziende occidentali nel rilasciare i dati degli studi clinici, non hanno rilasciato studi conclusivi simili che i vaccini inattivati ​​siano efficaci contro Delta.

Nel corso del prossimo anno, i politici potrebbero continuare ad allontanarsi dalla vecchia tecnologia dei vaccini cinesi inattivati, afferma Benjamin Colling, professore di epidemiologia e biostatistica all’Università di Hong Kong, che ha pubblicato un recente studio su The Lancet che mostra il vaccino Pfizer. Ha prodotto 10 volte più anticorpi di Sinovac.

“Se ottieni alcuni vaccini che sono più efficaci di altri e il costo è più o meno lo stesso, ottieni un beneficio migliore se scegli i vaccini più efficaci”, ha affermato Cowling. “Ma penso ancora che le scorte siano limitate, quindi potrebbe non essere facile come dire: ‘Vogliamo solo ordinare il vaccino Moderna’ o qualcos’altro”.

Alternative migliori

In Thailandia, il Partito del Movimento in avanti dell’opposizione chiede ora al governo di rivelare la percentuale di persone che hanno ricevuto solo colpi di Sinovac.

“Il governo sa già che studi e ricerche dimostrano che i vaccini virali inattivati ​​sono meno efficaci contro le mutazioni virali rispetto ai vaccini a base di RNA”, ha affermato Promote Lakhanadisorn, un legislatore dell’opposizione e uno dei principali critici delle politiche sui vaccini del governo. “Dobbiamo conoscere il tasso di vaccinazione che esclude ogni due dosi di iniezione di Sinovac perché l’immunità potrebbe non essere più sufficiente. Eventuali aree pronte possono quindi essere riaperte”.

Il Ministero della Salute thailandese non ha risposto a una richiesta di commento.

Chawat, l’insegnante, ha detto che si sentiva sotto pressione per fare un’iniezione di Sinovac a causa del suo lavoro, ma spera di ottenere un’iniezione di Moderna in un mese o due.

“Il governo sta lontano da Sinovac perché devono andare avanti con il loro piano di riapertura e vogliono ridurre la frequenza dei vaccini tra le persone che non vogliono Sinovac”, ha detto. “Si stanno rivolgendo ad alternative migliori”.

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post My Universe Music Video: Gold Play e PDS pubblicano il video musicale di “My Universe”, che è davvero fuori dal mondo
Next Post L’elicottero della NASA su Marte incontra “un’anomalia”, ritardando il 14° volo