Le tensioni con la Russia sollevano le preoccupazioni degli ex astronauti statunitensi sulla partnership nello spazio

La Stazione Spaziale Internazionale, una collaborazione tra Stati Uniti, Russia, Giappone, Canada e Agenzia Spaziale Europea, è stata finora isolata dalla battaglia geopolitica in corso ai confini dell’Ucraina, anche se il capo dell’agenzia spaziale russa Roscosmos, Dmitry Rogozin, ha recentemente ha accennato a un “vento freddo. Ora soffia da Washington e Bruxelles”, secondo i media statali russi gusto.

“Mi spaventa il fatto che se questo diventa uno scontro a fuoco, penso che sarà difficile per la ISS sopravvivere”, ha detto alla CNN l’ex astronauta della NASA Garrett Reisman.

L’amministratore della NASA Bill Nelson è fiducioso che la Stazione Spaziale Internazionale rimarrà isolata dalla politica globale, soprattutto dopo che l’amministrazione Biden ha annunciato a dicembre di essersi impegnata ad estendere le sue operazioni fino al 2030. Tuttavia, la Russia non si è ancora impegnata nelle sei azioni dell’amministrazione Biden . Ampliamento generale della Stazione Spaziale Internazionale.

“I colloqui con la NASA sull’estensione delle operazioni della Stazione Spaziale Internazionale fino al 2030 sono in corso”, ha detto Rogozin a TASS a gennaio.

“Potrebbero esserci problemi politici”, ha detto Nelson in un’intervista alla CNN. “Ma quando si tratta del programma spaziale civile e della nostra cooperazione, non c’è stato alcun problema e mi aspetto che continui”.

Quando la Russia ha occupato e successivamente annessa la Crimea (una mossa che gli Stati Uniti non hanno riconosciuto) nel 2014, gli astronauti della NASA Rick Mastracchio e Steve Swanson erano a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. Dicono che nessuno al Mission Control di Houston abbia menzionato le tensioni in corso.

“Nessuno ne ha parlato”, ha detto Swanson alla CNN. “Era come se non fosse mai successo”. “Stavamo solo continuando con il nostro solito lavoro e non ce ne preoccupavamo”.

READ  Il Large Hadron Collider aumenta livelli di energia senza precedenti

Ma Masraccio dice di aver discusso dei disordini politici in atto a circa 250 miglia di distanza con i loro compagni astronauti.

“Non c’era nessun dito puntato o accuse o chi avesse ragione o torto. Si trattava solo di parlare attraverso diversi punti di vista”, ha detto.

Ma anche se si verifica una divisione della stazione spaziale, la rottura nello spazio è più facile a dirsi che a farsi. Astronauti e cosmonauti dipendono l’uno dall’altro e dalle loro attrezzature mentre vivono e lavorano nel pericoloso vuoto dello spazio.

“La parte russa non può funzionare senza elettricità dalla parte americana e la parte americana non può funzionare senza i sistemi di propulsione che si trovano dalla parte russa”, ha detto Raisman. “Quindi non puoi divorziare amichevolmente. Non puoi fare un disimpegno consapevole.”

La complessa interconnessione si estende anche alla rete idrica dell’impianto.

“Stiamo effettivamente riciclando l’urina degli astronauti per avere più acqua da bere dalla nostra parte”, ha detto Swanson. “Ora questo va oltre la politica. È sopravvivenza”.

“Era sempre così fastidioso chiedere a qualcuno se si poteva prendere in prestito una tanica della sua urina”, ha detto Mastracchio.

È un tipo di legame difficile da replicare sulla Terra, il che è parte del motivo per cui l’amministratore della NASA ha descritto la stazione come un “faro di pacifica cooperazione scientifica internazionale”.

“Ogni volta che abbiamo avuto problemi politici con il governo russo in passato, cosmonauti e cosmonauti non si perdono nulla”, ha detto Nelson.

Ma i politici russi hanno minacciato di usare la stazione come merce di scambio durante le passate crisi geopolitiche. Quando gli Stati Uniti hanno imposto sanzioni alla Russia dopo l’annessione della Crimea nel 2014, erano interamente dipendenti dai razzi russi Soyuz per lanciare gli astronauti della NASA sulla stazione spaziale e riportarli sani e salvi a casa.

READ  Psychonauts 2: come sbloccare la modalità foto
“Dopo aver analizzato le sanzioni imposte alla nostra industria spaziale, propongo che gli Stati Uniti consegnino i loro astronauti alla Stazione Spaziale Internazionale usando un trampolino”, ha detto Rogozin, all’epoca vice primo ministro della Difesa russo. twittare puntuale.

Mastracchio, che era a bordo della stazione quando Rogozin ha fatto quelle osservazioni, ha detto che “non era personalmente interessato”, ma la sua famiglia era preoccupata “che sarebbe rimasto bloccato nello spazio, perché i russi non lo avrebbero riportato a casa”.

Tuttavia, le minacce di Rogozin non si sono mai materializzate e le operazioni della stazione sono continuate ininterrotte per tutta la crisi del 2014.

Da allora, una società privata americana ha sviluppato il proprio veicolo di lancio – il razzo Falcon 9 di SpaceX e la capsula Crew Dragon – riducendo significativamente la dipendenza della NASA dalla Russia.

Gli Stati Uniti stanno anche cercando di estendere questa partnership spaziale alla Luna attraverso il nuovo programma Artemis della NASA. Ma finora, la Russia ha rifiutato di partecipare, progettando invece di unirsi alla Cina.

L’ambasciatore russo in Cina ha annunciato, martedì, che l’accordo per costruire una base sulla luna è “praticamente pronto e sembra che potrebbe essere firmato presto”, secondo quanto riportato. gusto.
Un potenziale accordo con la Cina, combinato con la crisi in Ucraina e il recente test russo di un missile anti-satellite, potrebbe segnare l’inizio della fine dell’alleanza USA-Russia nel volo spaziale civile, che prosegue ininterrottamente dal 1975.

“Purtroppo, penso che sia destinato a finire”, ha detto Raisman.

Ma il direttore della NASA è più ottimista, definendo la partnership “una delle storie davvero straordinarie del nostro tempo”.

READ  Il picchiaduro 2D Young Souls andrà in crash presto su Xbox

“Non è qualcosa che quando le nostre politiche sulla Terra fissa ci fanno essere in disaccordo tra loro, noi terrestri possiamo aggirare il problema di un programma spaziale civile comune e collaborare in modo così bello”, ha detto Nelson.

Agapeto Vecoli

"Imprenditore. Freelance introverso. Creatore. Lettore appassionato. Ninja della birra certificato. Nerd del cibo."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post Scienziati cinesi avvertono di un nuovo tipo di coronavirus dai pipistrelli
Come utilizzare la tecnologia più recente nei formati tablet per rendere più piacevole la scrittura di contenuti.
Next Post Come utilizzare la tecnologia più recente nei formati tablet per rendere più piacevole la scrittura di contenuti.