Le storie Meta Ray-Ban ora consentono agli utenti di effettuare chiamate e inviare messaggi utilizzando WhatsApp – TechCrunch

Mark Zuckerberg, CEO di Meta annunciare Oggi l’azienda sta lanciando più funzionalità vivavoce per i suoi occhiali intelligenti Ray-Ban Stories. A partire da oggi, gli utenti di Ray-Ban Stories possono effettuare chiamate, ascoltare la lettura dei messaggi e inviare messaggi crittografati end-to-end utilizzando WhatsApp. Meta ha aggiunto funzionalità simili a Facebook Messenger l’anno scorso. Zuckerberg ha inoltre annunciato che presto gli utenti potranno rispondere direttamente ai messaggi di Messenger o WhatsApp con i comandi vocali.

Con questo nuovo aggiornamento, gli utenti possono effettuare chiamate e inviare messaggi su WhatsApp in vivavoce dicendo “Ehi Facebook, invia un messaggio a…” o “Ehi Facebook, chiama…” Puoi anche ascoltare i nuovi messaggi che ricevi su WhatsApp. Non appena riceverai un nuovo messaggio, gli occhiali diranno: “Nuovo messaggio su WhatsApp da : È ora un buon momento per parlare?” In un futuro aggiornamento, Meta prevede di aggiungere la possibilità di rispondere direttamente ai messaggi in arrivo su Messenger e WhatsApp, a mani libere dicendo “Ehi Facebook, rispondi” dopo che gli occhiali hanno letto un nuovo Messaggio.

La società rileva che i tuoi messaggi e chiamate personali sono automaticamente protetti tramite la crittografia end-to-end, il che significa che WhatsApp, Meta e terze parti non possono leggerli o ascoltarli. Dopo che l’assistente vocale ha impostato un comando vocale relativo alle chiamate o ai messaggi di WhatsApp, il testo vocale e la voce non vengono memorizzati su nessun server.

Meta afferma inoltre che prevede di espandere il supporto di WhatsApp e Messenger per gli utenti di Ray-Ban Stories di lingua francese e italiana quest’anno.

L’aggiornamento di oggi per l’app Facebook View per iOS e Android verrà distribuito gradualmente e sarà disponibile per tutti nei prossimi giorni. Meta afferma che gli utenti dovrebbero assicurarsi di avere l’ultimo aggiornamento dell’app e del firmware sui propri occhiali.

READ  Come lavorare con la luna nuova in Gemelli

Meta ha lanciato i suoi occhiali intelligenti Ray-Ban Stories a settembre 2021 in collaborazione con il gigante dell’occhialeria EssilorLuxottica. Gli occhiali consentono agli utenti di scattare foto e video con due fotocamere integrate da 5 MP, ascoltare musica attraverso gli altoparlanti integrati e ricevere telefonate. Gli occhiali devono essere collegati a un dispositivo iOS o Android per la piena funzionalità, anche se gli utenti possono scattare e archiviare centinaia di foto o dozzine di video sugli occhiali prima di trasferire contenuti multimediali sui loro telefoni tramite la nuova app View di Facebook. Le doppie fotocamere consentono agli utenti di aggiungere effetti 3D a foto e video non appena vengono caricati nell’app.

Gli eleganti occhiali da sole sono disponibili in tre classici stili Ray-Ban, con una serie di combinazioni di colori e lenti. Gli occhiali da vista Ray-Ban Stories sono perfettamente compatibili con le lenti da vista. Gli occhiali partono da $ 299, con opzioni di lenti polarizzate e di transizione disponibili a un prezzo più alto.

Al momento del lancio, Meta ha indicato che il dispositivo era un trampolino di lancio per le ambizioni e gli sforzi AR per introdurre gli utenti all’idea degli occhiali high-tech.

Il lancio delle nuove funzionalità arriva quando si dice che Meta stia finendo i suoi piani per i suoi occhiali AR, secondo un recente rapporto di l’informazione. Secondo quanto riferito, la società aveva originariamente pianificato di rilasciare la prima versione dei suoi occhiali AR, nome in codice Project Nazare, nel 2024. Tuttavia, ai dipendenti è stato comunicato che Meta non aveva più intenzione di lanciare in commercio occhiali per realtà aumentata a causa degli sforzi per ridurre i costi elevati. Investimenti in Reality Labs e nella divisione AR/VR. L’azienda prevede invece di utilizzare la prima versione degli occhiali per realtà aumentata come prodotto dimostrativo, piuttosto che come prodotto commerciale. Meta ora prevede di dare la priorità al rilascio degli occhiali AR di seconda generazione, nome in codice Artemis.

READ  Patrick Stewart conferma il ritorno del Professor X con Doctor Strange 2 Red Carpet

Agapeto Vecoli

"Imprenditore. Freelance introverso. Creatore. Lettore appassionato. Ninja della birra certificato. Nerd del cibo."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post La figlia di Khaled Hosseini appare come transgender, dice “Non è mai stata orgogliosa”
Next Post NEXEN TIRE investe nella Startup May Mobility con sede negli Stati Uniti