Le forze speciali statunitensi uccidono al-Sudani, leader dello Stato islamico in Somalia | notizie dal mondo

Le forze per le operazioni speciali statunitensi hanno ucciso un alto funzionario Gruppo dello Stato islamico Giovedì, l’amministrazione Biden ha annunciato l’arresto di un funzionario e di altri 10 agenti terroristi nella remota Somalia settentrionale.

L’operazione condotta mercoledì ha preso di mira Bilal Al-Sudani, il principale facilitatore finanziario dell’organizzazione terroristica globale, in un complesso di grotte di montagna.

Leggi anche | Gli Stati Uniti sottolineano l’importanza della libertà di stampa in mezzo al divieto di un documentario della BBC

“Questa azione rende gli Stati Uniti e i nostri partner più sicuri e più protetti e riflette il nostro fermo impegno a proteggere gli americani dalla minaccia del terrorismo in patria e all’estero”, ha dichiarato in una nota il segretario alla Difesa Lloyd Austin.

Il presidente Joe Biden è stato informato la scorsa settimana sulla missione proposta, che è arrivata dopo mesi di pianificazione. Ha dato l’approvazione definitiva per eseguire l’operazione questa settimana dopo una raccomandazione di Austin e del presidente del Joint Chiefs of Staff, il generale Mark Milley, secondo due alti funzionari dell’amministrazione Biden che hanno informato i giornalisti sull’operazione a condizione di anonimato. .

Leggi anche | La nuova alleanza militare tra Stati Uniti e Giappone sta causando problemi alla Cina

Al-Sudani, che è stato per anni sul radar dei funzionari dell’intelligence statunitense, ha detto Austin, ha svolto un ruolo chiave nel contribuire a finanziare le operazioni dell’ISIS in Africa, nonché l’affiliato terrorista dell’ISIS che opera in Afghanistan.

Il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti ha affermato l’anno scorso che Al-Sudani ha lavorato a stretto contatto con un altro agente dell’ISIS, Abdullah Hussein Abadija, che ha reclutato giovani uomini in Sud Africa e li ha inviati a un campo di addestramento alle armi.

Abadigga, che controllava due moschee in Sud Africa, ha usato la sua posizione per estorcere denaro ai membri della moschea. Sudani considerava Abadega un fidato sostenitore che potrebbe aiutare i sostenitori dell’ISIS in Sud Africa a diventare più organizzati e reclutare nuovi membri, secondo il Dipartimento del Tesoro.

Leggi anche | In cambio, gli Stati Uniti hanno accettato di inviare 31 carri armati Abrams in Ucraina

Al-Sudani è stato originariamente designato dal Dipartimento del Tesoro nel 2012 per il suo ruolo con Al-Shabaab, un’altra organizzazione terroristica operante in Somalia. Un alto funzionario dell’amministrazione ha affermato di aver aiutato i combattenti stranieri a recarsi in un campo di addestramento di al-Shabaab e di aver facilitato il finanziamento degli estremisti violenti in Somalia.

Funzionari del Pentagono hanno affermato che nessun civile è stato ferito o ucciso durante l’operazione. Un funzionario dell’amministrazione ha detto che un americano che ha partecipato all’operazione è stato morso da un cane militare, ma non è stato ferito gravemente.

Funzionari statunitensi hanno fornito scarsi dettagli su come è stata condotta l’operazione o sulle circostanze della morte di Al-Sudani. Uno dei funzionari ha affermato che le forze statunitensi intendevano catturare al-Sudani, ma ciò non si è rivelato “fattibile” con l’operazione in corso.

L’operazione arriva pochi giorni dopo che il comando africano ha annunciato di aver lanciato un attacco collettivo per l’autodifesa a nord-est della capitale, Mogadiscio, vicino a Galkad. In quell’incidente, le forze dell’esercito nazionale somalo furono impegnate in pesanti combattimenti a seguito di un attacco esteso e intenso da parte di oltre 100 combattenti di Al-Shabaab.

Gli Stati Uniti hanno stimato che circa 30 combattenti di al-Shabaab siano stati uccisi in quell’operazione.

L’attacco lanciato dalle forze somale contro Al-Shabaab è stato descritto come il più grave in oltre un decennio.

Al-Shabaab ha un’impronta molto più ampia in Somalia rispetto allo Stato islamico.

READ  Il Primo Ministro spera di incontrare a Parigi l'AD del FMI

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *