Le borse europee hanno chiuso in rialzo grazie al boom dell’attività economica nella regione

Le azioni europee hanno chiuso in rialzo per la terza sessione consecutiva lunedì, poiché l’attività economica nella regione si è espansa al ritmo più veloce in oltre un decennio.

Durante una giornata di bassi volumi di scambio a causa di una festività pubblica per il Giorno dell’Indipendenza negli Stati Uniti, che ha chiuso Wall Street, l’indice Stoxx Europe 600 è aumentato dello 0,3% a livello regionale.

Le forti letture PMI per i servizi in Spagna e Italia, in particolare, hanno aumentato la lettura complessiva del settore dei servizi della zona euro a 58,3 a giugno, il livello più alto dal luglio 2007.

“Il miglioramento è stato associato all’allentamento delle restrizioni Covid”, ha affermato Mel Debono, capo economista europeo di Pantheon Macroeconomics, nel caso dell’Italia. “La maggior parte del paese si è trasferita nelle aree bianche meno restrittive a metà mese”.

L’Ibex 35 di Madrid è salito dello 0,4 percento, mentre il FTSE MIB di Milano ha chiuso la seduta in rialzo dello 0,6 percento.

Anche l’indice FTSE 100 di Londra, che ha un peso notevole per i gruppi energetici, ha chiuso in rialzo dello 0,6 percento a causa dell’ulteriore aumento dei prezzi del petrolio.

Il greggio di riferimento globale Brent è balzato di oltre l’1% a 77,26 dollari al barile, il livello più alto dall’ottobre 2018, poiché l’OPEC e i suoi alleati hanno abbandonato la decisione di aumentare la loro produzione di petrolio.

Il greggio US West Texas Intermediate è aumentato di oltre l’1,5% a 76,35 dollari al barile, vicino al massimo da tre anni.

In Asia, i mercati sono stati scossi dopo che Pechino ha ampliato la sua repressione sulle piattaforme tecnologiche per includere Boss Zhipin, una società di reclutamento online, e le app cinesi di chiamata per camion Yunmanman e Huochebang.

READ  Fattore di sentiment: cosa potrebbe significare per l'economia la vittoria dell'Inghilterra a Euro 2020 | Crescita economica (PIL)

Le mosse si sono increspate nei mercati della regione, con l’Hang Seng Tech in calo del 2,3 percento, trascinando al ribasso la performance dell’indice Hang Seng più ampio, che è sceso dello 0,6 percento.

Negli Stati Uniti, gli analisti hanno digerito i dati sui salari non agricoli di venerdì che hanno mostrato che il mercato del lavoro ha aggiunto 850.000 posti di lavoro a giugno, ben al di sopra delle aspettative degli economisti e al di sopra della cifra rivista di 583.000 per maggio.

Luca Paolini, chief strategist di Pictet Asset Management, ha affermato che gli investitori stanno ora guardando i segnali economici sulla direzione della ripresa dagli Stati Uniti questa settimana.

Numeri di richieste di disoccupazione settimanali più forti potrebbero aumentare la pressione sulla Federal Reserve statunitense affinché consideri la fine delle sue politiche che hanno sostenuto l’economia durante la pandemia.

Avremo il verbale della riunione della Federal Reserve [Wednesday]. La gente cercherà di vedere se qualcosa può cambiare la Federal Reserve in modi imprevedibili”, ha detto Paolini.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post La co-attrice di “The Talk” Amanda Kloots onora “l’angelo custode” Nick Cordero un anno dopo la morte di “Inimmaginabile”
Next Post San Francisco Neyman Marcus è stato attaccato da negozianti che sono fuggiti con la merce