Le battaglie dell’Italia hanno continuato ad affrontare sfide di stabilità politica


Credito: https://search.creativecommons.org/photos/399d65c3-7b41-4cec-b203-174bd86e52f0

La politica italiana ha subito un drastico cambiamento nell’ultimo anno. Mentre la pandemia Covid-19 continua, il nuovo Primo Ministro Mario Draghi affronta la sfida di guidare un governo stabile in grado di garantire la roadmap italiana per la libertà dal virus e superare le relative difficoltà economiche. Allo stesso tempo, due dei principali partiti della politica italiana, il Partito Democratico e il Movimento Cinque Stelle, hanno sofferto del divario ideologico e stanno perseguendo nuove identità politiche.

Cosa è successo a fine gennaio 2021?

Negli ultimi mesi l’Italia ha dovuto affrontare molte sfide politiche. Dati gli ostacoli che la pandemia presenta, l’ex presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il suo governo hanno in gran parte evitato le critiche alla loro più ampia agenda politica. Tuttavia, dove ci sono state critiche, si è incentrato su due questioni principali: la ripresa economica post-pandemia e il lancio del vaccino.

Le prospettive economiche del paese sono fosche, in parte perché le aziende italiane hanno ricevuto così poco sostegno finanziario dal governo Giuseppe durante la pandemia. L’incertezza finanziaria che le imprese devono affrontare è aggravata dal lento utilizzo del vaccino a causa dei problemi di prenotazione e distribuzione del vaccino in diverse regioni d’Italia. Di conseguenza, i livelli di occupazione ne risentono; Il tasso di disoccupazione ha raggiunto il 10% a fine anno 2020 Si prevede che supererà l’11% entro la fine del 2021. Inoltre, il PIL italiano è diminuito di circa 9% Durante l’anno 2020.

La strategia del governo “resta a casa” è diventata sempre più difficile da attuare poiché diventa chiaro al pubblico che il lancio del vaccino è in fase di stallo e sembra che non ci sia fine al blocco in vista. Questo malcontento si è manifestato sotto forma di proteste anti-blocco, che hanno avuto luogo nelle principali città italiane tra cui Milano, Firenze e Torino. Il periodo di turbolenze è giunto al culmine quando Matteo Renzi, il leader del partito italiano FIFA, ha ritirato i suoi rappresentanti dalla coalizione, provocando la caduta del governo. La mossa è stata vista dall’opinione pubblica italiana come un invito al caos politico in un periodo in cui l’unità nazionale era essenziale. Ciò ha suscitato un appetito per una nuova leadership.

READ  Capital Relief dalla Banca Centrale Europea, Inflazione negli Stati Uniti, Consumatori in Cina: Giornata dell'Ambiente

Il presidente, Sergio Mattarella, ha invitato Mario Draghi, ex presidente della Banca centrale europea, a formare un governo. Draghi è stata la sua prima scelta, non solo per la sua vasta esperienza di lavoro con organizzazioni internazionali, ma anche perché come candidato indipendente, sentiva che Draghi avrebbe dato la priorità agli interessi nazionali piuttosto che agli interessi di parte per affrontare efficacemente la pandemia.

Draghi ha affermato che lo scopo del neo-costituito governo è quello di far uscire l’Italia dalla crisi Covid utilizzando il Recovery Fund, un piano di ripresa finanziaria che sarà ideato con l’aiuto di una società di consulenza di fama mondiale, McKinsey & Company.

I ministri del Vecchio e del Nuovo Partito Democratico, Nicolas Zingaretti ed Enrico Leta.

Il Partito Democratico e la Rivoluzione del Movimento Cinque Stelle

Accanto a questi cambiamenti nel governo, ci sono stati cambiamenti più ampi nell’arena politica. Due dei principali partiti italiani hanno attraversato periodi di grandi cambiamenti interni. Nicola Zingaretti ha recentemente rassegnato le dimissioni da Segretario del Partito Democratico con la motivazione che il partito aveva bisogno di formare una nuova identità. Il Partito Democratico, che ha ottenuto il sostegno nel 2007 come principale partito di sinistra, con una politica progressista europeista, ha trascorso molto tempo al governo con politici di altri partiti con opinioni ampiamente diverse. In particolare, sono stati recentemente al governo con la Lega Nord. Per gli elettori, l’identità del partito è sempre più oscurata da queste coalizioni.

Più recentemente, Zingaretti ha discusso della neo eletta leader dei Democratici, Lita, sui temi del ruolo dell’Italia nell’Unione Europea e sul fallimento della campagna di vaccinazione. I politici democratici hanno anche discusso della riforma di Jus Soli, che ha attirato le critiche dei politici di destra, i quali hanno sostenuto che sollevare la questione sminuisce le questioni imminenti sollevate dalla pandemia. Il principio di Jus Soli e lui I democratici credono in gran parte che sia una causa di disuguaglianza sociale ed economica in Italia, Haqq lo descrive spesso come una minaccia per il controllo della popolazione.

READ  L'Europa rischia altre cicatrici economiche mentre si affretta a riaprire

Tuttavia, la destra ha i suoi problemi ideologici. Il Movimento Cinque Stelle, entrato sulla scena politica nel 2013 come partito anti-establishment e pro-working, si è trovato sotto il controllo ideologico. Attualmente fanno parte del Governo di Unità Nazionale e sono quindi sempre più visti dall’opinione pubblica italiana non come contrari al Partito della Fondazione, ma come un attore istituzionale di primo piano. Pertanto, l’inevitabilità della politica di partito che ha un sedile posteriore durante i periodi di crisi nazionale ha alla fine danneggiato il messaggio populista del partito, con i parlamentari che ora lasciano il partito in massa. Anche il movimento delle cinque stelle è stato danneggiato dallo scandalo. Giuseppe Grillo, il fondatore del partito, è entrato di recente in Parlamento indossando un elmetto da astronauta per protestare contro il dovere di indossare maschere facciali che erano ampiamente considerate inappropriate. Giuseppe Conte, l’ex premier, ha annunciato la sua ambizione di tornare in politica e sostituire Vito Karimi come segretario del Movimento Cinque Stelle. Conte, che è pronto ad annunciare una serie di nuove politiche e iniziative di partito, potrebbe essere l’ultima possibilità del movimento a cinque stelle per fissare la sua immagine.

Cosa ti aspetti nel prossimo futuro?

La situazione politica rimane precaria, in parte a causa della risposta del governo alla pandemia. Il lancio della vaccinazione rimane lento e la capacità dell’ospedale rimane al punto di rottura. Ci sono una serie di ragioni per la lenta diffusione del vaccino. Innanzitutto, la pubblicazione viene spostata in ciascuna regione. Aree più piccole, con meno persone, hanno visto progressi più rapidi. Tuttavia, alcune regioni, come la Sicilia, hanno ricevuto dosi insufficienti e hanno avuto problemi a convincere gli infermieri a somministrare la vaccinazione. Le regioni del sud Italia sono afflitte da problemi infrastrutturali che hanno rallentato il processo di vaccinazione. La sospensione istantanea del vaccino AstraZeneca, in risposta a potenziali coaguli di sangue correlati, ha ulteriormente destabilizzato il programma vaccinale italiano. Solo di recente il governo ha risposto sostituendo l’ex commissario per la pandemia Domenico Arcuri Francesco Paulo Vigliolo.

READ  DBRA Morningstar mantiene invariato il rating del credito dell'Italia a BBB (alto)

Per la democratica Lita, i prossimi mesi sono un’opportunità per ristabilire il consenso tra i suoi membri. Il Movimento Cinque Stelle, invece, si concentrerà sulla selezione di un segretario che affianchi Luigi Di Maio, ministro degli Esteri italiano, che insieme condurrà una campagna per ricomporre il sostegno ottenuto durante le ultime elezioni.

È probabile che l’instabilità politica italiana continui per un po ‘di tempo, poiché il governo continua la sua lotta con il conflitto ideologico e politico interno. L’obiettivo primario del governo dovrebbe essere, ed è tuttora, la rapida diffusione del vaccino Covid-19, poiché questo getterà le basi per la ripresa economica e l’eventuale miglioramento della stabilità politica. Tuttavia, resta da vedere se il nuovo primo ministro sarà in grado di promuovere la coesione necessaria per la corretta attuazione del programma di vaccinazione.

Il primo ministro italiano Mario Draghi

Quali sono i principali rischi?

Poiché il governo include partiti ideologicamente diversi che di solito hanno pochi obiettivi e interessi comuni, il governo è fragile e rischia di cadere di nuovo. Quindi è probabile che una volta terminata l’era della pandemia, si terranno nuove elezioni e si formerà un nuovo governo con una maggioranza maggiore, che promuoverà una maggiore stabilità. Nel frattempo, è fondamentale che la politica di partito non influenzi ulteriormente la campagna di vaccinazione, soprattutto ora che l’Italia ha sospeso AstraZeneca Jab. È anche importante che il Partito Democratico e il Movimento Cinque Stelle accelerino il consolidamento del consenso interno, in modo che possano concentrare i loro sforzi su una tabella di marcia per uscire dai blocchi permanenti. Per le future elezioni, ciò sarà necessario, poiché è probabile che gli elettori italiani preferiscano i partiti che hanno collaborato durante il periodo di crisi del Paese.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Sopravvissuta al coronavirus di 103 anni ottiene la vaccinazione: capra e soda: NPR
Next Post La tensione aumenta a Gerusalemme mentre i palestinesi si dirigono verso il quartiere di Al-Aqsa | Notizie della moschea di Al-Aqsa