Le banche europee riducono il divario nel soddisfare le regole patrimoniali di Basilea III

Le banche europee hanno ampiamente colmato il divario nell’accesso ai nuovi standard patrimoniali globali che entreranno in vigore nel 2028, dopo che le restrizioni pandemiche sui dividendi hanno rafforzato i bilanci lo scorso anno nonostante l’economia volatile.

L’analisi pubblicata mercoledì dall’Autorità bancaria europea mostra che un gruppo di 99 banche nell’Unione europea dovrà raccogliere il proprio capitale di classe 1 di altissima qualità – che è costituito in gran parte da denaro investito da azionisti, profitti e banche detenute negli anni precedenti – di soli 3,1€. $ 1 miliardo per conformarsi agli standard bancari globali di Basilea III entro la data della sua piena attuazione nel 2028.

Quel divario di capitale basato sulle posizioni delle banche nel dicembre 2020 è nettamente inferiore a quello che era nel dicembre 2018, quando 113 banche registravano un deficit di 24,8 miliardi di euro e nel dicembre 2019, quando 106 banche avevano un deficit di 9,6 miliardi di euro.

Il capitale rimane un problema vivo in Europa un decennio dopo la crisi finanziaria, poiché la carenza ha portato al consolidamento in mercati come l’Italia, mentre gli investitori attendono con ansia l’annuncio della Commissione europea sulle riserve aggiuntive che dovranno detenere.

La Commissione pubblicherà le regole a fine ottobre. era EBA stimato Un divario di capitale Tier 1 di 17,4 miliardi di euro in 99 banche a partire da dicembre 2020, in base alla versione su misura dell’UE di Basilea III.

Il deficit di capitale sarà concentrato in un piccolo gruppo di grandi banche, i cui rapporti capitale/attività saranno influenzati dagli sforzi del Comitato di Basilea per limitare l’uso da parte delle banche di modelli aggressivi per migliorare le proprie metriche. Alcune banche più piccole vedranno requisiti patrimoniali inferiori a seguito della riforma del modello.

READ  Il vincitore italiano si sottoporrà al test volontario sull'abuso di droghe :: WRAL.com

Alla fine dello scorso anno, le banche europee avevano un rapporto medio tier 1 di azioni ordinarie di poco inferiore al 17%, compresi tassi di oltre il 20% in Belgio e Irlanda e circa il 15% in Portogallo e Grecia, secondo i dati di Bank Central.

Tali tassi sono stati aiutati da un divieto di dividendi imposto dai regolatori europei da marzo 2020 fino alla fine dell’anno, poiché hanno detto alle banche di conservare la propria liquidità in modo da poter assorbire le perdite legate alla pandemia e prestare alle loro economie in crisi.

Questo divieto è stato modificato per limitare i dividendi e in estate la Banca centrale europea ha dichiarato che lo avrebbe fatto Annulla Quei confini sono di settembre. I dividendi derivano dai dividendi e quindi riducono il capitale della banca.

Il rapporto dell’UE è arrivato insieme a una pubblicazione più ampia del Comitato di Basilea che mostra che i sistemi bancari globali hanno anche ridotto il divario nel soddisfare gli standard del 2028. Un gruppo di 95 delle più grandi banche del mondo affronta una domanda aggregata nel 2028 di quasi 6,1 miliardi di euro, un calo Da 10,7 miliardi di euro a fine dicembre 2019.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Sasural Simar Ka 2, 28 settembre 2021, aggiornamento dell’episodio scritto, il piano di Simar e Sandhya per fuggire da Aditi prima del matrimonio
Next Post Qual è la Costituzione Reale dell’Afghanistan del 1964 che i talebani intendono adottare? | notizie dal mondo