Le aziende internazionali di CIIE si preparano per le Olimpiadi invernali di Pechino, in attesa di una crescita del mercato

Gli espositori CIIE si preparano per le Olimpiadi invernali di Pechino. Foto: Li Hao/GT

Dall’abbigliamento da sci, alle macchine da sci e dai vari skateboard alle scarpe da ginnastica, gli espositori della Quarta China International Import Expo (CIIE) si stanno preparando per le prossime Olimpiadi invernali di Pechino che si terranno nel febbraio del prossimo anno, in attesa di una potenziale crescita nel mercato degli sport invernali In Cina.

Il marchio italiano di outdoor Crispi ha presentato una serie di scarpe outdoor ispirate alla mascotte dei Giochi Olimpici Invernali di Pechino 2022 Bing Dwen Dwen e Shuey Rhon Rhon, nel tentativo di attingere al mercato cinese degli sport invernali.

Liu Lili, direttore del marketing di Crispi, ha affermato di aver già ricevuto molte richieste dei clienti sui loro prodotti. Dopo il debutto al CIIE, la serie delle Olimpiadi invernali sarà disponibile sul negozio Tmall e sui canali di vendita offline in tutta la Cina.

Allo stand del marchio italiano di moda sportiva FILA, un giornalista del Global Times ha visto un’area di esperienza interattiva con allenatori che davano consigli sulle prestazioni per lo snowboard e il doppio skateboard, e i loro movimenti belli e dinamici sono uno dei motivi per cui i cinesi stanno abbracciando lo skateboard così rapidamente. .

Inoltre, il marchio ha preparato un’anteprima mondiale del suo abbigliamento da sci professionale con il marchio di sci professionale italiano VIST al CIIE di quest’anno.

Gli espositori CIIE si preparano per le Olimpiadi invernali di Pechino.  Foto: Li Hao/GT

Gli espositori CIIE si preparano per le Olimpiadi invernali di Pechino. Foto: Li Hao/GT

“Speriamo che attraverso CIIE, più consumatori cinesi ottengano un quadro completo degli sport sulla neve e sperimentino il divertimento della neve e del ghiaccio”, ha dichiarato al Global Times Brian Yu, CEO di FILA China.

READ  La notizia del Leeds United dove ha collegato Andrea Radrizani, successore di Marcelo Bielsa, nei media italiani

Sebbene i mercati del ghiaccio e della neve europei e americani siano più maturi rispetto al mercato cinese, gli espositori sono ottimisti sul potenziale di crescita del mercato cinese, determinato dalle Olimpiadi invernali.

“Ci aspettiamo che le Olimpiadi invernali di Pechino aumentino e accelerino il consumo dello sci e del relativo mercato degli sport invernali nel prossimo futuro”, ha detto Liu al Global Times. “Si prevede che i viaggi internazionali limitati causati dalla pandemia aumenteranno il consumo di sport invernali nel mercato interno”.

L’azienda aumenterà gli investimenti in Cina di almeno il 10% il prossimo anno, ha affermato Liu, “poiché le prestazioni del mercato cinese ci hanno dato grande fiducia”.

Gli espositori CIIE si preparano per le Olimpiadi invernali di Pechino.  Foto: Li Hao/GT

Gli espositori CIIE si preparano per le Olimpiadi invernali di Pechino. Foto: Li Hao/GT

Da quando Pechino ha vinto la gara per ospitare le Olimpiadi invernali del 2022 nel 2015, la Cina ha accelerato la disponibilità di sport invernali, impegnandosi ad attirare 300 milioni di cinesi per le attività sulla neve e sul ghiaccio.

“Con l’aumento del livello del reddito nazionale e l’aumento della consapevolezza delle persone nei confronti dello sport e del fitness, gli sport sulla neve e sulla neve si sono sviluppati rapidamente. Mentre la Cina ha una vasta area di terra e una grande popolazione, con molti luoghi adatti per l’inverno sport nel nord, questa è una cosa meravigliosa potenziale per il mercato degli sport invernali.

Secondo il “Piano di sviluppo degli sport sulla neve e sulla neve (2016-25)”, il volume totale dell’industria cinese della neve e del ghiaccio raggiungerà i 1.000 miliardi di yuan (156,29 miliardi di dollari USA) nel 2025. Si prevede che entro il 2022, il numero di stazioni sciistiche in Cina raggiungeranno A 650, il numero di stazioni sciistiche in Cina raggiungerà 800 e le piste da neve totali copriranno un’area di oltre 70 milioni di metri quadrati, secondo il piano di costruzione di sport sulla neve emesso dall’Amministrazione Generale di Sport.

READ  Messias, un ex fattorino di frigoriferi, mantiene vivo il sogno del Milan in Champions League con uno straordinario vincitore in ritardo

In futuro, Yiu anticipa che ci sarà un segmento di mercato più specifico in cui le categorie si allargheranno ulteriormente e verrà prestata maggiore attenzione agli sport meno popolari, come l’hockey su ghiaccio e l’equitazione.

Ravenna Bianchi

"Esperto di tv estremo. Fanatico della birra. Amichevole fan del bacon. Comunicatore. Aspirante esperto di viaggi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Quanto regge Guardiani della Galassia su console last-gen? • Eurogamer.net
Next Post Gli astronauti SpaceX Crew-2 della NASA tornano sulla Terra – guardalo dal vivo