Le antiche valli possono mostrare come le calotte glaciali risponderanno ai cambiamenti climatici: NPR

Veduta aerea di iceberg e calotta glaciale vicino a Petovík, Groenlandia.

Kerem Yucel / AFP tramite Getty Images


Nascondi didascalia

Interruttore didascalia

Kerem Yucel / AFP tramite Getty Images

Veduta aerea di iceberg e calotta glaciale vicino a Petovík, Groenlandia.

Kerem Yucel / AFP tramite Getty Images

Durante le ere glaciali della Terra, la maggior parte del Nord America e del Nord Europa era coperta da enormi ghiacciai.

Circa 20.000 anni fa, quelle calotte di ghiaccio iniziarono a sciogliersi rapidamente e l’acqua risultante doveva andare da qualche parte, spesso, sotto i ghiacciai. Nel corso del tempo, enormi valli si sono formate sotto il ghiaccio per drenare l’acqua dal ghiaccio.

Gli autori dello studio hanno affermato che un nuovo studio su come i ghiacciai si sono sciolti dopo l’ultima era glaciale potrebbe aiutare i ricercatori a capire meglio come le calotte glaciali rispondono al calore estremo a causa del cambiamento climatico.

Lo studio pubblicato questa settimana In recensioni di scienze quaternarieaiuta a spiegare come – e con quale rapidità – si sono formati questi canali.

“I nostri risultati mostrano, per la prima volta, che il meccanismo più importante è probabilmente lo scioglimento del ghiaccio estivo sulla superficie del ghiaccio che si fa strada nel letto attraverso fessure o canali simili a camini e quindi scorre sotto la pressione della calotta glaciale per tagliare il ghiaccio “, ha affermato Kelly Hogan, coautore e geofisico del Survey. British Antarctica.

I ricercatori hanno trovato migliaia di valli sotto il Mare del Nord

Analizzando i dati di riflessione sismica 3D originariamente raccolti attraverso le valutazioni del rischio per le compagnie petrolifere e del gas, i ricercatori hanno scoperto migliaia di valli nel Mare del Nord. Quelle valli, alcune delle quali hanno milioni di anni, sono ora sepolte in profondità nel fango del fondale marino.

READ  I 35 appena identificati infettano il virus Lagia hanniba in Cina

Alcuni dei canali erano enormi – fino a 90 miglia di larghezza e tre miglia di larghezza (“molte volte più grandi di Loch Ness”) Il gruppo di ricerca con sede nel Regno Unito ha osservato).

Un modello digitale di un enorme canale che trasportava l’acqua di disgelo dagli antichi ghiacciai.

James Kirkham/Indagine antartica britannica


Nascondi didascalia

Interruttore didascalia

James Kirkham/Indagine antartica britannica

Un modello digitale di un enorme canale che trasportava l’acqua di disgelo dagli antichi ghiacciai.

James Kirkham/Indagine antartica britannica

Ciò che ha sorpreso di più i ricercatori, hanno detto, è stata la velocità con cui si sono formate queste valli. Quando il ghiaccio si sciolse rapidamente, l’acqua divise le valli in centinaia di anni: in termini geologici alla velocità della luce.

“Questa è una scoperta entusiasmante”, ha affermato l’autore principale James Kirkham, ricercatore presso BAS e l’Università di Cambridge. “Sappiamo che queste incredibili valli sono state scavate durante l’agonia delle calotte glaciali morenti. Usando una combinazione delle più recenti tecniche di imaging del sottosuolo e un modello computerizzato, abbiamo appreso che le valli a tunnel possono erodere rapidamente sotto le calotte glaciali che diventano estremamente calde, ”

I ricercatori ritengono che i canali dell’acqua di disgelo stabiliscano lo scioglimento dei ghiacciai e quindi l’innalzamento del livello del mare, aiutando a prevenire il crollo delle calotte glaciali.

Le nuove scoperte potrebbero complicare quel quadro. Gli autori hanno aggiunto che la rapida velocità con cui si sono formati i canali significa che includerli nei modelli attuali potrebbe aiutare a migliorare l’accuratezza delle previsioni sull’attuale scioglimento della calotta glaciale.

READ  Il peptide spray nasale può ridurre l'attività convulsiva e proteggere i neuroni nel morbo di Alzheimer e nell'epilessia.

Oggi rimangono solo due grandi calotte glaciali: la Groenlandia e l’Antartide. velocità di fusione È probabile che aumenti con il riscaldamento del clima.

“La domanda cruciale ora è se questo flusso ‘extra’ di acqua di disgelo nei canali farà sì che le calotte glaciali fluiscano più rapidamente, o più lentamente, nel mare”, ha affermato Hogan.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post Medaglia d’argento dell’amica di Jesse Owens Luz Long all’asta
Next Post I candidati del consiglio comunale di Freeport danno la priorità allo sviluppo economico e abitativo