L’Australia ha cancellato per la seconda volta il visto di Novak Djokovic, scontando una squalifica di 3 anni

Il governo australiano ha abolito Novak DjokovicUn secondo visto d’ingresso venerdì per cercare di espellere la stella del tennis dopo essere arrivato nel Paese senza un vaccino contro il Covid-19. Il ministro dell’Immigrazione Alex Hawke ha affermato di aver agito “per motivi di salute e ordine, fermo restando che era nell’interesse pubblico farlo”. In una dichiarazione, Hook ha affermato che il governo del primo ministro Scott Morrison è “fortemente impegnato a proteggere i confini dell’Australia, in particolare in relazione alla pandemia di COVID-19”. La cancellazione significa effettivamente che a Djokovic sarà impedito di ottenere un nuovo visto australiano per tre anni, tranne in determinate circostanze.

La decisione sul visto ha messo a rischio il sogno del numero uno del mondo serbo di vincere il decimo titolo degli Australian Open e un titolo record del Grande Slam.

Djokovic è la testa di serie numero uno del torneo e si stava allenando al Melbourne Park solo poche ore fa.

La star è volata all’aeroporto di Melbourne il 5 gennaio chiedendo un’esenzione dal vaccino a causa del risultato positivo del test PCR il 16 dicembre.

“tutti sciocchi”

Le guardie di frontiera si sono rifiutate di scusarlo, gli hanno strappato il visto e lo hanno rinchiuso in un famigerato centro di detenzione di Melbourne dove ha trascorso quattro notti.

Il governo australiano insiste sul fatto che l’ultima infezione non costituisce un’esenzione dalla vaccinazione per i cittadini stranieri che cercano di entrare nel paese.

Il team legale di prima classe di Djokovic ha in gran parte ribaltato la decisione sul visto perché i funzionari di frontiera all’aeroporto non gli hanno concesso il tempo concordato per rispondere.

READ  Quattro spiedini sono tra i morti nel massacro FedEx di Indianapolis

La battaglia per i visti con Djokovic è politicamente accusata in Australia, che ha subito per quasi due anni alcune delle restrizioni più severe al mondo per il coronavirus.

Le elezioni generali devono tenersi entro maggio.

Alcuni tennisti affermano che ora Djokovic dovrebbe essere autorizzato a giocare, ma non tutti sono stati di supporto.

Il numero quattro del mondo Stefanos Tsitsipas ha criticato il suo comportamento.

“Stava sicuramente giocando secondo le sue stesse regole”, ha detto Tsitsipas in un’intervista con l’emittente indiana WION.

Tsitsipas ha detto che quasi tutti i partecipanti agli Australian Open hanno ricevuto la vaccinazione. Ma altri “hanno scelto di andare per la propria strada, facendo sembrare che la maggioranza fossero tutti sciocchi”.

“disinformazione”

Con la variabile Omicron che correva tra la popolazione australiana, le azioni di Djokovic sono state sottoposte a un maggiore controllo.

Il tennista ha descritto mercoledì le notizie di uscite post-infortunio senza maschera in Serbia come “disinformazione” in un post su Instagram.

Il giorno del suo presunto test positivo in Serbia, ha partecipato a una cerimonia per onorarlo con francobolli con la sua foto. Il giorno successivo ha partecipato a un evento di tennis giovanile. Apparentemente è apparso in entrambi senza maschera.

Djokovic ha detto di aver ricevuto il risultato di un test PCR solo dopo essere andato a un evento di tennis per bambini il 17 dicembre.

Ma ha ammesso di essere andato avanti con un’intervista al quotidiano sportivo francese L’Equipe il 18 dicembre.

“Ripensandoci, questo è stato un errore di calcolo e sono d’accordo sul fatto che avrei dovuto riprogrammare questo impegno”, ha detto Djokovic.

READ  Facebook: Facebook è più debole di quanto sapevamo che fosse

Il giornalista che ha intervistato L’Equipe, Frank Ramilla, ha detto di non sapere al momento dell’intervista che Djokovic avesse il Covid.

La star del tennis ha anche ammesso un errore sul suo permesso di viaggio australiano, in cui è stata spuntata una casella che indicava che non aveva o non avrebbe viaggiato entro 14 giorni prima di recarsi a Melbourne.

In effetti, i post e i rapporti sui social media mostrano che ha viaggiato dalla Serbia alla Spagna durante quel periodo.

promozione

Djokovic ha incolpato la sua squadra di supporto per questo. “Il mio agente si scusa sinceramente per l’errore amministrativo nel selezionare la casella errata”, ha detto.

Con il numero di ricoveri legati al Covid in aumento a Melbourne, il governo dello stato del Victoria ha dichiarato giovedì che limiterà la capacità degli Australian Open del 50%.

Argomenti menzionati in questo articolo

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Capricorno: milioni di persone si riuniscono a Gangasagar Mela in mezzo alla rivolta del governo, il massimo previsto per sabato
Next Post La più grande colonia di piscicoltura del mondo è stata scoperta in Antartide